Milan – Torino 1 a 1 Serie A ventiduesima giornata, Rami regala il pareggio a Seedorf

Adil RamiUn 1 a 1 buono per l’aver conquistato un punto, ma nulla più. Il Milan di Seedorf continua a non convincere; la difesa è troppo fragile per sostenere e supportare adeguatamente un modulo così offensivo. Bonera, dopo Cagliari, commette un altro errore fatale che consente ad Immobile ed al Torino di andare in vantaggio. Per rimediare il pari c’è bisogno di una grande conclusione da fuori area di Rami. Troppo poco però; dopo le fortunose vittorie contro Verona e Cagliari, il Milan non va oltre il pari in casa contro il Torino.

 

Riparte da Torino la rincorsa al quinto posto in classifica del nuovo Milan di Seedorf. Archiviato il calciomercato invernale, i rossoneri tornano in campo e lo fanno nell’anticipo serale del sabato contro il Torino, a San Siro.

 

Pochi i cambi di formazione rispetto ai match precedenti. Davanti, complice la squalifica di Balotelli, torna titolare dopo nove mesi Pazzini; l’italiano sarà supportato da Kakà, Robinho ed Honda. In mezzo fuori De Jong e dentro Montolivo e Muntari. In difesa, davanti ad Abbiati, spazio per De Sciglio, Bonera, Rami ed Emanuelson.

 

Di fronte il Torino di Ventura si affida ai ‘gemelli del gol’, Immobile e Cerci. Mediana folta con Darmian, Barsha, Vives, Farnerud e Masiello. In difesa, davanti a Padelli, dentro Maksimovic, Glik e Moretti.

 

Inizia molto bene il Milan; dopo poco più di un minuto è Pazzini a sfiorare la rete con un bel destro da dentro l’area di rigore. Padelli, in tuffo, alza sopra la traversa. I rossoneri provano a fare il match impostando il consueto possesso palla a centrocampo.

 

Al 10’ si fa vedere il Torino: Cerci, dalla destra, crea il primo pericolo alla retroguardia rossonera; al 16’ci prova Immobile, ma Abbiati salva la porta rossonera.

 

Al 17’ il Torino concretizza: bel contropiede dei Granata con Immobile che, al limite dell’area, salta facilmente Bonera e supera Abbiati nell’uno contro uno. 0 a 1 a San Siro e Torino in vantaggio.

 

I rossoneri di Seedorf tentano subito la reazione; al 19’ flipper in area avversaria che viene sbrogliato da Pazzini che, in rovesciata, tenta di sorprendere Padelli, ma l’estremo difensore avversario manda in angolo.

 

Al 24’ si fa vedere anche Kakà, ma il suo destro finisce ampiamente a lato. Tre minuti dopo è la volta di Honda, ma il suo mancino viene mandato in corner da Glik. San Siro non ci sta: iniziano ad arrivare i primi fischi.

 

Al 31’ nuovo contropiede del Torino: Cerci, dalla destra, va al cross, ma Farnerud incredibilmente si mangia la rete del raddoppio a due passi da Abbiati. Pochi secondi dopo Cerci ci prova ancora: questa volta fa tutto da solo, ma Abbiati blocca la conclusione dell’ex Roma e Fiorentina.

 

Al 35’ ci prova anche Muntari, con una bella conclusione dal limite dell’area; niente di fatto. Quando avanza, il Torino fa sempre paura. Al 43’ destro a giro di Kakà, ma Padelli in tuffo manda in angolo.

 

Il primo tempo finisce senza altre occasioni da rete; le due squadre vanno negli spogliatoi con il Torino in vantaggio di una rete grazie al gol di Immobile al 17’. Torino sempre pericoloso in contropiede e Milan che punta al solito, sterile, possesso di palla.

 

La ripresa inizia senza cambi; al 47’ ci prova Muntari con il mancino, ma Padelli blocca senza problemi. Al 49’ arriva il pareggio del Milan firmato da Rami: il francese duetta con Muntari e va al tiro dai venticinque metri. Padelli non può fare nulla sulla grande conclusione del difensore. 1 a 1 a San Siro.

 

Al 51’ ci prova Kakà con il destro, ma la palla si spegne fuori dai pali. Al 53’ primo cambio per Ventura: dentro El Kaddouri al posto di Farnerud. Al 58’ Emanuelson va al cross dalla sinistra, ma non trova nessun compagno pronto all’appuntamento con la sfera.

 

Al 59’ i rossoneri riescono a raggiungere il raddoppio con Robinho, ma Damato ferma il gioco per un fuorigioco, giusto, del brasiliano. Seedorf, pochi minuti dopo, inserisce De Jong per Muntari. L’olandese, pochi secondi dopo, va al tiro con il destro, ma Padelli ferma tutto.

 

Al 68’ secondo cambio per il Torino: dentro Kurtic al posto di Basha. La partita sembra essersi bloccata: i Granata sembrano accettare il pareggio, mentre i rossoneri non sembrano avere il giusto cambio di passo per arrivare alla vittoria.

 

Al 74’ ammonito Vives per un’entrataccia su Pazzini; un minuto dopo fischi per Robinho che lascia il posto a Saponara. Davvero inconsistente la prova del trequartista brasiliano.

 

Al 76’ ammonito anche Maksimovic; poco dopo Damato sventola il giallo anche a Pazzini. All’88’ arriva il cambio della disperazione: Clarence inserisce il giovane Petagna per Honda, ma nei quattro minuti di recupero non succede assolutamente nulla.

 

A San Siro termina 1 a 1. Ennesima prova inconsistente ed inconcludente per il Diavolo che testimonia la fragilità difensiva e l’insostenibilità di un modulo che prevede una punta centrale e tre trequartisti.

 

Seedorf esce da San Siro con un misero punticino che porta i rossoneri a 29 punti, mentre il Torino sale a quota 33, al pari dell’Inter.

 

Si sta avvicinando un periodo molto caldo per il Milan; il prossimo sabato, sempre alle 20.45, i rossoneri saranno di scena a Napoli contro la squadra allenata da Benitez. Poi inizia il primo trittico delicato: Bologna ed Atletico Madrid in casa e Sampdoria in trasferta.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Chiusura calciomercato Inter e Milan 31 gennaio 2014, Hernanes e Taarabt gli ultimi colpi delle due milanesi

Anteprima Juventus – Inter 2 febbraio 2014, probabili formazioni, calciomercato e precedenti

Calciomercato Inter e Milan gennaio 2014: Hernanes, Vucinic, D’Ambrosio, Armero, Taarabt e Biabiany

Essien al Milan, dal Chelsea il nuovo centrocampista dei rossoneri

Scambio Guarin Vucinic tra Inter Juventus, parte anche Ranocchia

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here