Vidic all’Inter, Thohir sistema la difesa con l’ex capitano del Manchester United

Nemanja VidićLa notizia era nell’aria da qualche settimana, ma nella giornata di ieri è arrivata anche l’ufficialità. Nemanja Vidic è un nuovo giocatore dell’Inter; vestirà la casacca neroazzurra dal prossimo 30 giugno 2014. Dopo Hernanes, continua i restyling da parte di Erick Thohir che si dimostra poco prolifico con le telecamere, ma decisamente intenzionato a far bene. Scopriamo tutto sul nuovo difensore interista.

 

VIDIC-INTER: L’UFFICIALITA’ VIA TWITTER – “E’ ufficiale: Nemanja Vidic all’Inter dalla prossima stagione!”. Contiene queste parole il comunicato che appare sul profilo ufficiale di Twitter dell’Inter pochi minuti prima del mezzogiorno di ieri, mercoledì 5 marzo 2014.

– Dopo che da diverse settimane la trattativa era diventata di dominio pubblico, è arrivata l’ufficialità a confermare il trasferimento del difensore serbo che a fine stagione si libererà a parametro zero dal Manchester United, squadra di cui è capitano da diverse stagioni.

– Erick Thohir non ha esitato a commentare l’ufficialità della trattativa: “Vidic è un grande campione. Sono estremamente soddisfatto della chiusura dell’accordo che porterà Nemanja a Milano. E’ uno dei più forti difensori al mondo, le sue caratteristiche, la sua esperienza internazionale, il suo carisma da leader saranno fondamentali per la squadra e per la crescita dei nostri giocatori più giovani. Aggiungerà valore al club e sarà un ulteriore tassello per la costruzione di una grande Inter. Vorrei, infine, ringraziare il Manchester United, Nemanja e il suo entourage per la disponibilità e professionalità dimostrata nel corso della trattativa”.

 

TUTTO SUL DIFENSORE CLASSE ’81 – Nato in Serbia il 21 ottobre del 1981, Nemanja Vidic è uno dei più importanti difensori del calcio europeo. Alto 190 cm per 88 kg, il serbo è cresciuto nelle giovanili della Stella Rossa, debuttando nel mondo dei professionisti nel 2000, con lo Spartak Subotica.

– La svolta arriva a partire dal 2001, quando torna alla Stella Rossa e ne diventa il pilastro difensivo contribuendo in misura decisiva alle vittorie del Campionato e della Coppa di Serbia e Montenegro. Qui dimostra anche ottime doti realizzative siglando la bellezza di 12 gol in 67 match.

– Dopo una stagione allo Spartak Mosca, arriva il salto decisivo. E’ il gennaio del 2006 quando il Manchester United, vincendo la concorrenza della Fiorentina, tessera il serbo chiudendo la stagione con qualche spezzone di partita. Ferguson l’ha voluto e, dopo l’ambientamento necessario, decide di lanciarlo: a partire dalla stagione 2006/07 diventa, con Rio Ferdinand, il pilastro difensivo dei Red Devils.

– All’Old Trafford alza al cielo 5 Premier, 5 Community Shield, 3 Coppe di Lega, 1 Champions League e 1 Mondiale per Club. Un palmares di tutto rispetto che lo porta ad essere considerato tra i migliori difensori del mondo tra il 2007 ed il 2011.

– Da qui inizia un lungo calvario. La stagione 2011/12 la salta quasi in toto per un brutto infortunio ai legamenti del ginocchio; questo stop lo condiziona molto anche nella scorsa stagione, l’ultima con Ferguson in panchina.

– Il resto è storia recente; poco meno di un mese fa è lo stesso difensore a comunicare di voler lasciare l’Inghilterra ed il Manchester United: “È il mio ultimo anno di contratto, ho passato 8 anni fantastici qui. Il periodo in questo grande club resterà sempre il migliore della mia carriera. Comunque ho deciso di andare via a fine anno. Voglio una nuova sfida e voglio cercare di fare del mio meglio per i prossimi anni”.

 

PRENDE FORMA LA NUOVA INTER – Con l’acquisto di Vidic inizia a delinearsi la nuova Inter e si inizia a capire la strategia di Thohir: puntare su giovani interessanti, affiancati da giocatori dall’elevata caratura internazionale.

– L’acquisto di Hernanes non è stato un caso isolato; Vidic lo dimostra. E potrebbe non essere finita qui, visto che l’indonesiano ha messo nel mirino anche Patrice Evra e Bacary Sagna.

– Ma torniamo al serbo che dalla prossima stagione prenderà il posto di Cristian Chivu, che abbandonerà ufficialmente il calcio giocato, e probabilmente potrebbe sostituire come importanza in campo e nello spogliatoio anche Walter Samuel, sempre condizionato da piccoli infortuni.

 

CHI SARA’ L’ALLENATORE? MAZZARRI? – Handanovic in porta, Vidic in difesa, Hernanes a centrocampo e Palacio in attacco. Sarà questa la spina dorsale dell’Inter versione 2014/15. La domanda, a questo punto, è d’obbligo? Chi sarà l’allenatore neroazzurro nella prossima stagione?

– Dopo le deludenti prestazioni di quest’anno, le percentuali del tecnico di San Vincenzo si sono drasticamente abbassate. Thohir non ha esitato a metterlo sulla graticola e ad elogiare gente del calibro di Frank de Boer, che tanto bene sta facendo con l’Ajax in Olanda.

– Anche l’acquisto di Vidic, da sempre abituato a giocare a quattro, fa pensare che la prossima Inter sarà diversa, almeno sul fronte del modulo. E sappiamo bene che Mazzarri non è uno che il modulo lo cambia facilmente.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Anteprima Spagna – Italia amichevole 5 marzo 2014 , convocati, precedenti e curiosità

Gironi qualificazioni Europei 2016 Francia, Italia inserita H con Croazia, Norvegia, Bulgaria, Azerbaigian e Malta

Sampdoria – Milan 0 a 2 Serie A venticinquesima giornata, una vittoria per sperare nell’Europa League

Milan e Inter si separano, San Siro va ai neroazzurri, i rossoneri puntano al nuovo stadio all’Expo

Branca e Fassone lasciano l’Inter, mentre i tifosi attendono Hernanes. ll Milan punta Agazzi e lascia El Shaarawi in lista B per la Champions

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here