Sneijder va al Galatasaray, a breve ufficialità e cifre. L’Inter punta Quintero, Bellomo e Schelotto

“Se tutto va bene, l’affare si può anche chiudere. La Turchia sta diventando una meta molto calda”. Lascia pochi spazi di interpretazione Soren Lerby, procuratore di Sneijder, nel confermare la trattativa tra il suo assistito ed il Galatasaray e nell’annunciare, ufficiosamente, che l’affare andrà in porto. All’Inter vanno 8 milioni di euro, al giocatore 6 più bonus. L’Italia perde un altro campione, interessato solo e soltanto ai soldi.

 

L’INIZIO DELLA TRATTATIVA – Era l’ora di pranzo di lunedì 7 gennaio 2013 quando una delegazione della dirigenza del Galatasaray, capitanata dal presidente Unal Aysal, era stata avvistata a Milano.

– Se inizialmente si pensava potesse esserci un incontro con il Milan per portare Antonini in Turchia, poco dopo si è compreso il reale interesse del club turco: Wesley Sneijder: “Sono stato a pranzo con Moratti ieri (lunedì 7 gennaio, ndr) a Milano – ha confermato il numero uno del Galatasaray –, era un incontro che avevamo già organizzato. Durante il colloquio abbiamo parlato di Sneijder, e abbiamo cominciato a intavolare un discorso. Il giocatore effettivamente è nella nostra lista della spesa, e abbiamo fatto dei progressi a riguardo”.

– L’ufficialità della trattativa si è avuta martedì 8 gennaio, nel pomeriggio, con una breaking news apparsa sul sito del club turco: “Il Galatasaray comunica ufficialmente di aver iniziato delle trattative per Wesley Sneijder con FC Internazionale. Sono iniziati i colloqui per il trasferimento del giocatore, saranno informati i media degli sviluppi”.

– L’intesa con il club di Moratti è stata raggiunta immediatamente: 8 milioni di euro cash che possono diventare 10,5 con l’aggiunta di bonus legati ai traguardi conquistati dai turchi grazie all’apporto del trequartista olandese.

– Si è mostrata subito entusiasta la moglie, Yolanthe Cabau, che ha “cinguettato”, poi rimuovendo il tweet: “Istanbul è sicuramente una città molto bella, ci sono stata tante volte! La Turchia è un posto adorabile. Ma cosa succederà non lo so. Posso dire che Sneijder ama l’Inter ancora come prima”.

 

LA CONFERMA DI MORATTI E AUSILIO – Poche ore dopo è arrivata anche la conferma dalla società di corso Vittorio Emanuele. Il presidente Moratti ed il direttore sportivo Piero Ausilio, hanno dato il loro consenso alla trattativa tra Wesley ed il club turco.

– Massimo Moratti, in un’intervista rilasciata nella serata di mercoledì 9 gennaio 2013, si è così espresso: “Con il Galatasaray c’è stato un incontro qualche giorno fa, interessante, accettabile, ma adesso dipende dal giocatore”.

– Sulla stessa linea, ovviamente, anche Piero Ausilio: “Il Galatasaray ha fatto una proposta interessante, ma le cose sono fatte quando sono definite da tutte e tre le parti. Manca ancora l’assenso del giocatore per chiudere l’operazione”.

 

LA “BOMBA” DI LERBY – E l’assenso del giocatore di cui parlava Ausilio giovedì 10 gennaio 2013 non ha tardato ad arrivare. E’ della serata di ieri la dichiarazione di Soren Lerby, procuratore del 28enne olandese.

– “I colloqui sono iniziati da ieri e oggi è arrivato anche un delegato del club per incontrarlo. Adesso la decisione spetta a lui, nel calcio tutto è possibile, ma la Turchia sta diventando una meta molto calda. Se tutto va bene, l’affare si può anche chiudere”.

– Anche Abdürrahim Albayrak, dirigente del club turco, ha dato ampie speranze che la trattativa si possa concludere a breve: “Il trasferimento di Sneijder interessa a noi, al presidente, a tutti. C’è un accordo con l’Inter e lo sapete. Però per quello che so, ci sono grandi possibilità per cui Sneijer possa aver accettato la nostra offerta. Molto probabilmente arriverà un sì”.

