Chievo Milan 0 a 1 Serie A trentesima giornata, decide Montolivo

Il terzo posto, valido per la qualificazione via preliminari alla Champions League, è praticamente in cassaforte. I rossoneri hanno vinto da grande squadra nella trasferta di Verona. Le occasioni da rete non sono state molte, ma il gol è arrivato ugualmente: decisivo Montolivo. Altra prestazione super per Balotelli che ha procurato ammonizioni all’intero reparto difensivo dei clivensi.

 

Dopo le sconfitte di questo pomeriggio di Fiorentina, Inter e Roma, il Milan ha l’obbligo di portare a casa punti nella delicata trasferta di Verona contro il Chievo per poter mettere in cassaforte il terzo posto. Diavolo che scende in campo con il lutto al braccio per la tragica scomparsa, in un incidente stradale, di Claudio Lippi, storico giornalista di Milan Channel.

 

Per farlo Allegri si affida al tridente formato da El Shaarawi, Balotelli e Robinho. Dietro di loro spazio a Montolivo, Ambrosini e Muntari. In difesa, davanti ad Abbiati, sarà Bonera a sostituire Zapata e ad affiancarsi a Mexes. Abate e De Sciglio sulle fasce.

 

Corini, invece, punta tutto su Paloschi e Thereau. Dietro di loro centroacmpo a tre con Dramè, Rigoni e Cofie. In difesa, davanti a Puggioni, spazio per Frey, Andreolli, Dainelli, Cesar e Guana.

 

Dopo sessanta secondi subito cross in mezzo di Abate per Balotelli; la punta rossonera prova la sforbiciata, ma commette fallo. La partita stenta a decollare, il campo pesante influisce negativamente. Al 9’ ci prova Muntari: palla in angolo.

 

Al 13’ Chievo molto vicino al gol: batti e ribatti in area rossonera con Thereau che va al cross. Mexes devia la sfera, ma Bonera è bravo a coprire Abbiati che blocca. Era in agguato Paloschi. Al 16’ fallo di reazione di Balotelli: giallo per lui.

 

Non è una bella partita. Al 21’ ci prova il Chievo, ma la sortita di Dramè e la conclusione di Thereau non sortiscono l’effetto sperato. Al 23’ contatto a palla lontana tra Balotelli e Cesar: Celi non prende alcun provvedimento verso il difensore clivense, è solo punizione.

 

Della punizione si incarica Balotelli: la sua conclusione potente viene respinta da Puggioni, sulla la sfera si avventa Montolivo che ribatte in rete. Rossoneri in vantaggio.

 

Il Chievo non ci sta e reagisce fisicamente: al 26’ entrataccia di Dramè su Abate; giallo per lui. Ha rischiato di finire negli spogliatoi anzitempo. Al 29’ doppio intervento di Guana su Ambrosini prima e Montolivo poi. Ci stava il giallo.

 

Al 33’ altro intervento duro su Balotelli: questa volta il protagonista è Dainelli, giallo anche per lui. Della punizione si incarica sempre SuperMario: Puggioni blocca la sfera in due tempi. Discorso simile al 40’: anche in questo caso l’estremo difensore clivense blocca in due tempi.

 

Il primo tempo non regala altre emozioni. Fin qui non è stato un match particolarmente entusiasmante, ma i rossoneri hanno avuto il merito di trovare la via del gol nell’unica occasione da gol creata. Bravo Montolivo ad approfittare della respinta corta di Puggioni.

 

La ripresa inizia subito con un cambio per il Chievo: Corini decide di inserire Stoian per Guana. Dopo quattro minuti giallo anche per Cofie: il centrocampista casalingo interviene fallosamente su Balotelli. SuperMario ci prova nuovamente su punizione: Puggioni manda in angolo con i pugni.

