Italia – Nigeria 2 a 2 amichevole 18 novembre 2013, reti e spettacolo a Londra

Giuseppe Rossi, Italia vs. Slovenia, 2011Bene la fase offensiva, male quella difensiva. Continua a sorprendere la Nazionale di Prandelli; se prima sembrava una squadra molto cinica e quadrata, ora sembra essere diventata una formazione imprevedibile. Positiva la prova offerta in attacco, ma da rivedere i meccanismi difensivi. Prendere due gol contro la Nigeria sembra eccessivo.

 

Dopo il pareggio di venerdì contro la Germania, gli Azzurri tornano in campo per l’ultima partita di questo 2013. L’Italia affronta al Craven Cottage di Londra la Nigeria che ha ottenuto da pochi giorni il pass per accedere alla fase finale dei Mondiali 2014 che si disputeranno in Brasile.

 

Prandelli può gioire perché in avanti riesce a schierare quella che sarà la coppia titolare alla manifestazione della prossima estate: Balotelli e Giuseppe Rossi. Dietro di loro sarà Candreva a fare da vertice alto nel centrocampo a quattro che comprende anche Giaccherini, Thiago Motta e Montolivo. In difesa, davanti a Sirigu, spazio per Maggio e Pasqual sulle fasce con Ogbonna e Ranocchia in mezzo.

 

4-3-3 per la Nigeria con Dike, Moses ed Ameobi davanti. Dietro di loro spazio per il laziale Onazi, per Obi Mikel ed Oduamadi. Davanti a Ejide, dentro Kwambe, Oboabona, Egwueke e Benjamin.

 

Inizia su ritmi molto alti il match. Al 2′ ci prova Dike, ma Giaccherini chiude. Al 4′ avversari ancora pericolosi con Moses che sfiora il palo battendo una punizione da buona posizione.

 

All’8′ si fa vedere anche l’Italia: Candreva cerca la conclusione dal limite dell’area, ma il suo compagno alla Lazio, Onazi, si oppone. Due minuti dopo bella triangolazione tra Giaccherini e Rossi, ma il primo non riesce a concludere a rete.

 

Al 12′ arriva la rete del vantaggio per l’Italia: Balotelli vince di forza un contrasto sulla trequarti e tocca per Giuseppe Rossi che, in area, riesce a superare l’estremo difensore avversario.

 

Nemmeno il tempo di ripartire che gli Azzurri vanno vicinissimi al raddoppio con Balotelli: conclusione potente di Super Mario che viene respinta da Oduamadi. Al 18′ tiro-cross dalla sinistra per Pasqual: il pallone per poco non finisce per sorprendere Ejide.

 

Al 20′ primo giallo del match: l’ammonizione se la prende Candreva che ferma Moses ed il suo contropiede. Al 23′ ancora Italia pericolosa: Montolivo duetta con Giaccherini, ma non riesce ad inquadrare la porta.

 

Al 28′ torna a farsi viva la Nigeria: prima Ranocchia chiude bene su Moses e poi Ogbonna allontana un cross pericoloso. Al 30′ tocca ad Ameobi rendersi pericoloso: numero su Pasqual e tiro-cross che rischia di ingannare Sirigu.

 

Al 32′ nuovamente pericolosa l’Italia: Candreva serve Montolivo che gira la palla a Balotelli. L’attaccante del Milan va al tiro, ma Ejide chiude tutto.

 

Due minuti dopo arriva il pareggio della Nigeria: traversone di Ameobi dalla sinistra e Dike che supera Pasqual e batte Sirigu. Il laterale Viola si lamenta per presunto fallo, ma l’arbitro lascia proseguire.

 

L’Italia accusa il colpo ed al 38′ rischia di subire anche la seconda rete. Moses va al tiro e per poco non ribalta il risultato; decisiva la deviazione di Ranocchia.

 

Poco male per la Nigeria visto che per trovare il vantaggio deve attendere solamente altri due minuti. Candreva perde palla a centrocampo e favorisce il contropiede di Moses. L’attaccante del Liverpool serve Francis che crossa per Ameobi che, tutto solo, spinge in rete.

 

E’ solo dopo aver subito il secondo gol che gli uomini di Prandelli cercano la reazione; al 42′ ci prova Balotelli, ma la sua conclusione è centrale ed Ejide blocca senza problemi.

