Calciomercato Milan estate 2013: parliamo di Robinho, Zapata, Bojan, Kucka, Bertolacci, Jorginho e Benatia

L’acquisto, a fine gennaio 2013, di Balotelli ha ridato entusiasmo e sicurezza ad un ambiente, quello rossonero, che nell’estate del 2012 aveva dovuto assistere allo smembramento di una intera squadra tra addii dei senatori – Nesta, Gattuso, Seedorf ed Inzaghi su tutti – e partenze eccellenti – Thiago Silva ed Ibrahimovic. La strada intrapresa è quella dei giovani; i risultati sembrano dar ragione alla nuova strategia targata Galliani.

 

 

UNA STAGIONE AL DI SOPRA DELLE ATTESE – Dopo i 7 punti conquistati nelle prime otto giornate, in pochi credevano che il Diavolo potesse risorgere dalle proprie ceneri ed arrivare, in primavera, a lottare per il secondo posto in campionato.

– La società ha difeso costantemente l’allenatore ed Allegri ha fatto del suo meglio per assemblare una squadra costruita a fine agosto. I risultati, seppur con un po’ di giornate di ritardo, sono arrivati ed i 47 punti conquistati nelle ultime 21 giornate ne sono la riprova.

– Ciò che fino ad inizio autunno sembrava un irrealizzabile sogno, la qualificazione alla prossima Champions League, è ora un traguardo alla portata del Milan. I 3 punti di vantaggio sulla Fiorentina ed i 7 da Lazio, Roma ed Inter danno una certa sicurezza.

– Questo, ovviamente, genera degli effetti positivi sul fronte mercato. Due sono le certezze: non ci saranno partenze eccellenti e non ci saranno spese folli, visto anche i 20 milioni di euro spesi a gennaio per vestire di rossonero Balotelli. Piuttosto: colpi mirati per proseguire il progetto giovani e rafforzare quei reparti ancora in fase di costruzione.

 

INIZIAMO DAI PARTENTI … – Tra giovani rampanti, acquisti intelligenti e giocatori ritrovati, qualche protagonista delle scorse stagioni si è perso durante questa annata. Su tutti possiamo menzionare Nocerino e Robinho.

– Il centrocampista italiano nel 2011-2012 aveva collezionato 11 reti in 48 partite; quest’anno, invece, il tabellino è impietoso: 23 presenze e due sole reti in Serie A, contro Pescara e Torino. La mezz’ala prelevata al 31 agosto del 2011 dal Palermo ha deluso le attese. Il Napoli lo cerca: per 4 milioni di euro potrebbe partire.

– Discorso simile per Robinho che, dopo due annate da protagonista, ha faticato e non poco a trovare la giusta condizione fisica per poter far bene anche durante questa stagione. Il Brasile lo alletta, il Santos lo rivuole. A gennaio il trasferimento non si è concretizzato; a luglio sarà divorzio: anche in questo caso 4/5 milioni di euro l’incasso.

 

… PROSEGUIAMO CON LE SCADENZE … – Oltre che dalle cessioni, il mercato rossonero passa anche dagli eventuali rinnovi. Galliani, da due stagioni a questa parte, ha scelto di discutere dei contratti in scadenza solamente a maggio, a fine campionato. Questo punto interessa Abbiati, Bonera, Yepes, Ambrosini e Flamini.

– L’estremo difensore è uno dei pilastri dello spogliatoio ed uno dei prediletti di Adriano Galliani; possibile il rinnovo per un altro anno, in attesa che Gabriel – portiere della Primavera – possa completare il suo processo di maturazione. L’alternativa è l’acquisto di Consigli dell’Atalanta.

– Passiamo alla difesa. Uno tra Bonera e Yepes rinnoverà. Il pubblico è diviso: c’è chi preferisce la solidità dell’italiano, che però è sempre alle prese con fastidi muscolari, e chi l’esperienza del colombiano, ancora titolare nella sua nazionale. Ne rimarrà soltanto uno: Bonera è favorito.

– Capitolo centrocampo. Qui dovrebbero rimanere entrambi. Ambrosini, quest’anno, ha dimostrato di cavarsela ancora bene nelle partite in cui è stato chiamato in causa. Il francese, invece, sta giocando la sua migliore stagione in rossonero.

 

… CHIUDIAMO CON I RISCATTI – Zapata e Bojan. Sono loro i giocatori che, nell’estate 2012, i rossoneri hanno acquistato in prestito con diritto di riscatto. Il loro futuro è ancora incerto.

– Il colombiano dopo una partenza negativa, sembra essere tornato sui livelli di Udine; non convince ancora visto che, spesso, è autore di incertezze e “vuoti” di concentrazione. Dal Villareal confermano: “Al momento non ci sono novità circa la posizione di Zapata. Non è il momento di parlarne e in ogni caso il Milan non ci ha ancora chiamato per intavolare la trattativa”.

– Sul catalano, invece, il dubbio principale è il prezzo. L’estate scorsa è stato fissato a 15 milioni, ma Galliani vorrebbe ottenere uno sconto del 50%. Bojan ha avuto, fin qui, un andamento molto altalenante. Sotto i 7 milioni si può fare, sopra no.

