Danimarca – Italia 2 a 2 Qualificazioni Mondiali girone B, Aquilani in extremis evita la sconfitta

Palla_al_centroLa Qualificazione già ottenuta e la testa alla Serie A frenano gli Azzurri. Prova più che buona nel primo tempo e disastrosa nella ripresa. L’Italia non riesce a mantenere il vantaggio conquistato al 27′ con Osvaldo e finisce subire l’avanzata danese firmata dalla doppietta di Bentdner. Sconfitta evitata solamente al 90′ grazie al pareggio di Aquilani. Prandelli tornerà da Copenhagen con un dubbio: qual è la vera Italia? Quella del primo tempo o quella della ripresa?

 

Prandelli opta per il 4-3-2-1 per la sfida contro la Danimarca. Diamanti e Candreva agiranno alle spalle di Osvaldo. Centrocampo con Marchisio, Montolivo e Thiago Motta. In difesa, davanti a Buffon, spazio per De Silvestri e Balzaretti sulle fasce con Ranocchia e Chiellini in mezzo.

 

I padroni di casa affidano l’attacco a Bendtner, vecchia conoscenza della Juventus, supportato da Braithwaite, dal talento Eriksen e da Krohn-Dehli. Zimling e Kvist in mezzo al campo. In difesa, davanti ad Andersen, spazio per Bjelland (che ha tolto il posto all’ex rosanero Kjaer), Agger, Boilesen e Jacobsen.

 

La prima iniziativa è dell’Italia ed arriva al 6′: Montolivo fa correre De Silvestri sull’out di destra, ma il cross del laterale doriano viene respinto da Andersen. Pronta la risposta dei danesi: Krohn-Dehli ci prova dal vertice sinistro dell’area di rigore: la sfera non gira a sufficienza; palla a lato.

 

L’inizio della sfida non è certo entusiasmante. La Danimarca, che dovrebbe fare lei il gioco visto la situazione di classifica e la voglia di partecipare alla Fase finale dei prossimi Mondiali, si mantiene “cucita” nella propria metà campo.

 

La gara si accende al 27′ quando Thiago Motta lancia Osvaldo. L’ex attaccante della Roma ha facilmente aggirato Agger e, dal limite dell’area di rigore, ha eseguito splendidamente piazzando la palla all’angolino dove Andersen non poteva arrivare. Magico l’attaccante italiano che, nello stop, fa un tunnel al centrale difensivo del Liverpool. 0 a 1 a Copenhagen.

 

Non fa molto la Danimarca. Al 37′ cerca la magia Eriksen, ma i sogni dell’ex trequartista dell’Ajax si spengono sull’esterno della rete con il tiro-cross dall’out di destro.

 

L’inaspettato accade tre secondi dopo il 45′: cross dalla sinistra di Krohn-Dehli e colpo di testa di Bentdner che si nasconde dietro Chiellini e supera Balzaretti sullo stacco. 1 a 1 e triplice fischio per Lannoy.

 

Un primo tempo che ha offerto pochi spunti interessanti ad eccezione dei due gol. Italia che ha avuto la bravura di andare in vantaggio alla prima occasione da rete creata, ma che non è riuscita a mantenere la concentrazione necessaria per chiudere sullo 0 a 1 i primi 45 minuti.

 

La ripresa inizia con un cambio per i padroni di casa: dentro Larsen per Braithwaite, poco mobile nel primo tempo. Al 48′ Osvaldo protesta per una trattenuta di Jacobsen nell’area danese; Lannoy non ritiene esserci gli estremi per concedere il penalty.

 

Due minuti dopo ci prova anche Diamanti: il fantasista del Bologna cerca di superare Jacobsen, ma incespica sul pallone e calcia a lato. Poteva essere una buona occasione per riportarsi avanti.

 

Al 53′ fallo di Chiellini su Larsen al limite dell’area. Occasione per Eriksen che, però, colpisce il palo alla sinistra di un Buffon immobile. Che fortuna per gli Azzurri.

 

Al 58′ occasionissima per Marchisio che, tutto solo davanti ad Andersen, non riesce a superare l’estremo difensore danese. Conclusione debole, centrale e lenta di esecuzione su assist di Candreva.

 

Al 65′ primo giallo del match: ammonito Bjelland per fallo su Diamanti. Al 65′ ancora Danimarca al tiro: conclusione di Zimling che viene alzata sopra la traversa da Buffon. Sugli sviluppi del corner traversa colpita da Bjelland.

 

Azzurri in netta difficoltà in questo inizio di ripresa e Danimarca sfortunata visto che, in dieci minuti, ha colpito un palo con Eriksen ed una traversa con Bjelland. Al 67′ Prandelli decide che è arrivato il momento di effettuare il primo cambio: dentro Aquilani per Marchisio.

 

Al 71′ giallo anche per Zimling; fallo su Candreva. Era diffidato, salterà la gara casalinga di martedì contro Malta. Pochi minuti dopo secondo cambio per Prandelli: dentro Cerci al posto di Diamanti.

 

Al 77′ destro di Candreva dai venticinque metri: Andersen si rifugia in angolo. Fa decisamente meglio Bendtner al 79′: cross dalla sinistra di Krohn-Dehli e colpo di testa per l’ex attaccante della Juventus. Buffon si lascia sorprendere: 2 a 1 a Copenhagen.

 

All’82’ dentro anche Gilardino. L’attaccante ex Milan prende il posto di Montolivo, con Candreva retrocesso sulla mediana. Anche la Danimarca cambia: fuori Zimling e Bendtner e dentro Andreasen e Makienok.

 

Al 90′ pareggio fortunoso di Aquilani che ribadisce in rete un tiro di Osvaldo. 2 a 2 in extremis per l’Italia. Dopo tre minuti di recupero, il francese Lannoy decreta la fine del match. Termina 2 a 2 al Parken.

 

Prandelli tornerà da Copenhagen con un dubbio: qual è la vera Italia? Quella del primo tempo o quella della ripresa?

 

Nella altre due sfide di oggi l’Armenia ha vinto 2 a 1 contro la Bulgaria, mentre la Repubblica Ceca si è imposta 1 a 4 a Malta.

 

In classifica, dietro l’Italia che sale a quota 21, troviamo la Danimarca che sale a 13 punti così come la Bulgaria. Poi Armenia e Repubblica Ceca a 12. Ferma a 3 lunghezze Malta.

 

Il prossimo appuntamento con la Nazionale di Prandelli è fissato alle 20.45 del prossimo martedì 15 ottobre per vedere all’opera, al San Paolo di Napoli, l’Italia contro l’Armenia. Sarà quella l’ultima sfida del girone di Qualificazione ai prossimi Mondiali brasiliani. Sarà fondamentale vincere per assicurarsi la prima fascia.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Anteprima Danimarca – Italia 11 ottobre e Italia – Armenia 15 ottobre 2013, precedenti, classifica del girone e questione Totti

Cori ultras Milan – Juventus contro i napoletani, tutti contro la discriminazione territoriale di Tosel

Squalifica Mexes per quattro giornate, una per De Jong e stadio chiuso per Milan – Udinese. Stangata per i rossoneri

Il settembre nero di Allegri, una consuetudine per il tecnico livornese. Media di 1,35 punti nella sua carriera e di 1,39 punti con il Milan: dettagli e tabelle

Erick Thohir compra l’Inter, finita l’era Moratti. Indiscrezioni, cifre e date dello storico passaggio di proprietà

Matteo Torti