Inter – Udinese 2 a 5 Serie A trentottesima giornata, che disastro a San Siro

Campionato prima, Champions League poi, Europa League dopo ed infine ottavo posto. E’ questa l’incredibile serie di obiettivi stagionali che, giornata dopo giornata, l’Inter è riuscita a farsi sfuggire. La sconfitta di questa sera porterà con sé importanti risvolti nel progettare la prossima stagione. Siamo sicuri che Moratti manterrà la calma degli ultimi mesi e non invocherà l’ennesima rivoluzione?

 

Battere l’Udinese e sperare in una sconfitta del Catania a Torino per tornare ottavi ed evitare di disputare ad agosto il Terzo Turno di Coppa Italia. Non resta altro obiettivo a Stramaccioni ed all’Inter, entrambi desiderosi di chiudere il prima possibile una stagione esaltante all’inizio, ma disastrosa da metà novembre in avanti.

 

Il tecnico romano chiude in emergenza e decide di non rischiare Palacio. In avanti spazio per Guarin, Alvarez e Rocchi. Linea mediana formata da Nagatomo, Kuzmanovic, Kovacic e Pereira. In difesa, davanti ad Handanovic, dentro Pasa, Cambiasso e Juan Jesus.

 

Guidolin, ancora in lotta per l’Europa League, recupera Di Natale e lo affianca a Muriel, con Pereyra alle loro spalle. Centrocampo con Basta, Allan, Pinzi e Gabriel Silva. In difesa spazio a Benatia, Danilo e Domizzi. Brkic tra i pali.

 

Dopo pochi secondi, sessanta per la precisione, arriva il gol dell’Udinese. Errore di Juan Jesus che si fa soffiare palla da Pereyra e che, poi, non riesce a fermare Pinzi. Subito gol per il centrocampista ex Lazio.

 

Al 7’ nuovo affondo dell’Udinese con Basta che però viene fermato da Cambiasso. Dopo due minuti altra occasione per i friulani: questa volta è Di Natale, di testa, a non riuscire a raddoppiare.

 

Poco male, almeno per gli ospiti, visto che al 10’ Domizzi, di testa, colpisce indisturbato nell’area neroazzurra ed insacca. 0 a 2 a San Siro ed Inter irriconoscibile.

 

Al 12’ risponde l’Inter: corner per i neroazzurri e gol di Juan Jesus che, approfittando di un paio di carambole in area, si riscatta dal precedente errore. 1 a 2 a San Siro.

 

L’Inter si fa vedere ancora al 14’: Rocchi, però, non colpisce bene la palla. Al 17’ è lo stesso attaccante ex Lazio a venire atterrato da Benatia. Della punizione si incarica Guarin: Brkic blocca agevolmente.

 

Al 24’ occasionissima per Di Natale; solamente un miracolo di Handanovic riesce ad evitare il tris dell’Udinese firmato Basta. Palla in angolo. Pronta la risposta dell’Inter al 26’: cross dalla sinistra di Pereira e palla per Rocchi che, però, si fa murare dall’estremo difensore avversario.

 

Al 28’ primo giallo del match: viene ammonito Pereira per fallo su Basta.

 

Al 30’ arriva la rete del Catania sul Torino; la firma è di Almiron. Etnei, in questo caso, saldi all’ottavo posto.

 

La supremazia territoriale degli uomini di Guidolin, però, si concretizza nuovamente al 41’ con Di Natale che, servito di tacco da Silva, supera Handanovic con un bel tiro a giro dalla sinistra dell’area di rigore.

 

Dopo tre minuti di recupero termina il primo tempo. Il tabellino, 1 a 3 per l’Udinese, lascia poco spazio a commenti. L’errore difensivo di Juan Jesus ha aperto la strada alla valanga friulana a San Siro. Si sta rischiando di chiudere molto male la stagione.

 

La ripresa inizia senza cambi. Al 51’ ci prova Guarin su punizione, ma il tiro del colombiano viene deviato in corner da Pereyra.

 

Al 52’ arriva il poker dell’Udinese con Gabriel Silva: ripartenza micidiale dei friulani con l’ex Novara che beffa Handanovic con un bel pallonetto. 1 a 4 a San Siro. Stramaccioni decide di inserire Palacio: al 55’ l’argentino prende il posto di Alvarez, fischiatissimo.

 

Al 56’ palo colpipto da Rocchi; l’ex Lazio viene imbeccato da Guarin in area, ma non riesce ad andare in rete. Al 59’ giallo per Juan Jesus.

 

Dopo il legno colpito al 56’, al 63’ Rocchi riesce a trovare la via del gol. Deciviso Palacio con il suo passaggio. 2 a 4 a San Siro.

 

Nemmeno il tempo di provare a cercare il terzo gol che i neroazzurri subiscono il pokerissimo dell’Udinese. Erroraccio di Handanovic e Nagatomo e palla per Muriel che, ringraziando del regalo, firma la quinta rete dei friulani.

 

Al 69’ doppio cambio: dentro Angella per Benatia nell’Udinese e Schelotto per Rocchi nell’Inter. Stramaccioni decide di chiudersi, per evitare di subire altre reti. Al 72’ ci prova Palacio, ma la sua conclusione termina a lato.

 

Al 77’ Kuzmanovic resta a terra toccandosi il ginocchio e, pochi secondi dopo, è costretto a lasciare il campo. Al suo posto entra Benassi. Al 79’ numero di Kovacic, uno dei pochi lucidi della serata odierna: giallo per Pinzi.

 

All’81’ cambio anche per l’Udinese: entra Badu per Muriel. Poco dopo debutta Rodriguez al posto di Pinzi, l’autore del primo gol della serata. Al 91’ ultima chance per Badu che, al momento di colpire, scivola e non riesce a chiudere.

 

Dopo tre minuti di recupero finisce, fortunatamente per i tifosi interisti, il match odierno e la stagione. Il 2 a 5 di questa sera è sicuramente il modo peggiore per chiudere un’annata disastrosa. Molti i fischi che hanno accompagnato l’uscita della squadra di Moratti

 

La Serie A 2012/13 dell’Inter si chiude a 54 punti, con due punti di distanza dal Catania (2 a 2 in casa contro il Torino) che mantiene il suo ottavo posto. I neroazzurri, in virtù della nona piazza, non riescono ad evitare i “preliminari” di Coppa Italia: partiranno a metà agosto nel Terzo Turno contro squadre di Serie B o Lega Pro.

 

Siderale il distacco dal terzo posto Champions, ben 18 punti, ed ancor più quello dalla capolista Juventus, ben 33. Moratti, questa sera non presente a San Siro, sarà sempre sicuro di confermare Stramaccioni?

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Analisi Siena – Milan e Inter – Udinese 19 maggio 2013: statistiche e ipotesi su come finiranno la stagione le due milanesi

Esonero Allegri Milan a fine stagione; Seedorf, Costacurta, Van Bommel e Montella i possibili sostituti

GoalControl contro i gol fantasma, la FIFA annuncia che si inizierà dalla Confederations Cup 2013 in Brasile; tutti i dettagli

Napoli, Milan, Fiorentina, Lazio, Inter e Roma: parte la rincorsa per la prossima ChampionsLeague

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here