Catania – Milan 1 a 3 Serie A quattordicesima giornata, Kakà sempre più decisivo

KakàFinalmente. In undici contro dieci per più di mezz’ora, il Diavolo riesce a conquistare la sua prima vittoria fuori casa di questa Serie A. Se il risultato è positivo, la prova offerta non si discosta dalle precedenti. Attacco sufficiente, centrocampo mediocre e difesa imbarazzante. Il Catania non ne approfitta e, nonostante il vantaggio trovato al 12′, si fa recuperare prima (Montolivo) e superare poi (Balotelli e Kakà). I tre punti consentono di respirare, ma sabato prossimo contro il Livorno sarà fondamentale dar seguito alle vittorie contro Celtic ed etnei.

 

LE VICENDE SOCIETARIE – Prima di partire con la cronaca del match, un commento a quanto successo ieri pomeriggio in casa Milan è d’obbligo. Dopo la cena ad Arcore della serata di venerdì, Berlusconi ha cercato di far da mediatore tra la figlia Barbara ed il suo storico braccio destro, Adriano Galliani.

Il risultato è una pace di facciata che durerà fino ad aprile, quando scadrà il mandato dell’ad rossonero. Nel frattempo, evento più unico che raro, abbiamo una società con due amministratori delegati: Adriano Galliani con deleghe al settore sportivo e Barbara con deleghe al marketing, allo stadio e a tutte le attività sociali della squadra.

– Insomma: Galliani viene ridimensionato, ma è legittimato. Barbara, forse, capisce di aver fatto un passo falso ed accetta di subentrare in toto dalla prossima stagione. La forma cambia, la sostanza no. Galliani ed il Milan sono agli sgoccioli, la coesistenza con Barbara è impossibile.

 

LA PARTITAPrimo lunch-match stagionale per gli uomini di Allegri. La trasferta di Catania è insidiosa per natura, ma la buona prova offerta martedì in Champions League ha ridato fiducia ai giocatori rossoneri.

 

Diversi i cambi negli undici titolari. In difesa non c’è Abate, infortunato alla caviglia, ma Poli sulla destra; il reparto è completato da Bonera, Silvestre ed Emanuelson. Mediana con Nocerino e De Jong ai lati di Montolivo. Davanti niente chance per Matri. Al fianco di Balotelli, ci sono Kakà e Birsa. Tra i pali torna Gabriel.

 

Gli etnei, guidati da De Canio, si affidano al 4-3-3 con Barrientos, Lopez e Monzon davanti. Centrocampo con Plasil, Keko e Tachtsidis. In difesa, davanti ad Andujar, spazio per Peruzzi, Rolin, Spolli e Biraghi.

 

Il Catania inizia subito forte aggredendo gli avversari. Al 4′ prima occasione da rete per i padroni di casa: Barrientos lancia Castro, ma Gabriel esce e blocca tutto.

 

Al 12′ gli etnei vanno in rete: Castro dall’interno dell’area di rigore lascia partire una bella conclusione che Bonera, sciaguratamente, devia e spiazza Gabriel. 1 a 0 per il Catania e Milan già sotto.

 

Al 16′ il Milan tenta la reazione: cross di Montolivo per Nocerino che, in mezza rovesciata, manda sul fondo. Al 19′ Barrientos sfiora il gol: ruba palla a Bonera e conclude dai 25 metri. Palla che lambisce il palo di Gabriel.

 

Al 21′ i rossoneri arrivano al pareggio: il centrocampista del Milan riesce a superare Andujar con un bel destro al volo su cross di Emanuelson. 1 a 1 e pareggio ristabilito.

 

Passano pochi secondi ed il Milan cerca subito di ribaltare il match. Kakà lancia Balotelli, ma Andujar riesce a smorzare le velleità di gol. Al 26′ primo giallo del match: Rizzoli lo sventola a Poli.

 

Al 31′ bell’assist di Montolivo che, con un colpo di tacco, libera Kakà in area di rigore. Il brasiliano cincischia con la sfera e non riesce a produrre qualcosa di interessante. Al 32′ ammonito anche Silvestre.

 

Al 37′ problemi per Gabriel che rimane a terra dopo uno scontro con Maxi Lopez; qualche attimo di paura, poi l’estremo difensore si riprende e torna tra i pali.

 

Al 44′ arriva l’ultima chance della prima frazione di gioco: contropiede micidiale del Catania con Barrientos, Maxi Lopez e Monzon. Quest’ultimo, però, non impegna Gabriel.

 

Dopo due minuti di recupero, Rizzoli fischia la fine. Il primo tempo va in archivio sul risultato di 1 a 1. Solito Milan: disattento dietro, con Bonera e Silvestre mai sicuri, ed abbastanza bravo a creare occasioni per andare a rete. Per vincere al Massimino, però, c’è bisogno di altro.