 

I DETTAGLI DELL’OFFERTA – Arrivata nella sede neroazzurra nella giornata di lunedì, la proposta avanzata dal Galatasaray per Wesley Sneijder è stata immediatamente accettata dalla dirigenza neroazzurra.

– All’Inter, il club guidato da Unal Aysal, ha offerto 8 milioni di euro più 2,5 legati ai bonus. Ciò che però contraddistingue l’offerta del Galatasaray rispetto alle altre arrivate – vedasi soprattutto quella del Liverpool – è l’ingaggio offerto al giocatore.

– Se gli inglesi non si spingevano oltre i 3,5 milioni di euro, i turchi hanno pareggiato l’attuale ingaggio dell’olandese: 6 milioni di euro annui fino al 2015. Più una serie di benefit, come l’aereo per volare in Olanda, e 25.000 euro di bonus per partita giocata.

 

SE NE VA UN “MERCENARIO” – Come è possibile che un calciatore classe ’84 che nella sua carriera ha militato in club del calibro dell’Ajax, del Real Madrid e dell’Inter e che, nel 2010, ha vinto tutto – Serie A, Coppa Italia, Champions League – arrivando anche in finale, poi persa contro la Spagna, ai Mondiali disputati in SudAfrica, decida di accettare un’offerta proveniente dalla Turchia?

– Il giocatore, nel corso di questo mese e mezzo, ha ricevuto proposte da club del calibro dello Schalke 04, del Liverpool e del QPR; fatta eccezione per l’ultima, squadra di bassa classifica della Premier League, le prime due rappresentavano delle soluzioni, seppur ad ingaggio minore, dignitosissime per rimanere nel grande calcio.

– Evidentemente, però, ciò che interessa maggiormente a Wesley sono i soldi e non il proseguo della sua carriera, che in Turchia non potrà che essere di livello inferiore rispetto alle stagioni fin qui disputate e che l’hanno portato ad essere in lizza, nel gennaio 2011, per vincere il Pallone d’Oro.

 

L’INTER INCASSA E SI MUOVE: CHI ARRIVA? – Gli 8 milioni di euro incassati, ma soprattutto i 32 di ingaggio risparmiati da qui al giugno del 2015, consentono ai neroazzurri di Moratti di privarsi dell’emolumento più importante della rosa e di sistemare ulteriormente il bilancio.

– I tifosi, però, si attendono qualche acquisto. Come spiegato dallo stesso presidente, difficile pensare a nomi roboanti: “Nessuno intende andare a fare spese eccessive”. Le trattative, comunque, sono state rese pubbliche.

– Innanzitutto bisogna menzionare lo smacco subito dalla dirigenza interista che era su Saponara da almeno tre settimane, ma che si è fatta incredibilmente soffiare il giocatore da un blitz durato tre ore di Adriano Galliani con la dirigenza dell’Empoli.

– Perso il giovane prospetto, i neroazzurri hanno deciso di puntare un portiere, che possa sostituire l’infortunato Castellazzi, un centrocampista centrale ed un esterno di centrocampo. I nomi? Carrizo, mister X e Schelotto.

 

PORTIERE ED ESTERNO – Sfumato Sorrentino, che ha preferito andare a fare il numero 1 a Palermo piuttosto che “chiudere” la carriera sulla panchina dell’Inter, Branca ha cercato Carrizo.

– L’estremo difensore argentino classe ’84, è attualmente il secondo/terzo portiere della Lazio di Lotito; l’obiettivo è quello di ripetere l’operazione Rocchi: prestito oneroso di sei mesi con conguaglio in favore del club capitolino pari a 400mila euro.

– Per Schelotto, invece, le parti stanno trovando un accordo: la richiesta iniziale dell’Atalanta, pari a 8 milioni di euro, è stata limata fino a 6 e si è trovata l’intesa per inserire la metà del cartellino di Livaja e per pagare cash 3,5 milioni di euro.

– L’interesse per l’esterno italo-argentino, in forza ai bergamaschi, è stato confermato da Ausilio, ds dell’Inter: “Per Schelotto stiamo parlando, è un giocatore che sicuramente ci interessa e abbiamo incontri quotidiani con la dirigenza dell’Atalanta con cui tra l’altro c’è un ottimo rapporto”.

