Milan – Reggina 3 a 0 Ottavi di Coppa Italia, a segno Yepes, Niang e Pazzini

Come ormai ci ha abituato in campionato, anche in Coppa Italia il secondo tempo rossonero è decisamente migliore del primo. Se nei primi 45’ il gioco del Diavolo appare lento e compassato, ben altro ritmo viene impresso nella ripresa quando Yepes, Niang e Pazzini firmano il tabellino dei marcatori.

Per il debutto nella Tim Cup 2012-13, Allegri decide di lasciare spazio a quei giocatori che, in questo inizio di stagione, hanno visto il campo meno volte vuoi per scelte tecniche, vuoi per infortuni.

 

Davanti ad Abbiati, spazio quindi ad Abate, Zapata, Yepes ed Antonini. Centrocampo a tre con Emanuelson, Strasser e Flamini. In avanti, alle spalle di Pazzini, suggeriranno Robinho e Bojan. Importante il rientro in panchina di Muntari e l’esperimento con Rodney Strasser davanti alla difesa. Potrebbe essere lui a prendere, almeno numericamente, il posto dell’infortunato De Jong.

 

La Reggina di Dionigi, invece, si schiera con Ely, Bergamelli, Freddi e Castiglia davanti a Facchin. A centrocampo spazio per Rizzo, D’Alessandro, e Bombagi e Rizzato. In avanti dentro il duo Fischnaller e Campagnacci.

 

Nonostante un inizio su ritmi lenti, è subito il Milan a fare il match chiudendo gli avversari nella propria metà campo. Dopo 9’ prima azione importante del match: cross dalla sinistra di Antonini e colpo di testa di Pazzini che, però, viene respinto da Bergamelli. Robinho, sulla ribattuta, non riesce a trovare la porta: sfera che termina in angolo.

Al 13’ si affacciano gli ospiti in area rossonera: è Zapata, in scivolata, a mettere apprensione ad Abbiati che, distendendosi, riesce ad evitare il corner. Un minuto dopo ancora gli Amaranto in avanti con Fischnaller che, dalla destra, cerca il cross in mezzo dove, però, non c’è nessun compagno di squadra.

 

Al 15’ grande chance per gli uomini di Allegri con Pazzini che, su passaggio filtrante di Robinho, elude l’intervento di Ely, ma si fa neutralizzare da Facchin a pochi metri dalla porta. Gol fallito dalla punta italiana. Cento secondi dopo, dal lato destro dell’area di rigore, è Bojan a cercare il mancino potente: palla respinta dalla difesa ospite.

 

Al 18’ è la Reggina a rendersi pericolosa ancora con Fischnaller che, di esterno, supera Yepes e va al tiro dai ventidue metri: il suo sinistro termina sopra la traversa della porta difesa da Abbiati. Bella partita in questa fase: al 21’ ancora rossoneri pericolosi con un cross di Flamini che, in due tempi, viene smorzato da Facchin.

 

Al 24’, seppur in fuorigioco, la Reggina trova la via del gol con Bergamelli. Calvarese se ne accorge ed annulla la rete: ancora 0 a 0 a San Siro. Al 27’ altro ottimo intervento di Facchin che disinnesca una grande deviazione di testa di Yepes e mantiene ancora la propria rete inviolata.

 

Ancora Milan al 33’ con Pazzini che, di testa, gira verso Facchin un cross di Emanuelson: l’estremo difensore, a terra, blocca la sfera.

 

Nonostante ripetute occasioni da rete, soprattutto a favore del Milan, il primo tempo termina a reti bianche. Tra le fila del Diavolo, poco incisivi Emanuelson e Robinho: da loro è inevitabile attendersi di più.

 

La ripresa inizia senza cambi. La prima occasione del secondo tempo capita al 50’ e consente al Diavolo di passare in vantaggio: è il colombiano Mario Yepes, di testa, a stravincere il duello aereo con Ely e ad insaccare alle spalle di Facchin. Non riesce, a differenza di quanto accaduto nel primo tempo, ad opporsi l’estremo difensore avversario.

 

Al 53’ primo cambio, peraltro molto atteso, del match: entra il giovane Niang al posto di Robinho, che probabilmente sarà titolare domenica pomeriggio a San Siro contro il Pescara. Ed è subito il giovane francese, un minuto dopo, a trovarsi la palla del raddoppio tra i piedi: è ancora Facchin a salvare la propria porta.

 

Al 60’ si fa vedere, per la prima volta in questa ripresa, la Reggina: è Campagnacci, dopo aver saltato Yepes, a cercare la via del gol dal vertice sinistro dell’area di rigore. Palla che si spegne a lato.

 

Al 64’ primo cambio anche per Dionigi: entra Barillà al posto di Campagnacci. Al 66’ ancora Niang nel vivo del gioco: l’attaccante non ancora maggiorenne trova sulla destra Abate che, di destro, va al tiro; Facchin si oppone e respinge con i pugni.

 

Al 68’ Milan nuovamente vicino al raddoppio con Pazzini che, dal limite dell’area, gira al volo di destro: c’è sempre Facchin ad impedire ai tifosi rossoneri di gioire per la seconda rete. Sugli sviluppi del corner ingenua “cinturata” di Bergamelli su Zapata: Calvarese non ravvisa gli estremi per concedere il penalty al Diavolo.

 

Al 71’ illusione del gol per Bojan che, dalla sinistra, rientra e va al tiro: deviazione di Freddi che manda la sfera sull’esterno della rete. Al 73’ secondo cambio per gli ospiti: entra Hetemaj al posto di Fischnaller. Due minuti dopo fa l’esordio, in questa stagione, Sulley Muntari: il ghanese, non convocato per la Coppa d’Africa, prende il posto di Strasser, ammonito pochi secondi prima.

 

Al 78’, dopo l’ottimo ingresso in campo, arriva anche la rete di Niang: il baby francese sfrutta al meglio un bell’assist di Emanuelson e supera, in uscita, Facchin. Passa un minuto ed arriva anche il terzo gol: è Pazzini, in lieve fuorigioco, a firmarlo su assist di Bojan. Ottimo uno-due degli uomini di Allegri che chiudono qui il match.

 

All’83’ terzo cambio per la Reggina che inserisce Di Bari al posto di Bergamelli. Pochi secondi dopo avvicendamento anche tra le file rossonere: entra Acerbi al posto di Yepes, che con il suo colpo di testa ha “aperto le danze”.

 

Nei minuti finali accade ben poco; la vittoria, netta, del Diavolo consente ad Allegri, ad inizio di gennaio, di trovarsi di fronte la Juventus, a Torino, in una sorta di remake di quanto visto, nella scorsa edizione, in semifinale.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Analisi Milan Reggina e Inter Verona, Coppa Italia, Ottavi di finale: statistiche, formazioni, commenti

Analisi sorteggi Milan Champions League e Inter Europa League 20 dicembre 2012: elenco gironi, classifiche, info

Cessione Sneijder, non convocato per l’Europa League, a gennaio partirà

Cessione Sneijder Inter, per gennaio pronti Arsenal, Borussia Dortmund, Psg e Manchester United

Sorteggio Italia gironiConfederations Cup 2013 Brasile giugno 2013, analisi, calendario, statistiche

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here