Barcellona – Milan 3 a 1 Champions League girone H, ma senza quel rigore su Neymar…

NeymarDifficile poter fare più di così. In un momento molto delicato, con una serie di risultati negativi alle spalle, il Milan riesce ad arginare il Barcellona di Tata Martino per buona parte della gara e conclude perdendo 3 a 1. Disastrosa la prestazione dell’arbitro che concede un rigore molto generoso su Neymar e che, con i suoi assistenti, sbaglia una serie infinita di falli e di fuorigioco. Nella ripresa entra anche Balotelli: buona prova per lui.

 

In un momento molto caldo per la squadra, per il tecnico e per la dirigenza, il Milan si trova a dover affrontare l’esame Barcellona. All’andata i rossoneri sono riusciti a limitare la squadra di Tata Martino fermandola sull’1 a 1, ma cosa succederà questa sera al Camp Nou?

 

Allegri, per l’occasione, cambia radicalmente modulo e si affida su un più coperto 4-4-1-1 con Kakà a gravitare alle spalle di Robinho. A centrocampo dentro Poli, capitan Montolivo, De Jong e Muntari. In difesa, davanti al rientrante Abbiati che ha smaltito il problema al polpaccio, dentro Abate ed Emanuelson sulle fasce con Zapata e Mexes in mezzo.

 

Sorprende la decisione di Allegri di lasciare in panchina Balotelli. Decisione motivata dal fatto che la migliore prestazione stagionale dei rossoneri è stata l’andata contro i catalani; partita giocata proprio senza Super Mario.

 

I blaugrana si schierano con il consueto 4-3-3 con Messi, Neymar e Sanchez davanti. Dietro di loro troviamo il centrocampo classico con Iniesta, Busquets e Xavi. Solo panchina per Fabregas. In difesa, davanti a Victor Valdes, dentro Dani Alves, Piqué, Mascherano ed Adriano.

 

La partita inizia con ritmi piuttosto lenti, ma i catalani conquistano una punizione da posizione pericolosa al 3’: della battuta si incarica Xavi; palla che sfiora il palo alla destra di Abbiati che controlla e che sembrava esserci.

 

Al 5’ prima accelerazione di Messi che entra in area, ma si allunga troppo il pallone favorendo il ritorno di Abate. Passano pochi secondi ed un bel triangolo dei padroni di casa porta Neymar davanti ad Abbiati; l’estremo difensore rossonero esce e sventa ogni pericolo.

 

Il Milan si affaccia nella metà campo avversaria al 19’ con un’azione piuttosto macchinosa; alla fine è Emanuelson a provare il cross che però termina in fallo laterale dalla parte opposta.

 

Al 21’ occasionissima per Sanchez che, dalla destra, non riesce a ribadire in rete un cross perfetto di Adriano. Primo vero pericolo della partita per il Diavolo. Pochi secondi dopo follia di Abbiati che cerca il pallonetto sull’ex Udinese; palla che fortunatamente termina sulla parte esterna della rete.

 

Al 29’ la svolta del match: Abate trattiene in area Neymar e Mazic fischia il rigore ammonendo il laterale rossonero. Dal dischetto si presenta Messi: gol del Barcellona. 1 a 0 al Camp Nou. Da rivedere il fallo da rigore, sembrava velleitaria la trattenuta del rossonero.

 

Al 31’ secondo giallo del match: questa volta Mazic lo sventola a Muntari. Il Diavolo cerca la reazione al 35’: scambio tra Poli e Montolivo che favorisce quest’ultimo. Conclusione dal limite dell’area per il capitano del Milan che lambisce il palo alla destra di Victor Valdes.

 

Al 37’ pericolo del Barcellona con Messi che cerca di saltare Abbiati con un lob mancino, ma Mexes riesce a respingere di testa evitando il raddoppio del Barça.

 

L’appuntamento con la rete per i padroni di casa è solamente rimandato di pochi secondi. E’ il 39’ quando, su punizione, Busquets manda in rete di testa. Posizione molto dubbia per il centrocampista spagnolo: era in fuorigioco di qualche decina di centimetri. Nell’occasione, comunque, da segnalare la classica amnesia difensiva del Milan.

 

Al 44’ siluro dai venticinque metri di Adriano: Abbiati è un po’ troppo fuori dalla linea di porta, ma riesce ad alzare in angolo. Pochi secondi dopo si risveglia Kakà: accelerazione come ai tempi migliori e palla in mezzo che viene deviata nella propria rete da Piqué. 2 a 1 e rete sul finale per il Diavolo.

 

Immediatamente dopo la rete di Kakà, Mazic fischia la fine del primo tempo. Il Milan riapre tutto, ma il 2 a 1 è un risultato tutto da rileggere. Da una parte perché c’è stato un rigore molto generoso e un gol in possibile fuorigioco e dall’altra perché i rossoneri non hanno fatto nulla a parte il gol.