 

Dopo un minuto di recupero, termina un primo tempo giocato su ritmi molto alti e ricco di occasioni da rete. Alla fine l’ha spuntata la Nigeria che non si è abbattuta per l’iniziale svantaggio ed è riuscita a ribaltare il match. 1 a 2 per le “Super Aquile” al 45′.

 

La ripresa inizia con un cambio per la Nigeria: fuori Oduamadi e dentro Ogu. Dopo pochi secondi ci prova Balotelli, ma la sua azione viene fermata in corner da Francis.

 

Al 48′ arriva il pareggio dell’Italia con Giaccherini: delizioso SuperMario che tocca di tacco per Rossi che trova subito Candreva. Il laziale vede l’ex Juventus che va in rete. 2 a 2 a Londra.

 

Al 51′ si fa pericolosa la Nigeria: punizione pericolosa di Obi Mikel che scorre lungo tutta l’area Azzurra. Al 52′ ci prova il neo-entrato Ogu, ma la palla lambisce il palo e termina a lato.

 

Al 53′ tripla sostituzione per Prandelli: entrano Pirlo, Parolo e Diamanti al posto di Thiago Motta, Montolivo e Rossi. Al 57′ ci prova Onazi, ma Sirigu controlla la sfera uscire. Un minuto dopo giallo per Egwueke che ferma Balotelli al limite dell’area di rigore.

 

Al 59′ incredibile errore di Parolo sottoporta: il centrocampista del Parma manda alto da ottima posizione dopo la punizione battuta da Pirlo. Due minuti dopo il mediano Ducale prende il palo: conclusione rasoterra che centra in pieno il legno.

 

Al 64′ la Nigeria è costretta a cambiare Ejide: dentro Enyeama, portiere del Lille. Subito dopo altri cambi per entrambe le formazioni. Nella Nigeria vediamo entrare Musa e Ahmed per Dike ed Ameobi. Nell’Italia, invece, fa il suo ingresso Cerci per Candreva.

 

Al 69′ ci prova Cerci, ma il mancino dell’attaccante del Toro termina a lato. Due minuti dopo è la volta di Balotelli: ottima ripartenza dell’attaccante del Milan che, però, manda alto.

 

Al 74′ bell’intervento per Sirigu. Il portiere del Psg vola e si oppone alla conclusione di Ogu. Al 75′ erroraccio di Parolo che, nella propria area di rigore, ha un’amnesia che rischia di favorire gli avversari.

 

Al 77′ altri cambi: dentro Poli per Giaccherini e Ideye per Moses. Pochi secondi dopo Balotelli si divora il 3 a 2: SuperMario, da ottima posizione, liscia il pallone su cross di Maggio.

 

All’86’ traversa di Diamanti: il trequartista del Bologna ci prova su punizione, ma non va oltre il legno. Cento secondi dopo Enyeama mantiene il risultato sul 2 a 2 volando a respingere un gran tiro di Parolo. Subito dopo giallo per Obi Mikel.

 

Nel finale si contano altre due chance per Diamanti: in entrambe le occasioni è Enyeama ad opporsi. Dopo due minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine del match.

 

A Londra termina 2 a 2: bella partita nella splendida cornice del Craven Cottage, ma Prandelli non può essere contento della fase difensiva. Azzurri troppo distratti, anche se la coppia Balotelli-Rossi potrebbe regalarci molte soddisfazioni.

 

E ora tutti in attesa del prossimo venerdì 6 dicembre 2013 quando, alle 13.00 brasiliane, andrà in scena il sorteggio dei gironi per il Mondiale 2014.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

 

Leggi anche:

Italia – Germania 1-1 15 novembre 2013, altra delusione in amichevole per gli Azzurri

Anteprima Italia – Germania e Nigeria – Italia 15 e 18 novembre 2013, precedenti e probabili formazioni

Convocazioni Prandelli Italia – Germania e Italia – Nigeria, poche le novità per le due amichevoli, elenco

Crisi Milan 11 novembre 2013, si profila una stagione da metà classifica. Analisi e dettagli

Felice Natalino lascia l’Inter e il calcio, soffre di una grave aritmia cardiaca

 

 

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here