Angelico Biella – Olimpia EA7 Milano 96 a 99, basket Lega A, tredicesima giornata. Gentile e Langford trascinano l’EA7

Olimpia Armani MilanoUltimo turno di campionato per l’anno 2012: l’Olimpia Milano fa visita alla terzultima forza del campionato, l’Angelico Biella. 365 giorni dai due volti, colorati dalla finale scudetto dello scorso giugno, alla crisi delle settimane scorse.  Alti e bassi per il roster di coach Scariolo, dalle grandi imprese di Eurolega e la finale con Siena in campionato dell’annata 2011/12, agli incredibili tracolli dell’ultima apparizione europea e le clamorose disfatte del Forum, versione 2012/13. Stasera, nell’ultimo match dell’anno, la banda biancorossa cerca la vittoria, in modo da chiudere in bellezza un 2012 pressoché altalenante, ed imbastire la rinascita nel 2013.

 

Si gioca al Lauretana Forum di Biella, l’ “ultima” dell’anno 2012 sia per i piemontesi, che per l’Olimpia Milano. Il Palasport diviene  teatro di una scintillante ed emozionante partita di basket, dove 40 minuti non sono bastati per sancire un vincitore. La gara si è conclusa dopo i due supplementari. Milano ha avuto la meglio su un ostico avversario. Padroni di casa avanti fino al 32’, Olimpia che, grazie ad uno strepitoso Gentile ed un Langford ispirato, agguanta il pareggio e porta a casa l’intera posta nell’extra time.

 

Gentile, appunto, protagonista della rimonta con 24 punti realizzati, così come Langford a quota 27.  Bourousis ed Hairston chiudono a quota 13. Per i padroni di casa Robinson e Johnson chiudono entrambi realizzando 16 punti, con il primo che fa registrare un 9/10 dalla lunetta.

 

PRIMO QUARTO – Quintetto iniziale biancorosso composto da Hairston, Fotsis, Bourousis, Jr Bremer e Langford. Padroni di casa in campo con Soragna, Renzi, Jurak, Johnson e Robinson. Soragna apre con un canestro da due. Replica perentoria della formazione meneghina, con due triple consecutive firmate Hairston-Fotsis. Biella perviene prima al pareggio (6-6),  per poi ribaltare lo score grazie a Johnson, autore di una bomba dalla distanza. Avvio spumeggiante dei piemontesi, Scariolo ordina il time-out.

– Fotsis schiaccia per il meno uno, Renzi piazza la bomba che vale il +4. Jurak  conquista un rimbalzo in zona d’attacco, mette a canestro e conquista due tiri liberi. Il croato fa 2/2 dalla lunetta, siglando l’ottavo punto della serata: Biella conduce di sei lunghezze (14-8).  Bourousis prova l’imbucata centrale, ma Renzi lo ferma concedendo due liberi al greco (2/2). Dalla parte opposta  Chrysikopoulos incanta il Lauretana Forum, piazzando una bomba dalla distanza. Langford dalla lunetta fa 1/2, mentre Bourousis registra il 100% (4/4) a 15’’ dalla fine. Il primo quarto si conclude 21-13 in favore dei padroni di casa, grazie al canestro sulla sirena di Johnson.

 

SECONDO QUARTO – Nel secondo periodo di gioco Scariolo inserisce Basile e Chiotti. L’avvio, però, non è dei migliori: Laganà centra da dentro l’area, mentre Robinson realizza due tiri liberi su altrettanti tentativi. Sempre Laganà  firma quattro punti consecutivi, tra i quali due tiri dalla lunetta (2/2), così il parziale vede Biella avanti 29-13. La fase iniziale del secondo quarto mette in risalto le difficoltà dell’Olimpia, sia in fase offensiva ma, soprattutto, in fase difensiva. Scariolo cambia nuovamente le pedine dello scacchiere inserendo nuovamente il quintetto iniziale.

– Padroni di casa avanti ancora di 16 lunghezze: al canestro di Chiotti replica prontamente Jaramaz. Hairston prova a sfruttare il blocco di Fotsis, subisce fallo e realizza due tiri dalla lunetta (32-18).  Fase centrale del periodo caratterizzata dal gioco da tre punti: prima Jr Bremer, Fotsis e Bourousis (1/1 da 3) per l’EA7, poi Soragna e Johnson (3/3 da 3) per Biella. Padroni di casa avanti di tredici lunghezze a 60’’ dalla fine (46-33). Langford chiude il parziale all’intervallo sul 46-35 con una schiacciata.

 

TERZO QUARTO –  Il copione non cambia ad inizio ripresa. Sono sempre i padroni di casa ad avere in mano il controllo di gara. Mavunga, dall’interno dell’area, e Robinson, autore di quattro realizzazioni, aprono il terzo quarto con un parziale di 6-0. Reazione meneghina affidata a Langford e Bourousis, entrambi in doppia cifra, autori di un break di 7-0. Il gap tra le due formazioni fa registrare, però, un +12 in favore di Biella (54-42).

