Honda al Milan e D’Ambrosio all’Inter, ecco i primi colpi di mercato delle due milanesi

CalciomercatoSi è aperto ufficialmente venerdì 3 gennaio 2014 il calciomercato di riparazione. E le due società milanesi, entrambe bisognose di rinforzi, non hanno atteso molto per annunciare i primi colpi di mercato. Keisuke Honda per il Milan, oltre ad Adil Rami, e Danilo D’Ambrosio per l’Inter. Allegri ha il fantasista che desiderava, Mazzarri l’esterno sinistro per far rifiatare Nagatomo. Nel frattempo sembrano sfumare sia Parolo, in direzione Napoli, che Nainggolan, ufficializzato dalla Roma.

 

IL GIAPPONE SBARCA A MILANO – Keisuke Honda era in orbita Milan da almeno due stagioni. Difficile, però, strapparlo alla potenza economica del Cska Mosca che, in patria, è tra i club con un sostegno finanziario più solido.

– Il sogno si è avverato. Sabato 4 gennaio Honda è sbarcato in Italia, a Linate. Ad accoglierlo una delegazione rossonera capeggiata da Gandini e un foltissimo numero di giornalisti accreditati, su tutti nipponici.

– E l’accoglienza fa subito capire cosa potrebbe comporta avere Honda in squadra. La mezz’ala, all’occorrenza anche trequartista, è una delle stelle in patria. Con Kagawa, ora in forza al Manchester United, è tra i big della Nazionale allenata da Zaccheroni.

 

CALCIO … – Esperienza, tecnica, classe e marketing. Sono questi i quattro pilastri che hanno portato il Milan a voler chiudere, a tutti i costi, l’operazione Honda.

– Nato a Settsu il 13 giugno del 1986, il nipponico è cresciuto calcisticamente in patria nel Nagoya Grampus Eight dove ha giocato tra il 2005 ed il 2007, mettendo assieme 90 partite e 11 reti. Nel gennaio del 2008 arriva il salto in Europa, al VVV-Venlo; qui rimane per due anni, dimostrando di meritarsi la fiducia riposta nei suoi confronti dal club olandese: 24 reti in 68 partite.

– Il Cska Mosca si accorge di lui e lo porta in Russia dal gennaio 2010. Con un cartellino pagato 6 milioni di euro, era lecito attendersi parecchio. E così è stato: 20 reti in 94 partite e 4 trofei alzati al cielo: 1 Campionato russo (2012-13), 1 Supercoppa di Russia (2013) e 2 Coppe di Russia (2010-11 e 2012-13).

– La bacheca del nipponico non finisce qui. Keisuke vanta anche una Eereste Divisie, conquistata con il VVV-Venlo nel 2008-09, e una Coppa d’Asia, risalente al 2011. A livello individuale, invece, è stato nominato Miglior giocatore della Eereste Divisie nel 2008-09 e Miglior giocatore della Coppa d’Asia nel 2011.

 

… E NON SOLO – Calciatore di classe, ma anche azienda e importante portatore di sponsor. E’ questo il tesserino con cui si è presentato Honda a Milano. Il giapponese, è stato stimato, potrebbe portare nelle casse del Milan 6-7 milioni di euro all’anno.

– Come? Semplice: merchandising e vendita di magliette, pubblicità a San Siro, cessioni dei diritti tv alle emittenti giapponesi e sfruttamento dei canali di comunicazione rossoneri nel Sol Levante. Insomma, un acquisto che si ripaga, ampiamente, da solo.

– La crisi economica e i ridotti budget messi a disposizione di Fininvest hanno portato i dirigenti rossoneri a trovare alternative all’aumento del fatturato. L’acquisto di Keisuke Honda va in questa direzione. Indosserà la maglia numero 10, quella che in passato fu di Rivera, Gullit, Savicevic e Rui Costa. Il contratto è di quelli ‘pesanti’: 3 milioni di euro netti fino al 2018.

 

E L’INTER? ARRIVA L’ESTERNO – Dopo giorni interi a parlare di cessioni illustri, Guarin in testa, ecco che poche ore fa è arrivata anche la notizia del primo acquisto di Thohir. Il nome non è di quelli che fa impazzire i tifosi, ma va a soddisfare un desiderio di Walter Mazzarri.

– Il tecnico di San Vincenzo voleva un esterno di centrocampo, capace di sostituire il partente Pereira e di far riposare Jonathan e Nagatomo. Danilo D’Ambrosio, classe ’88 ed ex Torino, arriverà nelle prossime ore ad Appiano Gentile, dove sosterrà le visite mediche prima di aggregarsi ai suoi nuovi compagni.

– L’esterno mancino dei Granata, in scadenza di contratto a giugno 2014, arriva per 2 milioni di euro. Percepirà un ingaggio di 1,3 milioni di euro netti all’anno fino al 2017. I neroazzurri hanno cercato di inserire nella trattativa Mudingayi, ma il Toro ha preferito l’assegno.

 

D’AMBROSIO, PRONTO AL GRANDE SALTO? – Dopo una carriera trascorsa nelle Serie minori, vagando tra Salernitana, Potenza e Juve Stabia, la svolta per D’Ambrosio arriva nel gennaio del 2010 quando il Torino lo acquisisce in comproprietà.

– Da subito si mette in mostra portando i Granata nelle zone alte della Serie B. La promozione, però, riesce solamente nella stagione 2011-12, con la gestione Ventura.

– Con il tecnico ligure dà il meglio di sé: il 3-5-2 e il 3-4-3 lo esaltano e gli consentono di arrivare maggiormente in zona rete: sono 10 le reti siglate con la maglia Granata dal gennaio 2010 ad oggi. In questa stagione convince i principali dirigenti italiani, tant’è che su di lui c’era anche il Milan di Allegri ed il Napoli di Benitez.

– Un solo interrogativo accompagna l’arrivo di D’Ambrosio in una grande piazza come quella dell’Inter. Sarà in grado di replicare le ottime prove offerte con la maglia del Torino anche a San Siro o subirà, in negativo, la pressione dei suoi nuovi tifosi e del suo nuovo pubblico?

 

E ORA? BISOGNA SFOLTIRE – E ora? Quali saranno le prossime mosse dei vari Ausilio, Branca e Galliani? In coro, tutti, l’hanno detto. Prima di pensare ad eventuali acquisti, sarà necessario piazzare gli esuberi.

– I nomi sono tanti. Si va da Pereira, Kuzmanovic e Belfodil per l’Inter a Gabriel, Mexes e Matri per il Milan. Giocatori difficili da cedere visti i loro lauti ingaggi in rapporto alla qualità. Belfodil e Gabriel sono le eccezioni, ma per loro si pensano trasferimenti in prestito.

– Per Pereira, Kuzmanovic, Mexes e Matri si potrebbero aprire soluzioni solamente a fine mercato, quando molte squadre potrebbero veder sfumare i principali obiettivi. Qualcuno ha parlato anche di possibili scambi tra le due milanesi, con Kuzmanovic in rossonero e Matri in neroazzurro. Difficile, a nostro parere, senza conguaglio visto la differenza di cartellino.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Rimonta Milan 2014, infortuni 2013, classifica e morale

Lazio – Inter 1 a 0 Serie A diciottesima giornata, Klose decide la sfida

Milan – Atalanta 3 a 0 Serie A diciottesima giornata, sempre e solo Kakà

Calciomercato gennaio 2014 Inter e Milan: Nainggolan, Guarin, Honda, Rami e D’Ambrosio

Infortunio El Shaarawi Milan e cessione Guarin dall’Inter al Chelsea, tutti i dettagli

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here