 

Una cosa è certa: il Milan ha giocato una prima frazione di gioco in modo troppo rinunciataria. Va bene attendere il Barça per poi ripartire e non scoprirsi troppo, ma così facendo si finisce per subire un forcing lungo 90 minuti.

 

Proprio per migliorare questo aspetto, la ripresa inizia con Balotelli al posto di Robinho. In questo modo il Diavolo avrà maggior peso in attacco ed avrà la possibilità di affidarsi al lancio lungo.

 

Al 47’ prima accelerazione del secondo tempo di Messi: uno-due con Sanchez, ma Mexes ci mette la gamba ed allontana. Super Mario si fa vedere al 50’: dribbling su Mascherano ed Adriano e conclusione potente di destro che viene bloccata a terra da Victor Valdes.

 

Al 52’ conclusione di Xavi che viene deviata in rete da Messi; l’argentino era in fuorigioco. L’arbitro annulla il gol. Tutto come prima, 2 a 1 al Camp Nou. Al 56’ giallo anche per De Jong, ma Mazic abbuona l’ammonizione a Mascherano che, pochi secondi prima, aveva atterrato Balotelli con un intervento da dietro.

 

Al 59’ torna a farsi vedere Messi: percussione dalla destra e doppio dribbling su Emanuelson e Mexes; palla in angolo. Sugli sviluppi del corner conclusione di Iniesta ed ottima parata di Abbiati che si distende e si rifugia nuovamente in angolo.

 

Al 61’ primo giallo anche per il Barcellona: Mazic lo sventola a Sanchez che, diffidato, salterà la trasferta contro l’Ajax. Al 63’ grande palla di Kakà per Muntari, ma Mascherano salva in extremis.

 

Pochi secondi dopo bella azione personale di Balotelli che supera Adriano e crossa anticipando Mascherano. Palla per Kakà che, da posizione defilata, non inquadra la porta. Super Mario protagonista anche al 66’: cross dalla sinistra e palla in corner.

 

Al 68’ ci prova Adriano da fuori, ma la sua conclusione termina ampiamente sopra la traversa. Al 72’ super slalom di Neymar che in area supera quattro rossoneri e va al tiro; palla a lato. Subito dopo secondo cambio ordinato da Allegri: dentro Birsa per Poli.

 

Al 74’ altro miracolo di Abbiati che si immola su Sanchez mandando a lato una conclusione dell’ex Udinese che aveva ricevuto palla dopo un ottimo duetto tra Neymar e Messi. Tata Martino al 77’ decide di inserire Fabregas per Iniesta.

 

All’82’ arriva l’acuto di Messi: ottimo uno-due con Fabregas ed argentino che tutto solo, all’altezza del dischetto di rigore, supera Abbiati. 3 a 1 al Camp Nou. All’83’ entra anche Matri; Allegri richiama in panchina Kakà e cerca il tutto per tutto in questi ultimi dieci minuti.

 

Martino risponde all’85’ inserendo Pedro per Neymar; ovazione per il giovane brasiliano ex Santos. Pochi secondi dopo intervento chirurgico di Mexes che toglie il pallone dai piedi di Messi.

 

All’87’ anche Martino esaurisce le sostituzioni: dentro Song per Xavi. Nei minuti finali non succede più nulla.

 

Dopo due minuti di recupero, Mazic fischia la fine del match. Al Camp Nou termina 3 a 1 per il Barça. Un primo tempo a ritmo catalano ed una ripresa in cui le due squadre si sono affrontate a viso aperto con continui capovolgimenti di fronte. La differenza tecnica tra le due squadre è notevole e si è vista in tutta la sua interezza nel finale.

 

Con questa vittoria il Barcellona sale a 10 punti, mentre il Milan rimane fermo a quota 5. Dietro si avvicina l’Ajax arrivata a 4 punti avendo battuto il Celtic 1 a 0. Scozzesi che chiudono la classifica a 3 punti. Al Milan potrebbe bastare una vittoria nelle ultime due sfide.

 

Ora è tempo di ripensare alla Serie A visto che domenica i rossoneri saranno di scena in terra veneta contro il Chievo; fischio d’inizio programmato per le ore 15.00. La Champions League torna martedì 26 novembre 2013 quando il Diavolo sarà ospite del Celtic.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Balotelli squalificato salterà Chievo – Milan, troppe ammonizioni e squalifiche per Super Mario, analisi dettagliata

Milan in ritiro dopo la sconfitta contro la Fiorentina, Allegri confermato sulla panchina rossonera

Milan – Fiorentina 0 a 2 Serie A undicesima giornata, disastro rossonero a San Siro

Critiche Allegri Milan: “Deve essere esonerato, non si può giocare così male” e la Curva si schiera contro il tecnico

Balotelli croce e delizia del Milan: gol, rigori e tante ammonizioni. Analisi e dettagli

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here