 

La ripresa inizia senza cambi; in campo gli stessi ventidue che hanno chiuso il primo tempo. Al 48′ ci prova il Catania con Barrientos, ma l’argentino viene fermato in extremis dall’ex Silvestre.

 

Al 55′ buona trama offensiva del Milan: Montolivo serve Kakà sulla destra, sul cross di quest’ultimo, svirgola un tiro che rischia di favorire Balotelli. Rolin, attento, allontana. Un minuto dopo ci prova anche Birsa: cross dalla sinistra per Balotelli che viene anticipato da Andujar in uscita.

 

Al 57′ protesta Balotelli per un presunto intervento falloso di Rolin al limite dell’area. Rizzoli, non in grande forma quest’oggi, lascia proseguire. Il replay non chiarisce la situazione. Nel prosieguo dell’azione, giallo per Bonera e Plasil.

 

Al 60′ ottimo cross di Montolivo per Balotelli che, dal limite dell’area piccola, manda a lato; che chance sprecata per Super Mario. De Canio pochi secondi dopo effettua il primo cambio: dentro Keko al posto di Monzon.

 

La superiorità del Milan di questi minuti viene legittimata al 63′: calcio di punizione forte, deciso ed angolato di Balotelli che si spegne nella rete. Andujar non può arrivarci. 1 a 2 per il Milan a Catania.

 

Altro problema per il Catania che al 64′ perde Tachtsidis per espulsione. Rizzoli estrae il rosso diretto per il greco che rifila un calcione a Balotelli in ritardo. Giusta la sanzione.

 

Il Catania non si abbatte ed al 65′ sfiora il gol: prima è Bonera a metterci una pezza, poi il tiro di Plasil termina sopra la traversa della porta difesa da Gabriel.

 

Al 68′ secondo cambio per De Canio: dentro Guarente per Castro. Gli etnei, però, continuano ad attaccare: bel mancino di Barrientos murato da Silvestre. Sul capovolgimento di fronte ci prova Balotelli, ma Andujar è bravo a respingere.

 

Catania avanti anche al 70′: bel cross di Biraghi che trova impreparati sia Maxi Lopez che Barrientos. Al 74′ primo cambio anche per Allegri: dopo oltre tre mesi, torna in campo El Shaarawi che prende il posto di Birsa. Pochi istanti dopo giallo per Barrientos.

 

Al 76′ Balotelli si infuria con Spolli; El Shaarawi, Kakà ed Allegri cercano, invano, di calmarlo. Rizzoli decide di sorvolare e non ammonisce il rossonero. Al 79′ giallo per Kakà che allontana la palla a gioco fermo.

 

All’81’ Kakà chiude definitivamente il match. Il brasiliano si invola sulla destra ed insacca alle spalle di Andujar con un bel tocco sotto. 1 a 3 e sfida in cassaforte.

 

Allegri decide di togliere Balotelli, nervoso nel finale, ed inserisce Matri. Super Mario, uscendo, fa segno ‘3’ con la mano ai tifosi etnei; gesto inutile. La prova offerta quest’oggi dall’attaccante del Milan raggiunge la sufficienza solo grazie al gol ritrovato dopo oltre due mesi di astinenza.

 

All’87’ il Catania sfiora la rete con Barrientos: l’argentino, dal limite dell’area, si aggiusta la palla con il destro e calcia con il mancino. La sfera lambisce il palo alla destra di Gabriel. De Canio, però, lo richiama in panchina. Entra Leto.

 

Al 93′ intervento molto dubbio di Rolin su Matri in area di rigore. Il penalty sembrava esserci, ma l’attaccante rossonero era partito in fuorigioco. Rizzoli, comunque, lascia correre.

 

Dopo quattro minuti di recupero, Rizzoli fischia la fine. Il Milan conquista una vittoria importante sia per il morale che per la classifica. Il Diavolo sale a quota 17 e mette qualche punto di distanza dalla zona retrocessione, raggiungendo il Parma e superando il Torino.

 

Dopo i tre match ravvicinati contro Genoa, Celtic e Catania, Allegri avrà una settimana intera per preparare la prossima sfida. Una nuova trasferta, a Livorno, in programma sabato 7 dicembre alle 18.00 e che sarà seguita dal delicato match di Champions contro l’Ajax fissato per mercoledì 11 a San Siro.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

 

Leggi anche:

Celtic – Milan 0 a 3 Champions League girone H, una vittoria che mancava dal 19 ottobre

Milan – Genoa 1 a 1 Serie A tredicesima giornata, la crisi del Diavolo non ha fine

Crisi Milan 11 novembre 2013, si profila una stagione da metà classifica. Analisi e dettagli

Felice Natalino lascia l’Inter e il calcio, soffre di una grave aritmia cardiaca

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here