 

Al 52’ è Muntari, dai trenta metri, ad andare alla conclusione; sfera che termina a lato. Al 54’ pericoloso il Chievo con Andreolli che, lasciato completamente libero in area di rigore, non riesce ad agganciare palla davanti ad Abbiati. Il portiere del Diavolo blocca.

 

Al 59’ si fanno vedere i rossoneri con Abate che, dalla destra, supera agevolmente Cesar e va al cross, dove però Balotelli viene anticipato. Al 61’ Celi sventola il giallo a Cesar: altro intervento su Mario Balotelli. Secondo cambio per Corini: dentro Luciano al posto di Frey.

 

Al 63’ altro episodio della personalissima sfida tra Balotelli e Puggioni: anche in questo caso il portiere è costretto a respingere con i pugni una punizione potente dell’ex City. Al 66’ occasione d’oro per Robinho: il brasiliano, ispirato da Montolivo, entra in area dalla fascia destra e va al tiro; Puggioni respinge.

 

Al 66’ grande giocata di Luciano che, dai venticinque metri, aggancia di destro e va al tiro di sinistro. Abbiati alza sopra la traversa: che gol che ha evitato l’estremo difensore di Abbiategrasso.

 

Al 70’ Balotelli supera di slancio Andreolli; il difensore, cresciuto nelle giovanili dell’Inter, lo trattiene vistosamente. Giallo anche per lui. Al 72’ slalomeggia El Shaarawi nell’area avversaria, ma il suo assist a Balotelli viene intercettato ed allontanato da Dainelli.

 

Poco dopo terzo ed ultimo cambio per Corini: dentro Pellissier al posto di Paloschi; nessun pallone giocabile per l’ex Milan. Al 74’ è Muntari ad andare in percussione dalla sinistra: palla in mezzo per Ambrosini, che però si fa anticipare da Puggioni.

 

Al 77’ altro giallo conquistato da Balotelli: questa volta è Dainelli, peraltro già ammonito, a fermare SuperMario lanciato verso la porta avversaria. Il Chievo resta in dieci. Giusta la decisione di Celi. E’ sempre SuperMario vs. Puggioni: ancora respinta con i pugni per il portiere clivense.

 

Dagli sviluppi del corner deviazione verso la propria porta di Andreolli: rischio autogol per gli uomini allenati da Corini. La squadra veneta termina il match, di fatto, in nove visto che Dramé, dolorante alla spalla, è in campo solo perché i cambi sono stati esauriti.

 

All’84’ primo cambio per Allegri: fuori Robinho, poco vivace, e dentro Niang. Nei minuti finali non succede più nulla; al 93’ l’arbitro fischia la fine. Al Bentegodi il Milan passa 1 a 0.

 

Fondamentale vittoria per i rossoneri che salgono a 57 punti e, in attesa della sfida tra Torino e Napoli delle 21.00, guadagnano punti importanti sulla Fiorentina (distante ora 6 punti), sull’Inter e sulla Roma (distanti 10 punti). Tiene il passo del Diavolo solamente la Lazio, vittoriosa nella gara casalinga contro il Catania e, comunque, a quota 50.

 

Allegri potrà beneficiare di una settimana di pausa in cui dovrà preparare al meglio la delicata trasferta di Firenze; contro gli uomini di Montella, i rossoneri giocheranno domenica 7 aprile 2013 alle ore 12.30.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

 

Leggi anche:

 

Inter – Juventus 1 a 2 Serie A trentesima giornata, continua la crisi neroazzurra

 

Anteprima Inter – Juventus sabato 30 marzo 2013, analisi, formazioni, precedenti e curiosità

 

Campagnaro, Andreolli, Laxalt, Botta e Icardi all’Inter, al via ilCalciomercato dell’estate 2013

 

Calciomercato Milan estate 2013: parliamo di Robinho, Zapata, Bojan, Kucka, Bertolacci, Jorginho e Benatia

 

Napoli, Milan, Fiorentina, Lazio, Inter e Roma: parte la rincorsa per la prossima ChampionsLeague

 

Matteo Torti