Branca e Fassone lasciano l’Inter, mentre i tifosi attendono Hernanes. ll Milan punta Agazzi e lascia El Shaarawi in lista B per la Champions

El Shaarawy e RobinhoEra inevitabile che l’avvento dell’era Thohir all’Inter avrebbe provocato la ‘caduta’ di qualche testa pesante. Branca era l’indiziato numero 1 e, seppur con qualche settimana di ritardo, il ‘taglio’ è avvenuto. E il responsabile dell’area tecnica sarà seguito da Fassone. Intanto, molti tifosi interisti si chiedono quando verrà presentato Hernanes: che senso ha aspettare una settimana per presentare quello che dovrebbe essere la nuova stella del club? Il Milan, invece, si accorda con il portiere Agazzi e lascia El Shaarawi in Lista B per la Champions League.

 

RANOCCHIA: IN ESTATE ALLA JUVENTUS? – La trattativa per la cessione di Andrea Ranocchia al Galatasaray è ufficialmente saltata per un mancato accordo tra il giocatore ed il club turco sull’ingaggio.

– Lo stesso presidente della squadra allenata da Roberto Mancini, Unal Aysal, ha confermato ciò ad una tv locale: “Non siamo riusciti a trovare l’accordo, con Ranocchia non è stato possibile comprendersi. Quindi abbiamo deciso di muoverci su un altro nome nella lista indicata da Roberto Mancini”.

– Il difensore italiano, messo fuori rosa da Walter Mazzarri da un mese, ossia da quando sbagliò la marcatura su Miroslav Klose nella sfida persa 1 a 0 contro la Lazio. Il tecnico di San Vincenzo gli preferisce costantemente Rolando e la società ha cercato di ‘piazzarlo’, non riuscendoci, nel mercato di riparazione che si è chiuso venerdì sera alle 23.00.

– Impossibile, però, non notare quanto è successo domenica sera allo Juventus Stadium. Ranocchia, nel post-partita, entra nello spogliatoio dell’Inter per incoraggiare i compagni di squadra, ma poi fa visita ad Antonio Conte, quel tecnico che l’ha lanciato nel grande calcio ai tempi del Bari.

– Sono abbracci, sorrisi, gesti d’affetto e ricordi. Ranocchia ha un contratto fino al 30 giugno 2015 e l’Inter, nel prossimo mercato estivo, sarà costretto a venderlo se non vuole rischiare di perderlo a parametro zero pochi mesi dopo.

 

INTER: BRANCA E FASSONE LASCIANO – L’ufficialità, per ovvi motivi, manca ancora. La notizia, però, è di quelle che non lasciano dubbi: Marco Branca e l’Inter, da giugno, si separeranno. Il responsabile dell’area tecnica neroazzurra paga diversi mercati fatti di stenti e di giocatori mediocri.

– Dopo 12 anni di permanenza nella dirigenza del Biscione, Marco Branca sarà la prima testa ‘tagliata’ da Erick Thohir. La conferma di questo ‘esonero’ è arrivata pochi giorni fa, nel pomeriggio di venerdì scorso, quando il dirigente era assente dalla delicata riunione che avrebbe poi deliberato di fare la mossa decisiva per acquistare Hernanes.

– Marco Branca, però, non sarà il solo a venire ‘silurato’. Sarà seguito da Marco Fassone, l’attuale direttore generale dell’Inter, criticato in più di un’occasione dai tifosi per la sua passata esperienza alla Juventus ed al Napoli.

– Il ruolo di Fassone sarà ricoperto da un uomo di Thohir, Shreve in testa, mentre Branca non dovrebbe essere sostituito in alcun modo. Sarà Piero Ausilio ad essere l’uomo mercato interista dalla prossima stagione.

 

A.A.A.: SOCIETA’ SERIA CERCASI – Ultimi in classifica se si considerano solamente le partite di questo primo scorcio del 2014. Due miseri punti frutto dei pareggi contro Chievo e Catania; poco, troppo poco se si considera anche la sconfitta in Coppa Italia contro l’Udinese.

– La crisi, però, non è solo tecnica. Da quando Thohir è subentrato a Moratti, manca la figura dell’uomo forte che l’ex presidente neroazzurro incarnava alla perfezione. Dichiarazioni prima e dopo il match, gesti di affetto, visite ad Appiano Gentile. Sono solo ricordi, ora la mente è in Indonesia; troppo lontano.

