Napoli – Inter 3 a 1 Serie A trentacinquesima giornata, Cavani mattatore del posticipo

5 sconfitte in 6 match sono veramente tante. Stasera, almeno per un tempo, si è però finalmente vista una squadra, quella neraozzurra, pimpante, volitiva, propositiva e briosa tanto da riuscire a tenere testa al Napoli. Contro un Cavani in queste condizioni, però, non si può chiedere altro: tripletta per l’argentino e secondo posto quasi matematico per i partenopei. L’Inter, invece, vede allontanarsi l’Europa League: ora l’Udinese dista 4 punti.

 

I guai per Stramaccioni non finiscono mai. Dopo la notizia dell’infortunio di Rubén Botta, che ricordiamo starà fuori per circa sei mesi, il tecnico romano deve fare a meno anche di Rocchi.

 

L’ex Lazio non ce la fa ed il suo posto viene preso dal rientrante Guarin, ancora in condizioni precarie; al suo fianco giocherà Alvarez. Centrocampo a cinque con Jonathan e Pereira sulle fasce e Kuzmanovic, Kovacic e Benassi in mezzo. In difesa, davanti ad Handanovic, spazio per Ranocchia, Chivu e Juan Jesus.

 

Mazzarri ritrova Cavani che formerà il trio d’attacco con Pandev ed Hamsik. Centrocampo con Zuniga, Behrami, Dzemaili e Maggio. In difesa, davanti a De Sanctis, Gamberini, Cannavaro e Britos. Risparmiato Hugo Campagnaro, difensore argentino già acquistato dall’Inter per la prossima stagione.

 

Al 3’, alla prima vera occasione da rete della partita, è subito gol: Pandev si smarca bene al limite dell’area e serve in mezzo Cavani che, sul dischetto di rigore, brucia Chivu e Ranocchia e supera Handanovic. 1 a 0 Napoli.

 

Passano due minuti e l’Inter risponde subito: dai venticinque minuti, su punizione, ci prova Guarin. Il colombiano impegna De Sanctis e Britos mette in angolo impendendo a Juan Jesus di ribattere a rete.

 

All’11’ ancora partenopei pericolosi: Hamsik, dalla sinistra, mette in mezzo e trova pronto Maggio che, di testa, inquadra la porta. Handanovic non si fa sorprendere e blocca la sfera sulla linea di porta.

 

Al 13’ si fa vedere l’Inter con una bella combinazione tra Chivu e Pereira. L’uruguaiano, dal limite dell’area, angola bene, De Sanctis si rifugia in corner. Sugli sviluppi dello stesso buona chance per Juan Jesus e Ranocchia che, però, si fanno sfilare la palla da sotto i piedi.

 

Bella partita ricca di occasioni in questo frangente: al 15’ Hamsik, servito da Pandev, si fa sorprendere e non riesce a calciare a rete da pochi passi. Al 20’ ancora Guarin: il colombiano svaria bene sul fronte offensivo e va al tiro dalla sinistra: De Sanctis blocca a terra.

 

Al 21’ i neroazzurri beneficiano di un penalty fischiato da Giannoccaro per contatto Zuniga-Alvarez. E’ lo stesso argentino a presentarsi dagli undici metri: De Sanctis intuisce e devia, ma non riesce ad evitare la rete. 1 a 1 al San Paolo ed Inter di nuovo in carreggiata.

 

La squadra di Mazzarri cerca di riportarsi subito avanti: al 28’ gran tiro di Dzemaili e pronta ribattuta di Handanovic. Al 31’ Giannoccaro concede il penalty anche al Napoli: Jonathan, nell’andare su Pandev, atterra Zuniga. Dal dischetto si presenta Cavani: rete. 2 a 1. Nell’occasione ammonito Jonathan.

 

Al 42’ bella azione di Hamsik: lo slovacco prende palla sui trenta metri e va alla conclusione dopo aver eluso l’intervento di Chivu. Palla che termina alta. Due minuti dopo è ancora l’ex Brescia a farsi trovare pronto nell’area interista: Handanovic respinge.

