Napoli – Milan 3 a 1 Serie A ventitreesima giornata, pessima prestazione per i rossoneri

TaarabtDifficile immaginare di poter assistere ad una prestazione così negativa. Il Milan, pur riuscendo a trovare il vantaggio all’8’ con il neo-arrivato Taarabat, ha dovuto ben presto abdicare. Il Napoli è di un’altra categoria, la differenza è abissale. Non si salva nessuno e vale la pena di continuare a interrogarsi se con questa squadra sia veramente opportuno adottare un atteggiamento così spregiudicatamente offensivo.

 

Seedorf non esulta visto che non recupera Kakà e perde Honda. Il trio alle spalle di Balotelli, vede la presenza di Robinho, dell’insolito Abate e l’esordio di Taarabt. A centrocampo è Montolivo a perdere il posto in favore di De Jong ed Essien. In difesa, davanti ad Abbiati, Mexes prende il posto dello squalificato Bonera al fianco di Rami, De Sciglio ed Emanuelson.

 

Per Benitez nessuna novità. Callejon, Hamsik e Mertens agiranno alle spalle di Higuain con Inler e Jorginho a far gioco a centrocampo. In difesa, davanti a Reina, spazio per Maggio, Albiol, Fernandez e Ghoulam.

 

Inizia subito forte il Napoli che dopo pochi secondi sfiora la rete del vantaggio con Higuain che impegna Abbiati da pochi passi. Al 2’ ci provano ancora i padroni di casa: l’argentino serve Hamsik che scarica verso la porta rossonera: palla alta.

 

All’ottavo si fa vedere per la prima volta il Milan: Taarabt recupera palla nella propria metà campo e si lancia verso la porta avversaria calciando un bel piattone destro dal limite dell’area che si insacca puntuale e preciso alla sinistra di Reina. Gol all’esordio per il marocchino arrivato nelle ultime ore di calciomercato. 0 a 1 al San Paolo.

 

Nemmeno il tempo di esultare che il Napoli arriva al pareggio. E’ l’11’ quando Inler, lasciato colpevolmente libero dalla retroguardia rossonera, calcia di sinistro e beneficia della deviazione di De Jong che regala al pallone una traiettoria che inganna Abbiati e si insacca. 1 a 1.

 

Al 13’ tenta il riscatto De Sciglio, ma il suo destro non impegna Reina. Decisamente più pericoloso il Napoli due minuti dopo: Emanuelson regala palla ai partenopei ed Higuain, dal limite dell’area, sfiora il palo.

 

Al 19’ ci prova Mertens, ma la sua conclusione si spegne fuori dalla porta rossonera. Tre minuti dopo l’ex Psv si fa vedere nuovamente: pallonetto del giocatore partenopeo che termina a lato. Abbiati, però, lo blocca in modo falloso al limite dell’area. Giallo per l’estremo difensore rossonero e punizione calciata dallo stesso giocatore che viene respinta dal portiere del Milan.

 

Al 31’ si fa vedere anche Hamsik, ma il suo sinistro viene bloccato in due tempi da Abbiati. Dopo aver raggiunto l’1 a 1, è un monologo Azzurro. Al 32’ cerca la rete del vantaggio Higuain, ma De Jong in scivolata salva tutto.

 

Al 35’ arriva la volta di Insigne, ma il ‘folletto’ napoletano non riesce a superare Abbiati. Pochi secondi dopo Jorginho lancia Hamsik, ma lo slovacco con il mancino al volo non inquadra la porta.

 

Al 38’ primo giallo anche per il Napoli: Massa estrae il cartellino per Inler che interviene fallosamente su Taarbat. Al 41’ tripla grande occasione da rete per il Napoli: prima Hamsik, poi Martens ed infine palo di Maggio. Difesa rossonera completamente ferma.

 

Al 42’ arriva l’ultima grande occasione da rete per il Napoli di questo primo tempo: cross di Maggio dalla destra e colpo di testa di Insigne che, tutto solo, lambisce il palo alla destra di Abbiati.

 

Senza recupero si chiude il primo tempo. Al San Paolo termina 1 a 1, ma il risultato sarebbe stato decisamente più rotondo in favore del Napoli se i vari Higuain, Hamsik, Mertens ed Insigne avessero depositato in rete le svariate occasioni da rete che sono capitate loro.

 

In questa prima metà di match, disastrosa la prova di Mexes, di Emanuelson e di Robinho; fallito anche l’esperimento di Abate come trequartista di fascia destra. L’unica nota lieta arriva da Taarabt, autore degli unici guizzi rossoneri.