– Le conferme arrivano anche da Pierpaolo Marino, dg dell’Atalanta, che però sottolinea come l’Inter debba fare un altro sforzo, economico, per assicurarselo e battere la concorrenza di un’altra società italiana: “Abbiamo finalmente ricevuto l’offerta di Branca per Ezequiel Schelotto e adesso dobbiamo decidere. Ma ci sono anche altre squadre come il Genoa”.

 

IL MISTER X DI CENTROCAMPO: SFUMA LODI E PAULINHO NON ARRIVA – L’all-in su Francesco Lodi, 28enne del Catania, è durato poco. Giusto il tempo, per la dirigenza etnea, di dichiararlo espressamente fuori dal mercato: “In via definitiva dico che a gennaio nessuno dei nostri giocatori migliori partirà”.

– L’impossibilità di arrivare al regista di centrocampo ha complicato, e non poco, i piani neroazzurri; Stramaccioni, da diversi mesi, lascia intendere che vuole un regista di centrocampo. La partenza di Sneijder, poi, impone di avere un uomo sulla mediana che possa far girare il pallone, altrimenti si rischia di ricorrere solo ai lanci lunghi.

– Qualcuno ha ripresentato un possibile approdo ad Appiano Gentile di Paulinho, ma l’ipotesi non si realizzerà visto che il Corinthians, neo campione del Mondo per club, ha acquistato Pato e vuole puntare a conquistare altri trofei nel proseguo della stagione. La cifra chiesta dal Timao, non inferiore ai 15 milioni, non lascia spazio.

– Il nome nuovo è quello di Fernando Quintero. Ausilio ha parlato ieri con Delli Carri, ds del Pescara, ed ha provato ad intavolare una trattativa per il classe ’93, che comunque rappresenta una buona idea per il futuro, ma non una soluzione nell’immediato per trovare la qualificazione alla prossima Champions League.

– Con gli abruzzesi, il colombiano, ha fin qui collezionato 14 presenze siglando una rete e mettendo a segno due assist. Relativamente bassa, però, la media minuti giocati: 65’ per un totale di 917 minuti.

 

INTER: SI NAVIGA A VISTA. DOV’E’ IL PROGETTO LANCIATO IN ESTATE? – L’unica fin qui nota positiva del mercato interista è l’aver bloccato, per giugno, Nicola Bellomo, giovane centrocampista offensivo del Bari che ricorda, almeno per le origini, Cassano.

– Per il resto Moratti & Co. hanno gestito, malamente, il caso Sneijder, hanno puntato tutto sul 35enne Tommaso Rocchi come vice-Milito e si sono fatti sfuggire il baby Saponara, sul quale stavano lavorando da diverse settimane.

– Le altre idee sono quelle di sostituire Jonathan con Schelotto, che non sembra poter dare maggiori affidabilità del brasiliano o di Alvaro Pereira, arrivato a fine agosto dopo quasi un mese di flirt per 11,5 milioni di euro e utilizzato fin qui per meno di 900 minuti in campionato.

– Qualche altro movimento per giugno è stato definito: il progetto giovani lanciato nell’estate 2012 proseguirà con l’ingaggio di Hugo Campagnaro, difensore 33enne del Napoli, e di Marco Andreolli, 27enne cresciuto nella Primavera neroazzurra e diventato un perno difensivo del Chievo.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Saponara al Milan, scopriamo tutto del nuovo acquisto rossonero per giugno 2013

Calciomercato Milan: Robinho al Santos, Abate allo Zenit, arrivo di Santon; news su Balotelli, Boateng, Destro e Drogba

Rocchi va all’Inter, ora si tratta per Sorrentino, Andreolli e Schelotto

Pato lascia il Milan, il Papero va al Conrinthians per 15 milioni di euro

Calciomercato Inter e Milangennaio 2013: Consigli, Llorente, Lampard, Walcott e Cole

Inter: Ranocchia squalificato due turni; Rocchi o Pinilla come vice-Milito; novità per Paulinho e Sneijder

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here