 

MIGLIORARE IL CENTROCAMPO – Se portiere ed attacco sembrano a posto, i reparti che necessitano un’aggiustata sono la difesa ed il centrocampo. Iniziamo da quest’ultimo.

– La prossima stagione il Milan potrà contare sul ritorno in campo di De Jong, fuori dal 9 dicembre 2012 per la rottura sottocutanea del tendine d’achille e sulla promozione dalla Primavera di Bryan Cristante, il futuro Montolivo.

– L’olandese e l’italiano completeranno un reparto che vanta Montolivo, Flamini, Muntari ed Ambrosini. La partenza di Nocerino, invece, aprirà le porte di Milanello a Juraj Kucka. Lo slovacco, in forza al Genoa, è il rinforzo prescelto per la mediana rossonera.

– Centrocampista moderno, dotato di ottima forza fisica e di buona visione di gioco, il classe ’87 è da due anni nel mirino delle società milanesi. Nel 2011 l’Inter aveva acquistato la metà del suo cartellino, che però venne riscattato per intero dal Genoa.

– Allegri lo apprezza molto e Galliani, anche visto gli ottimi rapporti con Preziosi, sembra intenzionato a soddisfare la richiesta del tecnico. Lo slovacco, autore di 3 reti in 24 partite durante questa stagione, potrebbe diventare titolare al fianco di Montolivo e De Jong.

 

L’ASSE CON IL GENOA NON FINISCE QUI – Oltre a Kucka, sono altri due i genoani nel mirino del Milan. Stiamo parlando di Luca Antonelli e di Andrea Bertolacci.

– Il primo, esterno sinistro di difesa, è cresciuto nelle giovanili del Milan ed, in casa rossonera, dovrebbe prendere il posto di Luca Antonini. Dal 2008 gioca stabilmente in Serie A: tre stagioni con il Parma e due e mezzo con il Genoa. In totale 99 presenze nella massima serie.

– Decisamente più complicato il fronte per portare a Milanello Bertocalli. Il centrocampista 22enne, che in terra ligure ha giocato sia da mezz’ala che da trequartista, è in comproprietà con la Roma.

– L’obiettivo dell’ad rossonero è quello di acquistare la metà genoana per poi trattare l’altra parte con la società capitolina. 2 milioni di euro la base d’asta con Preziosi.

– Non si può non menzionare, poi, Mattia Perin. Il portiere classe ’92, in forza al Pescara, il prossimo anno vestirà quasi sicuramente la maglia dei Grifone. Possibile, però, che la dirigenza del Diavolo se ne assicuri una metà.

 

CAPITOLO GIOVANI PROMESSE – Dopo El Shaarawi, Niang, De Sciglio, Saponara, Salamon e Balotelli continua ad alimentarsi il progetto giovani del Milan. Il prossimo potrebbe essere Jorginho.

– Il centrocampista dell’Hellas Verona, classe ‘91’, è una delle rivelazioni dell’anno in Serie B. Con i veneti ha disputato 31 match siglando una rete. Il suo ruolo ideale è quello di schermo davanti la difesa, anche se a volte gioca anche da mezz’ala destra.

– La valutazione è da giovane promessa: 4 milioni di euro per l’intero cartellino. Il procuratore, Joao Santos, conferma: “Finora nessuno del Milan ha parlato con me. Ovvio che se ci fosse un’offerta dei rossoneri il ragazzo avrebbe tutto l’interesse ad accettare”.

– Non solo Jorginho. I rossoneri monitorano con un certo interesse anche Simone Zaza. La punta italiana, in forza all’Ascoli ma di proprietà della Sampdoria, sta ben figurando nella serie cadetta. 18 reti in 28 partite. Il cartellino vale 5 milioni di euro; c’è da battere la concorrenza di Juventus e Napoli.

 

CHIUDIAMO CON UNA SORPRESA: BENATIA – L’attacco del Milan è di quelli da grande squadra. I campionati, però, si vincono con la difesa. Ed il reparto difensivo dei rossoneri è sicuramente migliorabile.

– Trovare un erede di Thiago Silva non sarà facile; acquistare un buon giocatore su cui fare affidamento per i prossimi quattro o cinque anni è l’obiettivo. Nella rosa dei papabili troviamo, su tutti, Benatia.

– Il marocchino in forza all’Udinese, classe ’87, non sta vivendo una stagione brillante a causa di una serie infinita di infortuni. In passato, però, ha dimostrato di valere i 12 milioni di euro del suo cartellino.

– E’ lo stesso centrale difensivo a confermare una sua possibile partenza: “E’ chiaro, l’Udinese per sopravvivere deve vendere dei giocatori. Certo se arrivasse una grande squadra e se l’Udinese fosse contenta se ne potrebbe anche parlare”.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Napoli, Milan, Fiorentina, Lazio, Inter e Roma: parte la rincorsa per la prossima ChampionsLeague

Calciomercato 2013 Inter e Milan, diamo il voto alle due società milanesi

Balotelli al Milan ufficiale, SuperMario oggi sosterrà le visite mediche

 

Ricavi società calcio Deloitte, l’analisi di Italia, Spagna, Inghilterra, Germania e Francia

 

Matteo Torti

1 COMMENTO

  1. consiglierei al pelato di assumere oronzo canà e aristoteles queste sono òe due perle che farebbero fare un salto di qualità a questo milan ridicolo………hahahahahaha

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here