 

La ripresa si apre subito con un cambio. Seedorf toglie Robinho ed inserisce Kakà per provare a dare maggiore dinamismo in avanti. Il Milan sembra avere un altro piglio, ma questa sensazione finisce subito.

 

Al 47’ calcio d’angolo per il Napoli e colpo di testa di Fernandez che termina tra i guantoni di Abbiati; ma il difensore avversaria è riuscito a saltare completamente indisturbato. Al 52’ ci prova Hamsik, ma Abbiati riesce a bloccare la sfera in due tempi.

 

Al 53’ brivido per i rossoneri: Insigne va alla conclusione sfiorando l’incrocio dei pali. Il tempo è maturo, al 56’ arriva il vantaggio dei padroni di casa. Insigne lancia Higuain che, di testa, riesce a spizzare quanto basta per mandare fuori tempo Mexes ed Abbiati. 2 a 1 al San Paolo.

 

Il Milan non ha ancora tirato in porta in questa ripresa; al 59’ il Napoli sfiora la terza rete con Higuain che, in area, controlla e tira. Conclusione che termina sul fondo. Al 63’ si fa avanti il Diavolo: bel mancino al volo di Essien che impegna Reina. E’ comunque troppo poco.

 

Al 68’ ammonito Jorginho per aver commesso fallo su Kakà. Al 70’ secondo cambio per Seedorf: dentro Montolivo per uno spento ed inutile Emanuelson. L’unico a farsi vedere, però, è Taarabt: il marocchino al 71’ conclude dalla sinistra, ma Reina riesce ad intervenire deviando il pallone.

 

Al 72’ si fa vedere per la prima volta nel match Balotelli: Reina esce a vuoto, ma SuperMario non riesce approfittare di questa situazione. Pochi secondi dopo Seedorf lo richiama in panchina, inserendo al suo posto Pazzini.

 

Benitez risponde inserendo Callejon per Insigne, autore di un’ottima prova. All’81’ grande occasione per Pazzini che, a tu per tu con Reina, non trova il guizzo decisivo per calciare a rete.

 

All’83’ il Napoli chiude definitivamente il match siglando il 3 a 1 con Higuain che, tutto solo in area di rigore, deposita facilmente in rete l’assist di Callejon. Difesa rossonera nuovamente immobile.

 

Benitez ora si copre: dentro Behrami al posto di Hamsik; poco dopo giallo per Callejon che ferma fallosamente Taarabt, l’unico sopra la sufficienza del Milan quest’oggi.

 

Poco prima della fine del match entra anche Dzemaili prendendo il posto di Inler. Nei tre minuti di recupero assegnati da Massa non succede più nulla. La partita termina 3 a 1 per il Napoli; un risultato assolutamente meritato che avrebbe potuto anche essere ben più rotondo.

 

Quella di questa sera è una delle prestazioni peggiori del Milan di questa stagione; Seedorf continua sulla strada del 4-2-3-1 che, a noi e a molti altri, sembra un modulo eccessivamente spregiudicato per una squadra che a centrocampo filtra poco e che ha una difesa davvero labile, disattenta ed imprecisa.

 

La classifica non si muove. Il Milan rimane a 29 punti e vede l’Udinese, ora a 26 dopo la vittoria del pomeriggio, avvicinarsi. Il Napoli, invece, sale a 47 e mantiene il distacco dalla Fiorentina, anch’essa vincente nel pomeriggio.

 

Dopo la sfida contro il Napoli, si avvicinano altri banchi di prova per Seedorf che venerdì prossimo sarà di scena a San Siro contro il Bologna e che, il mercoledì seguente, sfiderà a Milano l’Atletico Madrid nell’andata degli Ottavi di finale di Champions League.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Anteprima Napoli – Milan 8 febbraio 2014, analisi, probabili formazioni, precedenti e arbitro

Branca e Fassone lasciano l’Inter, mentre i tifosi attendono Hernanes. ll Milan punta Agazzi e lascia El Shaarawi in lista B per la Champions

Juventus – Inter 3 a 1 Serie A ventiduesima giornata, continua la crisi interista

Milan – Torino 1 a 1 Serie A ventiduesima giornata, Rami regala il pareggio a Seedorf

Chiusura calciomercato Inter e Milan 31 gennaio 2014, Hernanes e Taarabt gli ultimi colpi delle due milanesi

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here