Barcellona – Milan 4 a 0 ritorno Champions League Ottavi di finale, si spengono le speranze del Diavolo

La mini crisi del Barcellona è ufficialmente terminata. Dopo la sconfitta dell’andata con i rossoneri e le due per mano del Real Madrid, la squadra di Vilanova e Roura si riprende ciò che le spetta. Il Camp Nou è lo spettatore di un grande match; Messi torna ad incantare e tutta la squadra lo segue. Il Milan non può nulla. Ai Quarti approdano i catalani.

 

Ci siamo. Il return match del derby del Mondo ha inizio. Al Camp Nou va in scena l’ottavo di finale che, con Real Madrid – Manchester United, ha maggiormente entusiasmato gli appassionati di calcio.

 

Allegri, forte del 2 a 0 dell’andata, conferma il tridente con El Shaarawi, Niang e Boateng. Dietro di loro spazio per Montolivo, capitan Ambrosini e Flamini. In difesa, davanti ad Abbiati, dentro Abate e Constant sulle fasce con Mexes e Zapata in mezzo.

 

Roura, invece, mette in campo una formazione super offensiva: 3-3-4 con Dani Alves, Pedro, Messi e Villa in avanti. Dietro di loro spazio per Xavi, Busquets ed Iniesta. In difesa, davanti a Valdes, trovano posto Piquè, Mascherano e Jordi Alba.

 

Sin dai primi secondi sono i catalani a prendere in mano la manovra ed a dare il via al tiki-tika che li contraddistingue.

 

Al 7’ il Barcellona va subito in vantaggio: a Messi viene lasciato troppo spazio da Ambrosini, Montolivo, Mexes e Zapata. L’argentino, evanescente all’andata, supera Abbiati con un mancino preciso che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Per il Milan si mette male la serata.

 

Al 9’ i rossoneri tentano una reazione: capovolgimento di fronte di Boateng per El Shaarawi che, entrato in area, si allunga il pallone con il petto e non riesce ad imprimere la forza necessaria alla sua conclusione. Valdes para agevolmente.

 

All’11’ episodio dubbio in area rossonera: Abate entra in contatto con Pedro, ma Kassai decide di non punire l’intervento del laterale milanista. Pochi secondi dopo brutta palla persa da Ambrosini che, per poco, non manda Messi in porta.

 

Al 12’ ancora blaugrana in avanti: grande tiro di Iniesta dal limite dell’area e miracolo di Abbiati che respinge la sfera aiutandosi con la traversa.

 

Al 16’ ancora difesa milanista imprecisa: Abate non vede l’arrivo di Villa e rischia di favorire lo spagnolo. Pochi secondi dopo grande conclusione di Xavi: Abbiati, anche in questo caso, si supera e manda in angolo.

 

Al 22’ primo giallo del match: Kassai sventola il cartellino a Boateng, autore di uno sgambetto su Iniesta.

 

Al 29’ i rossoneri provano ad affacciarsi dalla propria metà campo con Boateng che, però, non è preciso nel cercare il passaggio per El Shaarawi. Pochi secondi dopo l’italo-egiziano tenta di sorprendere Valdes con una rovesciata su assist di Niang: nulla di fatto.

 

Al 33’ ancora El Shaarawi: questa volta è Ambrosini a lanciarlo; l’ex Genoa entra in area e va al tiro di interno destro. Conclusione debole e centrale. Valdes para.

 

Al 38’ grande occasione per il Diavolo: Niang approfitta dell’errore di Mascherano e si invola, da solo, nell’area del Barcellona. Il giovane francese, dai quindici metri, angola troppo e manda sul palo. In una gara così delicata non si possono fallire queste chance.

 

E qui si abbatte il proverbio: gol fallito, gol subito. Passano cinquanta secondi e Messi, dal limite dell’area, angola bene con il mancino. Abbiati non può nulla: 2 a 0 per i catalani. Al 41’ primo giallo anche per gli uomini di Roura: è Pedro ad essere ammonito. Al 46’ giallo anche per Flamini, che stende Pedro a centrocampo.

 

Dopo due minuti di recupero termina la prima frazione di gioco; il Barcellona ha recuperato, in questi primi quarantacinque minuti, lo svantaggio dell’andata. Il Milan deve recriminare per i troppi errori nei passaggi e per il palo colpito da Niang al 38’. Se il francese avesse segnato, il prosieguo del match sarebbe stato evidentemente diverso.

 

La ripresa inizia senza cambi: in campo gli stessi ventidue del primo tempo. Al 47’ subito errore di Constant che, sulla mediana, si fa rubare palla e fa ripartire Messi che, arrivato al limite dell’area, va al tiro. Conclusione non particolarmente brillante: Abbiati para a terra.

 

Al 49’ viene ammonito anche Ambrosini: il capitano rossonero atterra Messi. Due minuti più tardi ammonito, giustamente, anche Mexes; anche il francese è costretto ad usare le “cattive” per fermare Messi.

 

Non c’è niente da fare: al 55’ arriva anche il terzo gol. Grande anticipo di Mascherano e palla per Villa che, dall’out destro, approfitta del mancato intervento di Constant e supera Abbiati. 3 a 0 al Camp Nou: ora il Milan è fuori.

 

Al 59’ Allegri decide che è arrivato il momento di un doppio cambio: entrano Muntari e Robinho al posto di Ambrosini e Niang. Sono sempre i padroni di casa a comandare il gioco: al 61’ è Messi a provare il grande gol dai trenta metri; palla alta.

 

Al 68’ buona opportunità per il Milan: cross dalla destra di Abate e palla che arriva a Montolivo; la conclusione dell’ex Fiorentina, però, si spegne sulla schiena di Mascherano. Al 75’ doppio cambio: fuori Villa e dentro Sanchez per il Barça e dentro Bojan al posto di Flamini nel Milan.

 

Al 76’ esce zoppicando Mascherano: al posto dell’argentino entra capitan Puyol. All’81’ ottimo spunto di Bojan che, dall’out sinistro, va al cross per Robinho. Il brasiliano, da pochi metri, non riesce a superare Jordi Alba, autore di un ottimo intervento in ripiegamento.

 

All’83’ terzo ed ultimo cambio per il Barça: entra Adriano per Pedro. Al 92’ i rossoneri potrebbero battere un calcio di punizione interessante, ma litigano con il pallone e concedono il contropiede al duo Messi-Sanchez, finalizzato da Jordi Alba. 4 a 0.

 

Finisce qui: 4 a 0 per il Barcellona. I rossoneri hanno sembrato pagare la poca esperienza in campo europeo di molti giocatori schierati in campo; Constant e Niang su tutti. L’unica nota lieta della serata riguarda Robinho, che quando è entrato è sembrato essere molto pimpante e decisamente più mobile rispetto alle ultime uscite.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Anteprima Barcellona – Milan Champions League ritorno Ottavi di finale 12 marzo 2013, analisi, formazioni e curiosità

Genoa Milan 0 a 2 Serie A ventottesima giornata, rossoneri cinici e fortunati

Milan – Lazio 3 a 0 Serie A ventisettesima giornata, Pazzini spacca il match

Inter – Milan 1 a 1 Serie A ventiseiesima giornata, Schelotto risponde ad El Shaarawi

Milan – Barcellona 2 a 0 andata Ottavi di finale Champions League, ecco a voi la partita perfetta

 

Matteo Torti

foto: Wikipedia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here