 

E’ l’ultima occasione di un primo tempo molto bello ed avvicente che termina sul 2 a 1 in favore del Napoli. Nonostante lo svantaggio, i neroazzurri sono stati autori di un’ottima prestazione in termini qualitativi e quantitativi. Il rientro di Guarin garantisce maggiore dinamicità e l’assenza di punte toglie punti di riferimento alla difesa partenopea, apparsa in più circostanze in difficoltà.

 

La ripresa si apre con un cambio per l’Inter: Stramaccioni boccia Benassi ed inserisce al suo posto Cambiasso. Al 48’ subito Napoli pericoloso: questa volta è Pandev, con il suo mancino, ad andare al tiro. Palla centrale.

 

I neroazzurri rispondono al 52’: corner e colpo di testa di Ranocchia. De Sanctis accompagna fuori. Nulla di fatto. Ancora Inter in avanti al 57’: Alvarez, entrato in area dalla destra, non riesce ad imprimere la necessaria potenza per superare l’estremo difensore avversario.

 

Al 62’ primo cambio per Mazzarri: fuori Gamberini e dentro l’ex Porto Rolando. Tre minuti dopo entra anche Armero al posto di Dzemaili. Ora sarà 3-5-2. Al 66’ incredibile errore di Cavani che, su assist di Pandev, mette a lato di esterno sinistro da ottima posizione.

 

Dopo lo spumeggiante primo tempo, gli uomini di Stramaccioni sembrano non essere più in grado di reggere quei ritmi. Il Napoli rallenta il gioco e l’Inter fatica a rendersi pericolosa. Al 75’ brutto fallo di Ranocchia su Armero: Giannoccaro lo ammonisce, ma il difensore ha rischiato il rosso.

 

Al 77’ accelerazione micidiale del Napoli con Cavani che dapprima libera sulla sinistra Pandev e, poi, va a concludere a rete sul cross del macedone. Nell’occasione uscita maldestra di Handanovic. 3 a 1 al San Paolo, partita chiusa.

 

La punta argentina, non sazia, cerca il pokerissimo all’81’: la sua conclusione, però, termina a lato. Stramaccioni inserisce Schelotto e Pasa al posto di Ranocchia e Kuzmanovic. Ora sarà 4-3-3.

 

All’85’ terzo ed ultimo cambio per Mazzarri: esce un applauditissimo Pandev ed entra il giovane Insigne. Nei minuti successivi non accade più nulla se non un’ammonizione per Behrami al 91’.

 

Dopo tre minuti di recupero Giannoccaro fischia la fine del match. Al San Paolo termina 3 a 1 per il Napoli che sale a quota 72 punti, blindando il terzo posto visto i sette punti di vantaggio sul Milan a tre gare dalla conclusione del campionato. L’Inter, invece, rimane ferma a 53 punti e viene scavalcata anche dalla Lazio, ora settimana a quota 55.

 

L’Europa League è sempre più lontana: ora la sesta in classifica, ossia l’Udinese, dista 4 punti. Mercoledì 8 maggio nuovamente in campo e seconda trasferta insidiosa per l’Inter che alle 20.45 sarà di scena all’Olimpico di Roma contro la Lazio.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Milan – Torino 1 a 0 Serie A trentacinquesima giornata, decide Balotelli

Infortunio Botta Inter, fuori sei mesi per rottura legamenti e menisco del ginocchio

GoalControl contro i gol fantasma, la FIFA annuncia che si inizierà dalla Confederations Cup 2013 in Brasile; tutti i dettagli

Polemica Milan – Inter, Bonolis sul rigore della discordia: “Vogliono portare il Milan in Champions”

Napoli, Milan, Fiorentina, Lazio, Inter e Roma: parte la rincorsa per la prossima ChampionsLeague

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here