Milan – Pescara 4 a 1 Serie A diciassettesima giornata, vittoriosa celebrazione del 113esimo compleanno dei rossoneri

Continua il filotto del Milan che, anche nel pomeriggio odierno, termina il match con una vittoria. Bella prestazione dei rossoneri ad eccezione di una decina di minuti ad inizio ripresa, quando il Pescara ha accorciato. Per il resto, dominio degli uomini di Allegri e reti firmate da Nocerino, autogol di Abbruscato e Jonathas ed El Shaarawi.

 

Allegri, nel match contro la squadra che l’ha lanciato tra i professionisti, decide di affidarsi nuovamente a Pazzini. La punta italiana, oggi alla 300esima presenza, sarà affiancato da Robinho ed El Shaarawi. A centrocampo torna Montolivo, affiancato da Nocerino e capitan Ambrosini. In difesa, davanti ad Amelia, spazio a De Sciglio, Zapata, Yepes e Constant.

 

Il Pescara, invece, si affida al giovane Perin in porta. Davanti all’estremo difensore di proprietà del Genoa e seguito anche dai rossoneri, spazio a Balzano, Terlizzi, Capuano e Modesto. Centrocampo a tre con Nielsen, Togni e Bjarnason. In avanti sarà il talentuoso Weiss ad agire dietro Abbruscato e Vukusic.

 

Dopo qualche minuto di ritardo per la celebrazione per il 113esimo compleanno dei rossoneri, alle 15.05 inizia il match.

 

Inizia subito alla grande il Diavolo: dopo appena venti secondi palla recuperata da El Shaarawi che, di prima intenzione, serve sulla destra Robinho. La palla, dopo un duetto tra Montolivo ed il Faraone, arriva a Nocerino che, da ottima posizione, deposita in rete. Inizio fulmineo per i rossoneri che, dopo nemmeno un minuto di gioco, si trovano già in vantaggio.

 

Due minuti dopo ancora Diavolo in avanti: dai venti metri ci prova Robinho. Il suo mancino termina ampiamente a lato. Al 7’ ancora gli uomini di Allegri pericolosi: tocco di classe di Robinho che manda in apprensione Balzano che, cercando un appoggio di testa verso il proprio portiere, rischia l’autogol.

 

All’8’ si fa vedere anche il Pescara: è Togni, dai venticinque metri, ad andare al tiro. La sua conclusione, potente ed angolata, viene messa in angolo da Amelia. Ancora ospiti pericolosi all’11’: cross dalla sinistra di Modesto e girata di Abbruscato: sfera che termina a lato.

 

Ottimo inizio di match: al 12’ Robinho, dalla destra, va alla conclusione intercettando Pazzini che, di piatto, non riesce a trovare la via del gol da pochi metri. Partita decisamente interessante ed avvincente in questa fase iniziale.

 

Al 19’ contropiede per Robinho che sfrutta un grande recupero di capitan Ambrosini in mezzo al campo e si lancia verso l’area avversaria; dopo aver superato, con un tunnel, Terlizzi non riesce il doppio passo su Balzano. Brasiliano in grande spolvero in questo primo quinto di match.

 

Al 22’ si fa vedere anche El Shaarawi: l’italo-egiziano prende palla da sinistra ed incrocia di destro. Perin si distende e manda in corner. Al 27’, su un calcio di punizione battuto da Montolivo, Pazzini al volo manda in rete: Giannoccaro annulla, il gioco era ancora fermo.

 

Dopo qualche minuto di stand-by, rossoneri ancora al tiro con El Shaarawi che, dai ventidue metri, prova la conclusione. La sfera, deviata da Terlizzi, si spegne debole tra le braccia di Perin. Al 39’ primo giallo del match: Giannoccaro lo sventola a Modesto per un fallo su De Sciglio.

 

Finisce qui un primo tempo dove gli uomini di Allegri, dopo appena quaranta secondi, hanno trovato la via del gol con Nocerino che ha finalizzato un’ottima azione orchestrata da El Shaarawi, Montolivo e Robinho. Ora, però, è necessario chiudere il match, onde evitare che amnesie difensive improvvise possano pregiudicare la vittoria finale.

 

La ripresa inizia subito con un cambio: fuori il giovane Weiss, infortunato e dentro Celik tra le fila del Pescara. La prima occasione pericolosa capita al Pescara: cross dalla sinistra di Modesto e colpo di testa di Bjarnason. Amelia, sicuro, para trattenendo la sfera.

