Anteprima Juventus Milan 21 aprile 2013, analisi, probabili formazioni e precedenti

Il trittico di ferro dei rossoneri si chiuderà domenica 21 aprile 2013 alle 22.45 circa, quando sarà fischiata la fine di Juventus – Milan. Dopo Fiorentina a Firenze e Napoli a San Siro, Allegri si trova di fronte, allo Stadium di Torino, i bianconeri di Conte. Con o, come più probabile, senza Balotelli sarà El Shaarawi a doversi caricare la squadra sulle spalle.

 

LE ALTRE SFIDE DI QUESTA STAGIONE – E’ la seconda volta che, in questa stagione, Allegri e Conte si trovano di fronte allo Juventus Stadium.

– Il precedente match fu quello che consentì ai bianconeri di approdare alle Semifinali di Coppa Italia e che si concluse sul 2 a 1 il 9 gennaio 2013. Decisivi, in quella occasione, le reti di Giovinco e, durante il primo tempo supplementare, di Vucinic che ribaltarono l’iniziale gol di El Shaarawi.

– In Serie A, invece, Milan e Juventus si sono già affrontate a San Siro il 25 novembre del 2012: in quell’occasione decisivo fu il rigore trasformato da Robinho al 31’ per un fallo di mano di Isla.

– Il match d’andata, assieme al pareggio conquistato contro il Napoli, fu la svolta della stagione per Allegri & Co. che, da lì, hanno messo a segno la bellezza di 41 punti in 18 partite, mentre nelle precedenti.

 

IL MOMENTO DEL MILAN – Dopo il doppio pareggio contro Fiorentina e Napoli continua la serie positiva del Milan che, in questo girone di ritorno, è imbattuto ed ha conquistato 29 punti sui 39 disponibili, frutto di 8 vittorie e 5 pareggi.

– Nonostante i numeri mostrano una squadra in grande spolvero, nel ritorno la media punti è di 2,23 a partita, il Diavolo sembra in fase calante rispetto ai match a cavallo tra il 2012 ed il 2013.

– Basta guardare le ultime cinque partite: le tre vittorie, conquistate contro Genoa, Palermo e Chievo, sono arrivate grazie ad episodi dei singoli, nella fattispecie Balotelli, e senza il bel gioco che ha contraddistinto la cavalcata delle settimane precedenti.

– Un capitolo a parte merita El Shaarawi, autore di 14 reti nel girone d’andata e, fin qui, di sole due marcature nel girone di ritorno. Allegri, domenica scorsa, l’ha tenuto fuori: c’è chi parla di scelta tecnica e chi di riposo pre-Juventus. L’ipotesi migliore, comunque, appare quella di una “mini-punizione” per farlo tornare umile e volenteroso come nei mesi scorsi.

– L’italo-egiziano, comunque, ha smorzato ogni polemica dichiarando: “E’ stata una scelta tecnica del mister che rispetto, come ho sempre rispettato le sostituzioni in passato. Non c’è niente tra me e lui. C’è un bel rapporto, non c’è niente di problematico tra me e il mister. C’è sempre stato un bellissimo rapporto con lui. Lui mi ha dato tantissima fiducia, non c’è nessun problema”.

 

IL MOMENTO DELLA JUVENTUS – Una stagione a due facce per la Juventus: ottima in Serie A ed opaca, almeno nel momento decisivo, in Champions League.

– Partiamo dall’Europa. Le vittorie, nella fase a gironi, contro Chelsea e Shaktar Donetzk avevano illuso; in molti, da lì in avanti, hanno iniziato a pensare ed a proiettare i bianconeri in finale. I conti, però, si sono fatti nelle due sfide contro il Bayern Monaco ai Quarti di finale: 4 reti prese e nessun gol realizzato.

– In Serie A, invece, il ritmo e la brillantezza è completamente diversa. Lo dimostra la bella e netta vittoria ottenuta lunedì sera contro la Lazio. Con quei tre punti i bianconeri sono saliti a quota 74, distanziando di 11 lunghezze il Napoli e, di fatto, chiudendo, semmai ce ne fosse ancora bisogno, il campionato.

– Dopo aver battuto, tra andata e ritorno, Roma, Napoli, Fiorentina, Inter e Lazio, i rossoneri sono l’unica big su cui i bianconeri non hanno ancora avuto la meglio contando unicamente le gare di Serie A. L’occasione per chiudere il cerchio si presenta domenica sera.

 

JUVENTUS vs. MILAN: I PRECEDENTI – A partire dall’8 dicembre del 1929 sono 77 i match disputati in campionato a Torino; il bilancio è favorevole ai bianconeri con 35 vittorie, 21 pareggi ed altrettante vittorie del Milan. Anche il computo delle reti è positivo alla squadra allenata da Conte: 120 le reti fatte e 95 quelle subite.

– Nel girone di ritorno, gli ultimi cinque incroci tra Juventus e Milan a Torino vedono i bianconeri vittoriosi due volte, nella stagione 2001-02 (1-0) e nella stagione 2007-08 (3-2). Poi due vittorie per il Milan, nel 2003-04 (1-3) e nel 2010-11 (0-1) ed un pareggio, per 0 a 0, nel 2005-06.

– Domenica sera, tra campo e panchina, saranno cinque gli ex presenti. Nel Milan troviamo Abbiati, prestato alla Vecchia Signora nella stagione 2004-05, e Nocerino, cresciuto nel settore giovanile dei bianconeri ed arrivato in prima squadra nel 2007-08. Tra i bianconeri, invece, spicca Andrea Pirlo al Milan dalla stagione 2001-02 al 2010-11; oltre al bresciano anche Storari e Matri.

 

L’APPUNTAMENTO – In attesa di conoscere chi dirigerà la sfida e se la squalifica a Balotelli sarà, o meno, annullata o ridotta, non ci resta che ricordarvi l’appuntamento.

– Juventus – Milan andrà in scena, allo Juventus Stadium di Torino, domenica 21 aprile 2013 alle ore 20.45.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Ibra: un’utopia chiamata Champions

Milan – Napoli 1 a 1 Serie A trentaduesima giornata, Pandev risponde a Flamini

Anteprima Milan – Napoli 14 aprile 2013, Serie A trentaduesima giornata: formazioni, squalifiche e precedenti

 

Polemica Milan – Inter, Bonolis sul rigore della discordia: “Vogliono portare il Milan in Champions”

 

Napoli, Milan, Fiorentina, Lazio, Inter e Roma: parte la rincorsa per la prossima ChampionsLeague

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here