Inter – Sampdoria 1 a 1 Serie A quattordicesima giornata, delusione per la prima di Thohir in tribuna

Erick ThohirFino all’89’ il commento era ben diverso. Stavamo iniziando a parlare di un’Inter sempre più vicina non solo al terzo posto, ma anche alla Roma. Il pareggio di Renan, oltre a gelare San Siro, ha fatto cambiare espressione a Thohir. L’indonesiano, alla prima in tribuna, vede la sua squadra gettare al vento un’occasione importante per dare una scossa positiva alla classifica ed alla stagione. La zona Champions League è sempre vicina, ma è indubbio che quella di oggi è un’occasione che potrebbe generare parecchi rimpianti.

 

L’Inter e Mihajlovic nuovamente di fronte dopo i quattro anni che il serbo ha vissuto ad Appiano Gentile. Due da giocatore e due da allenatore in seconda a supporto di Roberto Mancino. Tanti i ricordi belli e le reti, ben 6 in 43 match con i neroazzurri.

 

Mazzarri conferma la formazione che sta facendo discretamente bene in questo inizio di campionato. Davanti ad Handanovic torna Campagnaro al fianco di Rolando e Juan Jesus. Mediana con Jonathan e capitan Zanetti sulle fasce (Nagatomo è fuori per infortunio) ed Alvarez, Cambiasso e Taider in mezzo. Davanti sarà Guarin a supportare Palacio.

 

Dopo il pareggio contro la Lazio, Mihajlovic vuole la prima vittoria con i blucerchiati e decide di giocarsi il match a viso aperto. 4-2-3-1 con Gabbiadini, Eder e Soriano alle spalle di Pozzi. Centrocampo con Palombo ed il talentuoso Obiang. In difesa, davanti a Da Costa, spazio per De Silvestri, Mustafi, Gastaldello e Costa.

 

Buona Sampdoria nei primi minuti del match. Al 3′ primo corner conquistato dai blucerchiati con Pozzi che gira al volo, ma non inquadra la porta. Pochi secondi dopo conclusione potente di Soriano, ma la sfera termina sopra la traversa.

 

Al 6′ ci prova anche Gabbiadini, ma il suo mancino termina di poco a lato. Al 7′ si fa vedere l’Inter: incursione di Jonathan e cross per Palacio che, però, viene anticipato da Da Costa. Al 10′ primo giallo del match: Russo lo sventola ad Alvarez. Subito dopo ammonito anche Gabbiadini.

 

Al 18′ arriva il vantaggio dell’Inter: Palacio serve Alvarez che slalomeggia al limite dell’area e crossa in mezzo per Guarin che, dopo aver stoppato, conclude a rete. 1 a 0 a San Siro e grande giocata di Ricky.

 

Al 22′ altra bella azione di Alvarez; questa volta la palla termina sui piedi di Cambiasso che, però, non ne approfitta. Al 26′ torna in avanti la Sampdoria: Mustafi serve Pozzi, ma Handanovic blocca agevolmente la sfera.

 

Al 28′ terzo ammonito del match: in questo caso il cartellino viene sventolato al doriano Costa. Due minuti dopo conclusione potente di Gabbiadini: l’estremo difensore sloveno para senza problemi.

 

Al 35′ è ancora Alvarez a rendersi pericoloso, ma questa volta Obiang lo anticipa. Al 39′ corner per la Sampdoria ed uscita decisiva di Handanovic che allontana la sfera smanacciando. Al 42′ primo cambio del match: Mihajlovic inserisce Regini per l’infortunato Gastaldello.

 

Al 45′ ammonito anche Eder; dopo centoventi secondi di recupero, Russo manda tutti negli spogliatoi. Il primo tempo va in archivio sull’1 a 0 per l’Inter che ha avuto il merito di passare in vantaggio quasi subito e di riuscire ad amministrare la gara.

 

La ripresa inizia senza cambi. Al 52′ Inter vicinissima al raddoppio con Guarin che, dal vertice destro dell’area piccola, va al tiro. Palla che si stampa sul palo. Sul capovolgimento di fronte la Sampdoria trova il pareggio con Eder, ma Russo annulla per netto fuorigioco.

 

Al 62′ primo cambio per Mazzarri: dentro Kovacic al posto di Taider. Per il giovane talento neroazzurro, solo spezzoni di partita in questa prima parte di stagione. Tocca a lui dimostrare di poter essere titolare di centrocampo.

 

I ritmi sono decisamente calati rispetto alla prima parte del match. Al 67′ bella apertura di Kovacic per Jonathan che, crossando in mezzo, non trova Palacio. Al 70′ punizione da ottima posizione per gli ospiti: ci prova Eder, ma Handanovic para e Cambiasso manda in corner.

 

Al 72′ secondo cambio per Mihajlovic: dentro Sansone per Pozzi. Tre minuti dopo ammonito anche Campagnaro tra le file neroazzurre. Al 77′ giallo anche per Guarin.

 

All’81’ secondo cambio per Mazzarri: fuori un nervoso, ma fin qui decisivo, Guarin e dentro Mudingayi. Cinque minuti dopo cambio esauriti con l’ingresso di Belfodil per Alvarez, applaudito da San Siro per i numeri fatti vedere nel primo tempo. Mihajlovic risponde con Renan al posto di Obiang.

 

All’89’ arriva, inaspettata, la rete della Sampdoria: Renan, con un tiro preciso dai ventidue metri, infila la palla dove Handanovic non può arrivare. 1 a 1 a San Siro e tifosi interisti gelati.

 

Dopo quattro minuti di recupero, Russo fischia la fine del match. La prima partita dell’Inter con Thohir in tribuna è positiva solo a metà: 1 a 1 a San Siro contro una Sampdoria equilibrata e grintosa. L’Inter, poco brillante, non ha certo offerto la sua migliore prova stagionale ed ha mostrato un Palacio in netto calo fisico e psichico rispetto l’inizio di stagione.

 

Il punticino conquistato contro l’ex Mihajlovic proietta l’Inter a 27 lunghezze, un punto sotto al Napoli che, domani sera, giocherà all’Olimpico contro la Lazio. La Roma, uscita indenne da Bergamo contro l’Atalanta, sale a quota 34, al pari della Juventus, impegnata alle 18.30 contro l’Udinese.

 

Neroazzurri che in settimana saranno impegnati in Coppa Italia, nella sfida ad eliminazione diretta contro il Trapani. Match in programma a San Siro alle 21.00 di mercoledì 4 dicembre. Prossimo appuntamento con la Serie per domenica 8 dicembre alle 20.45: Inter – Parma.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Celtic – Milan 0 a 3 Champions League girone H, una vittoria che mancava dal 19 ottobre

Bologna – Inter 1 a 1 Serie A tredicesima giornata, occasione sprecata

Crisi Milan 11 novembre 2013, si profila una stagione da metà classifica. Analisi e dettagli

Felice Natalino lascia l’Inter e il calcio, soffre di una grave aritmia cardiaca

 

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here