Sampdoria – Milan 0 a 2 Serie A venticinquesima giornata, una vittoria per sperare nell’Europa League

BandiereLa delusione per la sconfitta casalinga contro l’Atletico Madrid è stata prontamente archiviata; dopo la vittoria in extremis di settimana scorsa contro il Bologna, il Milan targato Seedorf mette a segno altri tre punti grazie alle nuove leve francese. Taarabt davanti è un talento puro, Rami dietro sembra dare sicurezza.

 

La sfida di andata degli Ottavi di finale contro l’Atletico Madrid ha lasciato strascichi pesanti per Seedorf che nella trasferta ligure contro la squadra di Mihajlovic è costretto a rinunciare a De Sciglio e Balotelli.

 

Davanti sarà Pazzini ad agire come unica punta con Saponara, Taarabt e Honda alle sue spalle. Mediana con Montolivo e Muntari. In difesa, davanti ad Amelia, spazio per Abate, Rami, Zaccardo e Constant.

 

Di fronte per i blucerchiati spazio ad Eder unica punta con Gabbiadini, Wszolek e Krsticic dietro di lui. Centrocampo con Palombo ed Obiang. In difesa, davanti a Da Costa, dentro Fornasier, Mustafi, Costa e Regini.

 

Dopo 2′ si fa vedere il Milan con Taarabt; il trequartista francese si accentra e va al tiro, ma Da Costa blocca.

 

Al 7′ lancio in profondità di Honda per Pazzini; l’attaccante italiano cerca di superare l’estremo difensore avversario con un tocco sotto, ma Mustafi salva tutto sulla linea.

 

Al 12′ i rossoneri passano in vantaggio con Taarabt: il marocchino naturalizzato francese, di testa su cross di Rami, porta avanti il Milan approfittando dell’indecisione di Da Costa. Milan sull’1 a 0 a Genova.

 

Rossoneri ancora in avanti due minuti dopo. E’ sempre Taarabt a farsi vedere ed a servire Saponara che entra in area, ma scivola al momento di calciare a rete. Nulla di fatto.

 

Al 24’ giallo per Constant che commette fallo su Gabbiadini; al 26’ l’attaccante italiano prova l’azione personale concludendo con il mancino, ma il suo diagonale viene bloccato da Amelia.

 

Al 27’ si fa vedere Honda; il giapponese lancia Saponara, ma Da Costa riesce ad anticipare il giovane attaccante uscendo quasi sulla trequarti.

 

Al 28′ ancora il nipponico protagonista: Honda, su assist di Constant, prova la conclusione di sinistro dal limite dell’area, ma non colpisce bene il pallone. Al 32′ Doveri ammonisce Mustafi che trattiene Pazzini a metà campo.

 

Al 39′ torna a farsi vivo Taarabt: il giovane francese serve Saponara, ma l’italiano anche in questo caso non trova un buon impatto con la sfera. Palla alta.

 

Al 40′ è ancora Saponara a sfiorare la rete del raddoppio. L’ex Empoli ci prova al volo, ma la sua conclusione termina ampiamente a lato. Al 41′ ammonito anche Palombo.

 

Si chiude sullo 0 a 1 il primo tempo a Genova; rossoneri autori di un’ottima prova con una squadra nuovamente più coperta e con un Taarabt in più, sempre più disinvolto e sempre più leader davanti.

 

La ripresa inizia con gli stessi uomini; al 48’ ci prova Palombo, ma Amelia controlla la palla uscire a lato.

 

Al 57’ doppio cambio: nella Sampdoria entra Maxi Lopez al posto di Obiang, mentre Seedorf inserisce Poli per uno spento Saponara.

 

Pochi secondi dopo i rossoneri raddoppiano: cross di Taarabt e colpo di testa di Rami che, a porta vuota, deposita in rete. I blucerchiati protestano per un possibile contatto irregolare di Pazzini con Da Costa, ma Doveri non ravvisa gli estremi per annullare la rete.

 

Al 62’ giallo anche per Muntari che atterra Gabbiadini al limite dell’area. Subito dopo Seedorf toglie il ghanese, apparso un po’ nervoso, ed inserisce Essien.

 

Al 64’ ottimo intervento in uscita di Amelia che con tempismo perfetto ruba palla ad Eder al limite dell’area di rigore entrando in scivolata; Doveri, giustamente, lascia proseguire. Nello scontro l’attaccante blucerchiato ha la peggio ed è costretto ad uscire.

 

Al 72’ altra tegola per la Sampdoria: Maxi Lopez esagera nelle proteste e viene espulso per doppia ammonizione. Ora la partita si è scaldata: al 74’ bruttissima entrata di Gabbiadini su Poli; Doveri si trattiene ed estrae il giallo per l’avversario, ma questo era un cartellino rosso.

 

Al 75’ terzo ed ultimo cambio per Seedorf: dentro Emanuelson al posto di Constant. Subito dopo ammonito anche Honda che entra su un avversario a gioco fermo.

 

All’80’ Mihajlovic cambia nuovamente: fuori Krsticic e dentro Renan. Il neo entrato si mette subito in mostra con un bel traversone dalla sinistra che trova pronto Eder, ma l’attaccante casalingo non va oltre Amelia. Palla che termina fuori, che gol sbagliato dai doriani.

 

Dopo tre minuti di recupero termina la sfida del Marassi. Il Milan vince 2 a 0 grazie ai gol di Taarabt nel primo tempo e di Rami nella ripresa.

 

Tre punti fondamentali per i rossoneri che salgono così a quota 35 e guadagnano due punti sull’Inter che pareggiando in casa contro il Cagliari si trova ora a 40 lunghezze. A tredici giornate dalla fine e con un derby ancora da giocare, il quinto posto è sempre alla portata.

 

Con la sfida di Genova contro la Sampdoria si chiude il febbraio 2014 del Milan. Il mese di marzo sarà decisamente impegnativo e si aprirà domenica 2 alle 20.45 per la sfida interna contro la Juventus per poi proseguire alle 18.00 del sabato successivo contro l’Udinese e alle 20.45 di martedì 11 per il ritorno di Champions al Vicente Calderon di Madrid.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Milan – Atletico Madrid 0 a 1 Champions League, sempre i soliti errori

Anteprima Milan – Atletico Madrid 19 febbraio 2014 Champions League, precedenti, analisi e probabili formazioni

Milan e Inter si separano, San Siro va ai neroazzurri, i rossoneri puntano al nuovo stadio all’Expo

Branca e Fassone lasciano l’Inter, mentre i tifosi attendono Hernanes. ll Milan punta Agazzi e lascia El Shaarawi in lista B per la Champions

Chiusura calciomercato Inter e Milan 31 gennaio 2014, Hernanes e Taarabt gli ultimi colpi delle due milanesi

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here