Anteprima Inter – Roma 5 ottobre 2013, analisi, classifica, precedenti e curiosità

Stadio di San SiroPoco più di un mese fa, in pochi probabilmente pensavano che la sfida della settima giornata tra Inter e Roma potesse rappresentare un match così importante dal punto di vista della classifica. Difficile, infatti, pronosticare un Inter subito vincente ed una Roma perfetta visto che entrambe arrivavano da una, o meglio due, stagioni ricche di delusioni e di fallimenti sul mercato dei giocatori e degli allenatori.

 

IL PROGRAMMA DELLA SETTIMA GIORNATA – Si inizierà alle 18.00 di sabato 5 ottobre con la sfida tra Chievo ed Atalanta; gli occhi, però, saranno tutti puntati su San Siro dove, alle 20.45, andrà in scena Inter – Roma.

– Il resto delle gare si giocheranno domenica con Parma – Sassuolo come lunch match e Juventus – Milan oltre che Lazio – Fiorentina come posticipi serali.

– Nel mezzo troviamo il Napoli impegnato in casa contro il Livorno, l’Udinese che riceve al Friuli il Cagliari, il nuovo Genoa di Gasperini che farà visita al Catania, la rivelazione Verona che andrà a Bologna e la sfida tra Sampdoria e Torino.

 

INTER E ROMA: RITORNA L’ALTA CLASSIFICA – Sesta una, la squadra capitolina, e nona l’altra, la compagine di Moratti. Per dirla alla Mourinho, sero tituli per entrambe. Attacchi micidiali, la Roma addirittura il terzo della Serie A con 71 reti (55 quelle dell’Inter) e difese colabrodo (56 per la Roma e 57 per l’Inter).

– I giallorossi, poi, possono anche recriminare per la finale di Coppa Italia persa contro la Lazio. Insomma: la scorsa stagione è stata una vera delusione per entrambe. Zeman ed Andreazzoli da una parte, Stramaccioni dall’altra.

– Era possibile pensare che in un’estate si potesse trasformare in positivo quanto di negativo fatto nelle ultime due annate? Difficile dirlo. A Roma hanno subito apprezzato il lavoro di Rudi Garcia, ma si trattava comunque di un allenatore poco conosciuto; ben più certezze offriva Mazzarri, ma con che giocatori?

– Insomma, l’estate è trascorsa con molte speranze e pochi dubbi. L’inizio del campionato ha offerto solamente certezze sia sotto il profilo del tecnico che sotto il profilo dei giocatori. Organizzazione, sacrificio e passione per i colori che si vestono hanno fatto il resto.

– Inter e Roma sono tornate ad essere protagoniste nel calcio italiano e nella nostra Serie A. E questo non può che far piacere agli appassionati di calcio.

 

IL MOMENTO DELLE DUE SQUADRE – 18 punti la Roma e 14 l’Inter; 17 gol fatti per i giallorossi e 16 per i neroazzurri; 1 rete subita per i capitolini e 3 per i meneghini di Moratti. Questo il bilancio delle due squadre in queste prime sei giornate di campionato.

– Se si considerano le ultime cinque, la Roma è a punteggio pieno con 15 punti sui 15 possibili, mentre i neroazzurri ne hanno totalizzati 11, in virtù dei due pareggi per 1 a 1 contro la Juventus ed il Cagliari.

– L’Inter ha dalla sua il fatto che ha già incrociato due big, si tratta di Juventus e Fiorentina. Pareggio sofferto con la prima e vittoria meritata con la seconda. La Roma, derby a parte, ha incrociato solamente squadre di medio-bassa caratura: Livorno, Verona, Parma, Sampdoria e Bologna.

– Rudi Garcia, quindi, deve ancora dimostrare cosa sa fare la sua squadra contro una grande. La difesa giallorossa dovrà verificare la sua tenuta contro attaccanti del calibro di Palacio e Milito; ma anche quella neroazzurra, ed in particolare Juan Jesus, non dovrà sottovalutare il potenziale offensivo dei capitolini: Gervinho, Totti, Ljajic, Borriello, Pjanic e Florenzi.

 

3-5-1-1 O 3-5-2 PER L’INTER? – Il dubbio principale per Mazzarri riguarda la presenza, o meno, dal 1′ di Diego Milito. Il Principe, rientrato contro il Sassuolo, ha dimostrato di godere di una buona condizione fisica, ma il tecnico di San Vincenzo non vuole rischiare.

