Scambio Guarin Vucinic tra Inter Juventus, parte anche Ranocchia

Guarìn, InterDopo la sconfitta contro il Genoa, il mercato dell’Inter entra nel vivo. Nella giornata di ieri sono state ufficiosamente chiuse due importanti trattative: lo scambio con la Juventus tra Guarin e Vucinic e la cessione di Ranocchia. La rivoluzione di Thohir ha inizio; i tifosi, poco soddisfatti fino ad adesso, si chiedono cosa se ne farà il magnate indonesiano dei soldi incassati: serviranno per acquistare nuovi giocatori o per sistemare i conti societari?

 

COME NASCE LO SCAMBIO CON LA JUVENTUS? – Alle 23.00 di lunedì 20 gennaio 2014, ora in cui vi stiamo scrivendo, lo scambio tra Guarin e Vucinic non è ancora ufficiale. Gli sviluppi, però, sembrano lasciare poco spazio all’immaginazione.

– La giornata di ieri è stata piuttosto movimentata. Tutto è iniziato con l’Inter che ha cercato Lucci, agente di Vucinic, per portare ad Appiano Gentile l’attaccante montenegrino. I bianconeri, per tutta risposta, hanno cercato di inserire nella trattativa Andrea Ranocchia.

– La dirigenza dell’Inter, forte dell’interesse del Borussia Dortmund sul difensore centrale, ha pensato di inserire nella trattativa Fredy Guarin, dato partente da almeno due mesi. Il Chelsea ha l’accordo con il colombiano, ma non con la società neroazzurra che chiede 18 milioni, contro i 13 offerti dai londinesi.

 

STOP&GO – La trattativa tra Inter e Juventus, però, non è stata facile. Diversi sono stati gli ostacoli che si sono frapposti alla realizzazione di questo scambio.

– Tre su tutti: la volontà bianconera di scambiare Vucinic con Ranocchia, i problemi fisici del montenegrino bianconero e la diversità di ingaggio tra i due giocatori.

– La trattativa tra Branca ed Ausilio da una parte e Marotta e Paratici dall’altra ha subito una brusca interruzione quando l’Inter ha proposto lo scambio Guarin-Vucinic con conguaglio a proprio favore. Inevitabile pensare a questa soluzione confrontando l’età dei protagonisti: 27 il colombiano, 30 il montenegrino.

 

GUARIN vs. VUCINIC: CHI CI GUADAGNA? – 27 anni il colombiano, 30 il montenegrino. Centrocampista offensivo il primo, seconda punta il secondo. Forza e resistenza l’interista, classe e discontinuità lo juventino.

– Qualora lo scambio dovesse andare in porto, quale dei due club ci guadagnerebbe? Sulla carta viene facile dire la Juventus. Fredy Guarin è più giovane e ha dimostrato, nel suo primo anno ad Appiano Gentile, di poter essere un ottimo centrocampista.  Inoltre il colombiano sembra perfetto per il gioco di Conte, fatto di dinamicità, forza fisica ed inserimenti.

– Vucinic, invece, è una seconda punta atipica; fa diversi assist e fa giocare bene la squadra, ma segna poco ed è fortemente discontinuo ed altalenante. Sul montenegrino, però, ci ha messo la faccia Mazzarri. E’ lui il vero sostenitore dell’ex Roma; è sempre lui che ha preferito Mirko ad altre ipotesi, come Borriello ed Osvaldo.

– Vucinic potrebbe far rifiatare Palacio, in evidente calo fisico negli ultimi due mesi, e permettere a Milito di poter rientrare con le dovute cautele. Con Milito formerebbe una coppia decisamente ben assortita e complementare, mentre se schierato con Palacio consentirebbe di non offrire punti di riferimento agli avversari.

