Inter Cluj 2 a 0 andata Europa League Sedicesimi di finale, vittoria molto amara

L’Inter domina il Cluj grazie ad una doppietta di Palacio ed ipoteca la qualificazione agli Ottavi di finale di Europa League; la serata, però, diventa nera per il grave infortunio occorso a Diego Milito: lesione al collaterale e al crociato anteriore con interessamento della capsula. Stagione finita, a rischio la carriera.

 

Stramaccioni, per il match di Europa League, si affida nuovamente alla difesa a quattro; davanti ad Handanovic spazio a Nagatomo e l’ex Pereira sulle fasce con Ranocchia e Juan Jesus in mezzo. A centrocampo arriva l’esordio a San Siro di Kovacic, affiancato da Gargano e Cambiasso In avanti tridente formato da Guarin, Cassano e Milito.

 

I romeni si affidano a Maah e Rui Pedro di punte. Dietro di loro spazio per Rada, Godemeche, Muresan e Sepsi. In difesa, davanti a Felgueiras, spazio a Ivo Pinto, Cadù, Piccolo e Camora.

 

Parte subito forte il Cluj: dopo soli due minuti ci prova Godeneche dalla distanza. Palla che sfila a lato; pochi secondi dopo brutto intervento di Pereira su Rui Pedro: Maah, dopo una respinta di Silvestre, non trova la porta.

 

Al 7’ contrasto tra Milito e Piccolo: la punta argentina cade malissimo ed il ginocchio compie una torsione molto innaturale; il Principe chiede il cambio: al suo posto, due minuti dopo, entra Palacio. Si teme per le sorti dell’interista.

 

L’infortunio a Milito si fa sentire ed i neroazzurri faticano a creare delle occasioni da rete; al 17’ prima vera palla-gol per l’Inter: Cassano lancia Cambiasso. L’argentino, invece che provare la conclusione, cerca l’assist per Palacio. Nulla di fatto.

 

È il preludio a quanto accade al 20’: Guarin anticipa Sepsi e serve Palacio che, da ottima posizione, buca Felgueiras. L’argentino porta in vantaggio i neroazzurri. Al 23’ arriva la reazione dei romeni: Rui Pedro, a pochi passi da Handanovic, non riesce a trovare l’impatto con la sfera.

 

Il Cluj sembra accusare lo svantaggio e nei minuti finali del primo tempo succede veramente poco, se non qualche rude intervento da parte di Nagatomo, Pereira e Godeneche, il quale viene sostituito per un infortunio patito durante uno scontro con Pereira. Al suo posto entra Maftei.

 

Buona chance per l’Inter al 44’: bella combinazione tra Palacio e Cassano con il secondo che, però, non trova la palla e si fa anticipare da Felgueiras. Al 48’ si fa vedere in avanti anche Kovacic: la stellina interista ruba palla sulla mediana e va alla conclusione dai venti metri: sfera fuori non di molto.

 

Il finale di tempo ci riserva un miracolo di Handanovic che mura la conclusione di Rada. La prima frazione termina così: 1 a 0 per l’Inter. Partita molto ruvida a San Siro con i neroazzurri che hanno sfruttato al meglio l’unica palla-gol vera creata.

 

La ripresa inizia con gli stessi effettivi; al 50’ lancio millimetrico di Cassano per Guarin; il colombiano punta Piccolo, ma si fa rubare palla. Pochi minuti dopo ci prova il barese: la sua conclusione, da dentro l’area di rigore, si spegne a lato.

 

Al 60’ brutta palla persa a metà campo da Kovacic; il Cluj parte in contropiede, ma Muresan spreca tutto calciando ampiamente fuori dallo specchio della porta. Al 68’ altro errore per il giovane croato: tenta l’apertura illuminante per Cassano, ma sbaglia tutto.

 

Al 73’ secondo cambio per Stramaccioni: entra Alvarez al posto di un brillante e volitivo Cassano.  In questi minuti succede veramente poco; anche il Cluj cambia ed entrano Hora e Bjelanovic al posto di Maah e Rui Pedro.

 

Nel finale c’è tempo per il raddoppio: è l’87’ quando Palacio, con un pallonetto delizioso, supera Felgueiras e deposita in rete sfruttando al meglio un grande assist di Kovacic. 2 a 0 per l’Inter e seria ipoteca sulla qualificazione.

 

Un minuto dopo Stramaccioni regala gli applausi a Kovacic; il posto del croato viene preso da Jonathan. Nel recupero Guarin tenta il tris: la sua conclusione, su assist di Alvarez, termina a lato.

 

Finisce qui: 2 a 0 grazie alla doppietta di Palacio. Risultati decisamente meno brillanti per le altre italiane: il Napoli perde 3 a 0 al San Paolo contro il Viktoria Plzen, mentre la Lazio non va oltre il 3 a 3 contro il Borussia M’Gladbach.

 

Il tour de force per l’Inter è iniziato: domenica alle 20.45 trasferta con la Fiorentina, poi giovedì alle 19.00 in Romania per il ritorno dei Sedicesimi di Europa League ed, infine, domenica 24 febbraio ore 20.45 derby di Milano contro i rossoneri.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Analisi Inter Cluj sedicesimi di finale Europa League giovedì 14 febbraio 2012, curiosità, dettagli, paragoni

Inter – Chievo 3 a 1 Serie A ventiquattresima giornata, i nerazzurri tornano alla vittoria

Siena – Inter 3 a 1 Serie A ventitreesima giornata, brutta prova per i nerazzurri

Calcio italiano, conclusioni dell’inchiesta di Cronacamilano sul calcio nel nostro Paese

Analisi sorteggi Milan Champions League e Inter Europa League 20 dicembre 2012: elenco gironi, classifiche, info

 

Matteo Torti