– E che manchi una società solida lo si capisce anche analizzando il caso Hernanes. Il brasiliano, per costo del cartellino, rappresenta di fatto il top player neroazzurro. Un acquisto da esaltare per la disponibilità monetaria di Erick, da sbandierare ai tifosi che avevano criticato la società quando stava per concludere lo scambio Guarin-Vucinic con la Juventus, da presentare con tono trionfale.

– E invece? Nulla di tutto ciò. Poca pubblicità, poco entusiasmo, poco orgoglio e, infine, nessuna presentazione. Sono passati quasi quattro giorni dall’ufficialità della trattativa e della presentazione del Profeta non si sa ancora nulla.

– Siamo d’accordo con la scelta di non presentarlo prima di un match così delicato come quello con la Juventus, ma un evento in queste ore avrebbe contribuito a ridare entusiasmo alla squadra ed a togliere tensioni e critiche da parte dei media.

 

PASSIAMO AL MILAN, A GIUGNO ARRIVA AGAZZI – Abbiati l’8 luglio 2014 compirà 37 anni, Amelia ha dimostrato anche a Cagliari di non essere affidabile e Gabriel sembra ancora troppo immaturo per poter guidare il Milan. Ecco perché il calciomercato estivo del Diavolo potrebbe focalizzarsi sul portiere.

– Sappiamo che da quando è presidente, Silvio Berlusconi non ha mai investito pesantemente su questo ruolo. Però, almeno in Italia, avere un parco di estremi difensori di tutto rispetto consente di fare un salto di qualità notevole in classifica dove, come ogni anno, dominano quei club che subiscono poche reti.

– Unendo la necessità di acquistare un nuovo portiere con il vantaggio del parametro zero, Galliani ha messo a segno il colpo Agazzi. Michael, classe 1984, arriverà il 1° luglio a 0 dopo aver guidato la porta del Cagliari per tre stagioni ed essere, ora, in quel di Verona con il Chievo.

– Un ottimo n° 12 che avvicenderà Abbiati. Per il n° 1 è sempre in pista l’idea Marchetti; l’estremo difensore della Lazio ha un contratto in scadenza nel 2016, ma Reja gli preferisce Berisha. Lotito potrebbe anche decidere di cederlo, ma la base d’asta di partenza sono 12 milioni di euro.

 

CHIUDIAMO CON LA LISTA CHAMPIONS – Mercoledì 19 febbraio e martedì 11 marzo. Saranno le due date cruciali del cammino di Seedorf sulla panchina del Milan; l’andata ed il ritorno degli Ottavi di finale di Champions League contro l’Atletico Madrid. Ieri è stata comunicata la lista che presenta novità interessanti.

– Restano fuori dalla lista sia Riccardo Saponara che Matias Silvestre; i nuovi acquisti, ad eccezione di Honda che non potrà disputare la competizione europea avendo già giocato con il Cska Mosca ci sono tutti. Mentre viene messo nella lista B El Shaarawi che non sarà pronto per la doppia sfida contro Simeone.

Portieri: Abbiati, Amelia, Coppola.

Difensori: Abate, Bonera, De Sciglio, Mexes, Rami, Zaccardo, Zapata.

Centrocampisti: Birsa, Constant, Cristante, De Jong, Emanuelson, Essien, Montolivo, Muntari, Poli.

Attaccanti: Balotelli, Robinho, Kakà, Pazzini, Taarabt.

Lista B: Benedicic, El Shaarawy, Ferrari, Iotti, Modic, Pedone, Petagna, Pinato.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Juventus – Inter 3 a 1 Serie A ventiduesima giornata, continua la crisi interista

Milan – Torino 1 a 1 Serie A ventiduesima giornata, Rami regala il pareggio a Seedorf

Chiusura calciomercato Inter e Milan 31 gennaio 2014, Hernanes e Taarabt gli ultimi colpi delle due milanesi

Anteprima Juventus – Inter 2 febbraio 2014, probabili formazioni, calciomercato e precedenti

Calciomercato Inter e Milan gennaio 2014: Hernanes, Vucinic, D’Ambrosio, Armero, Taarabt e Biabiany

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here