– Non vuole rischiare una ricaduta della punta argentina e non vuole nemmeno rischiare di perdere l’equilibrio che ha contraddistinto questo inizio di stagione. Soprattutto nel primo tempo.

– Mazzarri, però, è conscio di un aspetto: la svolta alla gara, in queste sei giornate, è arrivata quando ha inserito una seconda punta al fianco di Palacio, indietreggiando sulla linea dei centrocampisti Alvarez. Due esempi su tutti: contro il Genoa e contro la Juventus.

– Anche Garcia deve affrontare alcuni dubbi di formazione. Sicura l’assenza di Maicon, che salterà per una lesione al flessore la sfida contro la sua ex squadra, mentre sembra molto probabile quella di Ljajic che soffre ancora di sciatalgia e, in questi giorni, non si sta allenando.

– Possibile che il tecnico francese torni ad affidarsi al tridente formato da Florenzi, Totti e Gervinho; il posto di Maicon, invece, dovrebbe essere preso da Dodò. L’alternativa è spostare Balzaretti a destra con l’inserimento di Torosidis sulla corsia mancina.

 

I PRECEDENTI – Dal 27 aprile del 1930, giorno del 6 a 0 con cui l’Inter batté la Roma, i precedenti tra neroazzurri e giallorossi sono 80.

– Il tabellino vede in netto vantaggio la squadra di Mazzarri: 42 vittorie contro 25 pareggi e 13 sconfitte. Anche nel computo dei gol primeggiano i neroazzurri: 151 quelli realizzati contro gli 81 subiti.

– L’ultima sfida a San Siro, datata 2 settembre 2012, terminò 1 a 3 per i giallorossi grazie alle reti di Florenzi, Osvaldo e Marquinho. Rete per l’Inter firmata da Cassano su deviazione di Burdisso.

– Per vedere una vittoria dei neroazzurri bisogna tornare indietro di un paio di stagioni: 6 febbraio 2011 e 5 a 3 per l’Inter. Leonardo da una parte e Ranieri dall’altra. Le reti furono firmate da Sneijder, Simplicio, doppietta di Eto’o, Thiago Motta, Vucinic, Loria e Cambiasso.

 

QUALCHE CURIOSITA’ – Dell’Inter e di Mazzarri sappiamo già molto; meno, invece, conosciamo di Rudi Garcia. Il tecnico francese, di origini spagnole, ama prevalentemente due moduli: il 4-2-3-1 ed il 4-3-3. Pressing alto e verticalizzazioni sono ciò che chiede ai suoi giocatori.

– Da allenatore ha vinto due trofei, entrambi con il Lilla ed entrambi nella stagione 2010-11: Campionato francese e Coppa di Francia, tra l’altro battendo 1 a 0 il Paris Saint Germain.

– Il segreto del tecnico giallorosso è stato svelato in settimana da Sandrine Garcia, la sorella: “A dieci anni provava le sue prime tattiche con il Subbuteo. Era fantastico starlo a guardare”.

– Non c’è però solamente la preparazione tecnica: tra i plus della sua esperienza in giallorosso troviamo anche un giusto approccio mentale che ha consentito il pieno recupero di De Rossi e di Totti.

 

L’APPUNTAMENTO – Non resta che chiudere dandovi l’appuntamento per le 20.45 di sabato 5 ottobre 2013 quando, a San Siro, andrà in scena Inter – Roma.

– A dirigere il match ci sarà il signor Tagliavento di Terni con Di Liberatore e Cariolato come assistenti. Quarto uomo Di Fiore e Mazzoleni e Guida assistenti addizionali.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Il settembre nero di Allegri, una consuetudine per il tecnico livornese. Media di 1,35 punti nella sua carriera e di 1,39 punti con il Milan: dettagli e tabelle

Moratti conferma la vendita dell’Inter a Thohir: 30% ciascuno e 40% diviso tra Roeslani e Soetedjo soci. Analisi e dettagli

Cagliari – Inter 1 a 1 Serie A sesta giornata, i sardi fermano Mazzarri. La vetta si allontana

Balotelli croce e delizia del Milan: gol, rigori e tante ammonizioni. Analisi e dettagli

Erick Thohir compra l’Inter, finita l’era Moratti. Indiscrezioni, cifre e date dello storico passaggio di proprietà

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here