– Milano non riesce a rientrare in gara: la modesta Biella continua a sfruttare le amnesie difensive del roster di Scariolo. Soragna è un cecchino dalla lunetta (6/6) così sale anche lui in doppia cifra. Hairston, invece, fa 1/2 . Alessandro Gentile prova ad accendere la luce ad una spenta  Olimpia con una bomba dai 6,75 ed un canestro da due punti. Jonhson realizza un 1/2  dalla lunetta, chiudendo il terzo quarto sul punteggio di 61-50 in favore dell’Angelico Biella.

 

ULTIMO QUARTO – Raspino e Chrysikopoulos aprono con tre falli consecutivi; Cancellieri non è sicuramente contento dell’operato dei suoi, considerato che il bonus falli è di cinque. Raspino, però, si fa perdonare, realizzando il canestro del  63-50. Gentile sigla sette punti consecutivi, facendo registrare il dodicesimo  punto della serata. Jurak replica all’ex Treviso, così Biella mantiene il +10 (67-57). E’ sempre Gentile ad ispirare il gioco meneghino: prima fallisce la tripla, poi conquista e trasforma due tiri liberi.

– Biella ha raggiunto il bonus falli a 5’ dal termine, Cancellieri chiama il time-out. Keith Langford inaugura lo sprint finale siglando cinque punti consecutivi: canestro da due, che vale il meno sei, e tripla del meno 3, a 180’’ dalla sirena. Jaramaz gela l’entusiasmo meneghino con una bomba dalla distanza, Jonhson chiude un canestro da due: nuovo +8 piemontese. La tripla di Hairston e i due tiri liberi di Melli chiudono un parziale di 5-0. Bourousis fallisce due tentativi dalla lunetta, Jaramaz e Soragna rispondono a Langford (76-71). Finale entusiasmante: Gentile realizza due liberi, Langford pareggia siglando tre punti consecutivi a 30’’ dalla fine. Si va ai supplementari sul punteggio di 76-76.

 

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE – Non sono bastati 40 minuti per sancire il vincitore, si va ai supplementari. Biella è stata padrona della gara per oltre mezzora. Milano, invece, si è risvegliata negli ultimi otto minuti, acciuffando il pareggio in extremis. Extra time che vede i padroni di casa subito avanti, grazie al canestro di Mavunga ed ai due tiri liberi di Robinson (100% dalla lunetta). Un super Gentile sale a quota 20, pareggiando il conto e mostrando di non voler mollare la presa. Langford realizza due liberi per il provvisorio vantaggio meneghino (80-82). Dalla lunetta anche Jaramaz (Biella) fa 2/2, partita spettacolare e lottata punto a punto (82-82).

 

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE – Nonostante i 45 minuti giocati, la gara non perde lo smalto dei precedenti periodi. Gentile è il protagonista indiscusso di questa seconda parte di match. Il numero 25 meneghino firma il sorpasso (84-82), prima del pareggio firmato Mavunga (84-84). Emozioni a non finire, quasi inaspettate considerate le posizioni di classifica. Langford realizza due tiri dalla lunetta (11/12), così Milano conduce di una sola lunghezza, a seguito del tiro libero trasformato da Mavunga (85-86). Robinson ribalta lo score ma, Langford, con una tripla registra il +2 Olimpia (87-89). Milano prende il largo (87-91) grazie a Melli (2/2 dalla lunetta). Hairston mette definitivamente la freccia con una tripla che vale il 94-88. Robinson, da tre, e Mavunga riaccendono le speranze piemontesi, ma Gentile firma i punti della sicurezza (94-96). Si ricorre al fallo sistematico negli ultimi 15’’. Basile realizza due tiri liberi (94-98), Robinson fa altrettanto, Basile fa 0/2 nei successivi tentativi, Melli chiude un match tiratissimo sul 99-96.


TABELLINO ANGELICO BIELLA – OLIMPIA EA7 MILANO 96-99 (21-13; 46-35; 61-50; 76-76;82-82 ET; 96-99 ET)

– ANGELICO BIELLA: Jurak 11, Soragna 13, Renz 7i, Johnson 16, Robinson 16, Mavunga 10, Raspino 2, Laganà 8, Jaramaz 10, Uglietti, Chrysikopoulos 3, De Vico. Coach: Cancellieri

– OLIMPIA EA7 MILANO: Hairston 13, Fotsis 8, Bourousis 13, Jr Bremer 5, Langford 27, Gentile 24, Stipcevic, Pica , Chiotti 2, Melli 5, Basile2. Coach: Scariolo.

ARBITRI: Lamonica, Weidman, Borgioni

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento sulle squadre del basket milanese, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni per qualsiasi vostra esigenza economica, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Olimpa Milano – Cimberio Varese 83 a 77, Lega A di basket, dodicesima giornata. Il derby va alla Cimberio

Giovanni Parisio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here