Milan – Celtic 2 a 0 Champions League 18 settembre 2013, Zapata e Muntari i marcatori

Milan_011Obiettivo raggiunto. Vincere quest’oggi era fondamentale per iniziare bene il cammino in Champions League ed il Diavolo, nonostante qualche fatica di troppo, è riuscito nell’intento di battere il Celtic a San Siro. 2 a 0 il risultato finale; reti siglate entrambe negli ultimi dieci minuti.

 

Il debutto del Milan nella fase a gironi della Champions League 2013/14 avviene in un momento non certamente positivo: la squadra di Allegri viene da prestazioni deludenti in campionato e deve fare i conti con un’infermeria piena.

 

Il tecnico livornese, dopo aver perso anche Kakà, si affida in avanti a Birsa alle spalle di Balotelli e Matri; l’ex bianconero è una sorta di amuleto visto che, nella passata stagione, realizzò due gol agli scozzesi con la Juventus: uno a Glasgow ed uno a Torino. Dietro di loro centrocampo muscolare con Muntari, De Jong e Nocerino. In difesa, davanti a capitan Abbiati, spazio per Zaccardo e Constant sulle fasce con Mexes e Bonera in mezzo.

 

Lennon, invece, si affida a Stokes e Samaras in avanti. Dietro di loro quartetto a centrocampo con Commons, Brown, Lustig e Mulgrews. In difesa, davanti a Forster, spazio per Matthews, Ambrose, van Dijk ed Izaguirre.

 

Il Milan cerca di farsi pericoloso sin dai primi minuti. Al 4′ ci prova Balotelli: destro al volo dal limite dell’area su cross di Matri. Forster respinge con i pugni, poi la conclusione di Muntari si spegne a lato.

 

Al 7′ ci prova anche Birsa, ma il suo tiro viene deviato in angolo da Forster in uscita. Al 14′ entrataccia di Lustig su Balotelli: Stark fischia il fallo, ma inspiegabilmente decide di non sanzionare il difensore del Celtic con l’ammonizione.

 

Al 16′ disattenzione colossale di Abbiati che, su una conclusione avversaria, tocca la palla di mano per poi proseguire con i piedi. Ad un certo punto, però, riprende la palla in mano e Stark, molto attento, ordina una punizione a due in area. La conclusione di Matthews viene deviata in angolo.

 

Pronta ed immediata la reazione del Milan: al 20′ cross di Zaccardo e colpo di testa sul primo palo di Matri. Forster, con i guantoni, riesce a respingere mandando il pallone in angolo. Molto buono l’inizio di match per l’ex bianconero.

 

Dopo qualche minuto di ‘pausa’, al 32′ ci pensa Nocerino a ravvivare il match regalando ai tifosi rossoneri una bella conclusione dal limite dell’area. Pallone che lambisce la traversa avversaria e che si spegne fuori.

 

Al 37′ altro intervento duro su Balotelli: questa volta si tratta di una spallata di Brown. Anche in questo caso Stark lascia correre: l’arbitro tedesco sembra fiscale solamente in un senso.

 

Al 39′ arriva l’occasione più pericolosa di questo primo tempo. Stokes approfitta di un errato retropassaggio di Birsa per recuperare palla nella metà campo rossonera ed entrare in area dove mette a sedere abilmente Zapata, non riuscendo però ad inquadrare la porta.

 

Al 46′ l’ultima azione di questa prima frazione di gioco: conclusione di Balotelli che viene deviata da Ambrose e che rischia di sorprendere Forster. Dopo sessanta secondi finisce il primo tempo: rossoneri più in palla rispetto alla trasferta di Torino, ma ancora lontani dall’essere una squadra in grado di creare un gioco sufficiente.

 

Nonostante Emanuelson si sia scaldato per tutto l’intervallo, Allegri decide di confermare gli undici che hanno iniziato il match. Niente cambi per ora. Comincia la ripresa con il Celtic a fare il gioco.

 

Al 50′ occasione d’oro per Samaras che, dai venticinque metri, va alla conclusione. Tiro che lambisce il palo alla sinistra di Abbiati. Celtic vicino al vantaggio anche al 60′: Samaras prima e Mulgrews poi non riescono a concludere a rete.

 

La reazione del Diavolo arriva solamente al 62′ con un erroraccio di Muntari che, su cross di Constant, manda incredibilmente alto. Pochi secondi dopo Allegri ordina il primo cambio: fuori Birsa, pienamente insufficiente, e dentro Emanuelson.

 

Al 65′ ancora Muntari protagonista: questa volta il ghanese si procura un interessante calcio di punizione dal limite dell’area. Nell’occasione giallo per Ambrose. Della battuta si incarica Balotelli: sfera che si spegne contro la barriera e che dà avvio al contropiede scozzese. Stokes, Samaras, Commons e Brown si lanciano nella metà campo del Milan, ma non riescono a finalizzare la buona occasione.

 

Al 74′ primi cambi anche per Lennon: dentro Boerrigter e Pukki al posto di Matthews e Commons. Nel frattempo cartellino giallo anche per Mulgrews. Allegri risponde con Robinho per Constant, indietreggiando Emanuelson sulla linea dei difensori e portando il brasiliano alle spalle di Matri e Balotelli.

 

Quanto tutto sembrava perduto, all’81’ Zapata riesce a spaccare in due il match siglando la rete del vantaggio rossonero.  Il colombiano, dal limite dell’area, prova la conclusione; il suo tiro uscirebbe ampiamente a lato, ma la deviazione di van Dijk è decisiva. 1 a 0 a San Siro.

 

All’84’ ammonito anche Brown per un fallo su Balotelli. Punizione dai ventidue metri: Forster respinge su Balotelli, ma non può nulla su Muntari. Il ghanese ribadisce in rete e sigla la seconda rete nelle ultime due partite. 2 a 0.

 

All’87’ terzo cambio per il Diavolo: fuori un volenteroso Matri e dentro Poli. Ora i rossoneri tengono bene palla e non permettono al Celtic di affondare.

 

Dopo quattro minuti di recupero Stark fischia la fine: a San Siro termina 2 a 0 grazie alle reti di Zapata e Muntari. Il Milan può gioire per il risultato, ma non per il gioco e per la condizione fisica. La strada è ancora lunga, ma una vittoria non può che far bene. Nell’altro match del girone H, Barcellona vittorioso per 4 a 0 contro l’Ajax grazie alla tripletta di Messi ed alla rete di Pique.

 

Gli impegni difficili per il Diavolo non finiscono qui. L’appuntamento è per domenica 22 settembre, ore 20.45, quando a San Siro i rossoneri ospiteranno il Napoli di Benitez che stasera, contro il Borussia Dortmund, è stato autore di una prestazione superlativa: 2 a 1 grazie alle reti di Higuain ed Insigne. L’unica rete dei tedeschi è stata firmata, nella propria porta, da Zuniga.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sanzione Inter per razzismo, chiusa la curva Nord; novità su Thohir e interessamento per Obiang

Torino – Milan 2 a 2 Serie A terza giornata, un pareggio che sa di vittoria per i Rossoneri

Anteprima Milan – Celtic Champions League 18 settembre 2013, condizioni, precedenti e programma di Juventus e Napoli

Inter – Juventus 1 a 1 Serie A terza giornata, Icardi e Vidal i marcatori

Calendario sorteggi Milan e Juventus gironi ChampionsLeague 2013 – 14, date, info, mercato

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here