Calciomercato Inter 2013: guardare avanti con chiarezza, per ottenere risultati

Walter MazzarriCome ogni anno, col partire della nuova stagione, al ritiro dell’Inter i supporters della Beneamata non hanno fatto mancare il loro affetto ed entusiasmo.

 

Walter Mazzarri (nella foto, ndr), ex sergente di ferro dell’ottimo Napoli dello scorso anno,  grazie al suo piglio deciso sta lentamente conquistando il consenso dell’ambiente.

 

Per giudicare la squadra è presto: da cantiere aperto, quello che conta, è trovare la giusta amalgama fra giocatori veterani nella stessa squadra (ma anche non) e nuovi innesti. In questo senso Kovacic, ad esempio, dovrà confermare il proprio valore dopo quanto di interessante mostrato nell’ultimo scorcio dello scorso campionato. Avrà bisogno di fiducia e tolleranza del pubblico nerazzurro, decisamente e giustamente dalle alte aspettative.

 

Altri giocatori rappresentano veri e propri punti di domanda: Alvarez deciderà se essere carne o pesce visto che, a 25 anni e al suo terzo anno in nerazzurro, si presume abbia sviluppato una certa maturità calcistica? Jonathan saprà tirare fuori gli artigli e dimostrarsi degno, se non di sostituire il leggendario Maicon, almeno della maglia nerazzurra? Sarà valsa la pena di aver riscattato Mudingayi, reduce da infortunio grave e con soli nove gettoni di presenza lo scorso anno?

 

Per quanto  riguarda i nuovi acquisti, Andreolli è un cavallo di ritorno a costo zero, così come Campagnaro dal Napoli (anche se vicino ai 33 anni), mentre Laxalt e Botta (reduce quest’ultimo da un infortunio decisamente serio), sconosciuti ai più, sono ancora due incognite. Icardi, oggi come oggi, rappresenta più di una speranza data la sua militanza discreta nella Sampdoria. Punto di domanda invece, anche per Belfodil: scambiato con Cassano, sarà all’altezza di una squadra dove alberga tutto tranne che un clima da provinciale?

 

Il possibile arrivo del magnate indonesiano Erick Thohir, oltre a dare ossigeno alle stremate casse societarie, si auspica possa anche aprire scenari interessanti, sebbene non nel brevissimo termine, inserendosi in un mercato che negli ultimi due anni ha visto l’Inter  autrice di discusse e molto opinabili strategie. In questo senso, come dimenticare Forlan, acquisito per sostituire Eto’o, senza poter disputare la fase a gironi della Champions League? Come dimenticare, inoltre, le meteore Castaignos, Zarate, Palombo? E che dire di Gargano (rispedito al mittente), Schelotto e Silvestre (entrambi nemmeno convocati per il ritiro)? In più, mentre Pogba, LLorente e Klose erano liberi e a costo zero, perché non si è vagliata la possibilità di poterne tesserare almeno uno?

 

Alla luce di tutto ciò, per i dirigenti nerazzurri, le idee chiare possono essere importanti quanto l’acquisto di un top player poiché, dopo gli ultimi due disastrosi campionati, è necessario voltare pagina, senza continuare a ricordare la tripletta del 2010: il passato, sebbene prossimo, non può costituire una difesa per lo sconcertante presente, soprattutto per una grande società. I dvd delle vittorie meglio metterli, seppur con dispiacere, in soffitta.

 

In questo difficile contesto, Mazzarri ha sicuramente le qualità del trascinatore e motivatore ma, ciò che conta prima di tutto, è che dai vertici della società tutto sia chiaro al fine di permettere ai propri tecnici di lavorare nelle migliori condizioni possibili, senza frenesia. Già questa sarebbe una grande vittoria, secondaria solo a una bella vittoria ottenuta sul campo.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Trofeo Tim 2013 Milan, Juventus e Sassuolo: cronaca in tempo reale, fino alla vittoria

Robinho al Milan fino al 2016: è ufficiale, il brasiliano rimane

Scambio Inter Milan: Ranocchia per Boateng, Kuzmanovic per Nocerino. Tutte le news

Ambrosini lascia il Milan e va alla Fiorentina, rinnegando il passato e tirando frecciate sul finale della scorsa stagione

Ugo Grassi

Foto: wikipedia.org