 

Pronta la replica del Milan con Robinho che, al 48’, tocca per Pazzini; la punta ex Inter, dalla destra dell’area di rigore, tenta la girata al volo. Perin blocca. Un minuto secondo giallo del match: Giannoccaro lo sventola a Togni per una brutta entrata su El Shaarawi.

 

Al 50’ i rossoneri chiudono il match: cross di Robinho ed autogol clamoroso di Abbruscato che, di testa, non lascia scampo a Perin. Ora la partita si mette in discesa per il Diavolo. Due minuti dopo ancora il brasiliano, uno dei migliori nel nebbioso pomeriggio odierno, cerca la gloria personale con un tiro dai venti metri: Perin, a terra, ferma la sfera.

 

Al 55’ primo giallo anche per il Milan: lo riceve Yepes per un fallo su Capuano. Sugli sviluppi della punizione arriva la rete degli ospiti con Terlizzi che, lasciato solo da Montolivo ed Ambrosini, svetta ed insacca. Come sempre, rossoneri in tilt nelle palle da fermo.

 

Al 60’ palo per il Pescara con Balzano che, dai trenta metri, rischia di sorprendere un immobile Amelia con un destro potente. Al 61’ Allegri ordina il primo cambio: dopo la squalifica si rivede Boateng; Robinho richiamato in panchina.

 

Al 64’ secondo cambio per Bergodi: entra Jonathas, punta della scuderia di Raiola, al posto di Vukusic, poco attivo quest’oggi. Pochi secondi dopo, però, è Boateng a lanciarsi in un’azione solitaria: recupera palla in mediana e va alla conclusione. Palla in angolo.

 

Ancora Milan pericoloso al 67’: tunnel di Costant e palla per Nocerino che, dalla sinistra, cerca in mezzo Pazzini. La punta rossonera sfiora appena: palla che lambisce il palo alla sinistra di Perin. Un minuto dopo ci prova anche El Shaarawi: solito movimento del Faraone che, partendo dalla sinistra, si accentra e va al tiro col destro. Perin trattiene la sfera.

 

Ancora Pazzini vicino al tris al 72’: cross di Boateng e destro della punta italiana che, però, non inquadra la porta. Al 74’ terzo ed ultimo cambio per gli abruzzesi: entra Quintero per Abbruscato. Pochi secondi prima giallo anche per Ambrosini che, sulla linea del centrocampo, si “becca” con Jonathas.

 

Al 78’ ancora chance per il Diavolo con El Shaarawi che, di destro, cerca il gol. Terlizzi, in scivolata, manda in angolo. Dagli sviluppi del corner arriva il terzo gol grazie all’autorete di Jonathas. 3 a 1 a San Siro.

 

All’80’ arriva anche il poker: bel contropiede rossonero orchestrato da Pazzini e finalizzato da El Shaarawi. Partita definitivamente chiusa a Milano. Allegri, pochi secondi dopo, decide di regalare qualche minuto anche a Niang, richiamando in panchina Pazzini, autore di un’ottima prova. Nel finale spazio anche per Muntari, che rileva El Shaarawi.

 

Termina sul 4 a 1 la sfida del Meazza; la squadra, con questa vittoria, chiude nel migliore dei modi le celebrazioni per il 113esimo compleanno della sua storia; complice la sconfitta dell’Inter e della Roma, il terzo posto si avvicina ulteriormente. I rossoneri, momentaneamente, sono a soli sette punti dal secondo posto.

 

E settimana prossima, nell’ultimo match prima della pausa natalizia, trasferta all’Olimpico contro i giallorossi di Zeman.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Lazio – Inter 1 a 0 Serie A diciassettesima giornata, Klose regola i nerazzurri

Milan – Reggina 3 a 0 Ottavi di Coppa Italia, a segno Yepes, Niang e Pazzini

Analisi Milan Reggina e Inter Verona, Coppa Italia, Ottavi di finale: statistiche, formazioni, commenti

Analisi sorteggi Milan Champions League e Inter Europa League 20 dicembre 2012: elenco gironi, classifiche, info

Cessione Sneijder, non convocato per l’Europa League, a gennaio partirà

Cessione Sneijder Inter, per gennaio pronti Arsenal, Borussia Dortmund, Psg e Manchester United

Sorteggio Italia gironiConfederations Cup 2013 Brasile giugno 2013, analisi, calendario, statistiche

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here