Anteprima Juventus – Inter 2 febbraio 2014, probabili formazioni, calciomercato e precedenti

Palla_al_centroC’è chi vuole ritornare alla vittoria e chi, la vittoria, la vede allontanarsi sempre di più se si considerano gli ultimi tre mesi. Juventus – Inter, in programma domenica 2 febbraio 2014 alle ore 20.45, è la sfida tra chi è alle prese con la volata finale per vincere il terzo scudetto e chi, invece, sta vivendo l’ennesima stagione deludente. Analizziamo il match tra bianconeri e neroazzurri.

 

IL PROGRAMMA DELLA VENTIDUESIMA GIORNATA – Cagliari – Fiorentina e Bologna – Udinese, complici le Semifinali di Coppa Italia della prossima metà settimana, apriranno alle 18.00 di sabato 1° febbraio la 22esima giornata, la terza di questo girone di ritorno. Il sabato calcistico verrà chiuso da Milan – Torino, in programma per le 20.45 a San Siro.

– Domenica, a dispetto delle proteste rossoblù, derby della Lanterna alle 12.30. Poi, alle 15.00, in campo Catania – Livorno, Chievo – Lazio, Sassuolo – Verona, Atalanta – Napoli e Roma – Parma.

– Il posticipo è di quelli da non perdere. Dopo le scaramucce di mercato sull’affare Guarin-Vucinic, Juventus ed Inter si affrontano sul campo. Conte vs. Mazzarri: il fischio di inizio avrà luogo allo Juventus Stadium alle 20.45.

 

IL MOMENTO DELLE DUE SQUADRE – Inutile dire chi sta meglio tra Juventus ed Inter. Va bene che i bianconeri arrivano da una sconfitta, 1 a 0 in Coppa Italia contro la Roma, e da un risicato pareggio, 1 a 1 contro la Lazio in Serie A, ma la differenza tra le due squadre sembra piuttosto evidente.

– Se la Juventus non vince dal 18 gennaio, l’Inter non ottiene i tre punti dal derby del 22 dicembre. Nessuna vittoria in questo 2014 che ha portato solamente 2 pareggi (contro Chievo e Catania) e 3 sconfitte (contro Lazio, Udinese e Genoa). Derby a parte, i neroazzurri non hanno uno score positivo da novembre, quando vinsero due partite di fila contro Udinese (0 a 3 al Friuli) e Livorno (2 a 0 a San Siro).

– L’arrivo di Thohir non ha certo portato bene. Nelle ultime 10 sfide di campionato la squadra di Mazzarri ha raccolto solamente 2 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte, per un totale di 11 punti contro i 30 a disposizione. Trend completamente opposto per i bianconeri che nell’ultima decade di match di Serie A hanno totalizzato 28 punti, frutto di 9 vittorie ed un solo pareggio.

 

COSA DICE LA STORIA? – E’ la prima Juventus – Inter del futuro recente senza Massimo Moratti in sella alla società neroazzurra. Una ferita aperta, come sta emergendo in questi giorni di mercato, per i tifosi interisti già ampiamente delusi dall’operato e dalla scarsa presenza e competenza di Thohir.

– La sfida tra bianconeri e neroazzurri è una delle più classiche in Italia. Dopo Calciopoli la rivalità si è acuita ed i toni, in molti casi, si sono accesi. Indimenticabile, nel passato, il 9 a 1 per i bianconeri della stagione 1960-61 quando Herrera e papà Moratti decisero di schierare la Primavera per protestare contro la decisione della Caf che accolse il ricorso dei bianconeri guidati da Umberto Agnelli in seguito ad un 2 a 0 a tavolino per il Biscione dopo che lo stadio di Torino strabordava, irregolarmente, di folla.

– Il tabellino, dal 19 marzo del 1930 ad oggi, vede un totale di 80 partite disputate in campionato a Torino; netto il vantaggio dei bianconeri: 55 vittorie contro 14 pareggi e 11 sconfitte. Anche nei gol domina la Vecchia Signora: 143 quelli realizzati contro i 64 subìti.

– L’ultima sfida risale al 3 novembre del 2012 quando i bianconeri di Stramaccioni si imposero 1 a 3 allo Juventus Stadium grazie alla doppietta di Milito ed alla rete di Palacio che ribaltano il vantaggio flash firmato da Vidal.

– Da notare che il pareggio manca dal 18 aprile 2009: 1 a 1 con le reti di Balotelli al 19′ e Grygera al 91′.

 

MAZZARRI PERDE CAMBIASSO – Proprio mentre il calciomercato che è entrato nel vivo, si chiuderà oggi alle 23.00, Mazzarri ha dovuto accettare una perdita importante. Esteban Cambiasso, importante colonna del centrocampo neroazzurro, ha accusato uno stiramento al bicipite femorale sinistro dopo la sfida contro il Catania.

– L’argentino salterà la sfida di domenica sera contro i bianconeri e rimarrà lontano dai campi da gioco per circa un mese. Probabile che rientri per la sfida contro la Roma del prossimo 1 marzo o, al più tardi, per l’incontro casalingo contro il Torino del 9 marzo 2014.

– L’assenza del Cuchu è pesante per l’allenatore di San Vincenzo che cercherà di sostituire l’argentino con capitan Zanetti; sarà lui ad avere il compito di marcare Pirlo. Il resto della mediana sarà completato da Jonathan, Alvarez, Taider e Nagatomo. Davanti titolari Milito e Palacio. Davanti ad Handanovic, spazio per Rolando, Campagnaro e Juan Jesus.

– Per Conte, che sembra abbia rinnovato con la Vecchia Signora fino al 2018 ottenendo maggiori poteri sul fronte mercato, formazione tipo con l’unica perdita di Buffon, espulso durante la sfida contro la Lazio. Il n° 1 bianconero verrà sostituito da Storari.

– Difesa con Barzagli, Bonucci e Chiellini. Centrocampo con Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Vidal ed Asamoah. Davanti il duo Tevez-Llorente.

 

L’APPUNTAMENTO – Non resta che attendere le 20.45 di domenica 2 febbraio 2014 per assistere alla super sfida tra Juventus ed Inter.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Calciomercato Inter e Milan gennaio 2014: Hernanes, Vucinic, D’Ambrosio, Armero, Taarabt e Biabiany

Essien al Milan, dal Chelsea il nuovo centrocampista dei rossoneri

Scambio Guarin Vucinic tra Inter Juventus, parte anche Ranocchia

Seedorf nuovo allenatore del Milan, intanto Matri firma con la Fiorentina

Esonero Allegri dal Milan, giovedì arriva Seedorf?

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here