– Quindi? Cosa concludere? A dispetto della storia, che vede la Juventus sempre favorita negli scambi realizzati con l’Inter, questa volta potrebbero guadagnarci entrambi i club. Soprattutto per il fatto che tutti e due i giocatori sono alla ricerca di nuovi stimoli, di nuove motivazioni, di nuove platee a cui dimostrare di valere.

 

LA CURVA NORD SI SCAGLIA CONTRO THOHIR – Mentre tutti discutono su chi tra Inter e Juventus potrebbe guadagnarci maggiormente da questo scambio, la Curva Nord ha le idee chiare ed esprime tutto il suo malessere con un durissimo comunicato.

– “Il passaggio che si sta concretizzando in queste ore di uno dei giocatori più importanti della rosa dell’FC Inter ad un’altra società italiana è la goccia che fa traboccare il vaso. Thohir deve capire che questo non è baseball, né football americano”.

– “Cambiando la gestione perlomeno ci aspettavamo non si ripetessero gli stessi errori e soprattutto ci fossero cambi in tutte le “componenti di maggior decisione” della Società Inter. Fosse preso in considerazione per ovvi motivi il principio di assunzione, in un’azienda come quella nerazzurra, di personale di indiscutibile fede calcistica”.

– “L’Inter gioca in serie A e si merita una Società da serie A. Al Sig.Thohir consigliamo di dimenticarsi il baseball, il football americano, l’NBA o altre realtà lontane anni luce dalla nostra da cui dice di prendere esempio e copiare per applicare i modelli di business a Milano. Non ci è chiaro di preciso cosa stia facendo, cosa abbia in testa, quali fini lo spingono. Ma vorremo vedere meno sorrisi. Vorremmo sentire meno volte la parola ‘business’. Vorremmo atti concreti. Qui siamo in Italia. Paese di tradizioni e abitudini non conformi né all’Indonesia ne agli Stati Uniti (parliamo di vita reale. senza offesa per nessuno)”.

 

E ORA? PARTE ANCHE RANOCCHIA? – E le cessioni eccellenti potrebbero non essere finite qui. Oltre a Guarin, a breve, dovrebbe lasciare la sponda neroazzurra di Milano anche Andrea Ranocchia.

– L’Inter valuta il difensore ex Bari circa 15 milioni di euro, ma l’operazione con i tedeschi dovrebbe chiudersi a 10 milioni più 2 di bonus. Anche Andrea Ranocchia, quindi, cambierà casacca.

– Lui e Guarin, oltre ad Handanovic e Palacio, erano gli unici due giocatori che l’Inter aveva a disposizione per poter accumulare un tesoretto da investire in un centrocampista di qualità, visto le delusioni Taider e Kovacic.

 

POI SPAZIO AGLI ACQUISTI? – Pereira al San Paolo, Guarin alla Juventus e Ranocchia al Borussia Dortmund. Tolto l’ex Porto, l’Inter si priva nella sessione di rafforzamento del calciomercato di due tra i suoi giocatori più forti e rappresentativi.

– I tifosi, come espressamente evidenziato dal comunicato della Curva Nord, non sono d’accordo con questa linea societaria e vorrebbero che Thohir dia il via anche agli acquisti.

– D’Ambrosio, che nelle prossime ore dovrebbe diventare ufficiale, non basta. E nemmeno Vucinic sembra entusiasmare più di tanto i supporter interisti. L’obiettivo dell’ultima ora sembra essere Hernanes, ma Lotito chiede 17 milioni. Troppi per questa Inter.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Milan – Verona 1 a 0 Serie A ventesima giornata, decide Balotelli su rigore

Genoa – Inter 1 a 0 Serie A ventesima giornata, si apre la crisi neroazzurra

Seedorf nuovo allenatore del Milan, intanto Matri firma con la Fiorentina

Esonero Allegri dal Milan, giovedì arriva Seedorf?

Honda al Milan e D’Ambrosio all’Inter, ecco i primi colpi di mercato delle due milanesi

Matteo Torti

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here