Udinese – Milan 1 a 0 Serie A ventisettesima giornata, una prestazione imbarazzante

MexesUn turn-over eccessivo, una formazione ampiamente rimaneggiata e tutti i problemi che già sappiamo. La difesa è sempre più labile e l’attacco non è mai incisivo. Con Seedorf si viaggia all’inquietante media di un gol fatto e di un gol subito; ma con un modulo così spregiudicato, se la squadra non segna dove si vuole andare? Difficile dare una risposta. Più facile sarebbe motivare a dovere i giocatori. Ma se si mettono in campo solamente tre titolari, inevitabile ed implicito è il messaggio che la partita non conta nulla. E i giocatori non hanno esitato a scendere in campo con questo mantra.

 

Inizia una settimana molto importante per il Diavolo che, dopo la sconfitta con la Juventus di domenica scorsa, è chiamato a superare l’Udinese prima e, soprattutto, l’Atletico Madrid poi. La sfida contro gli spagnoli andrà in scena martedì sera, alle 20.45 al Vicente Calderon.

 

Nel frattempo, per la trasferta in terra friulana Seedorf sceglie la via del turnover pesante. Davanti ad Abbiati mancano sia Bonera che Rami; quale migliore occasione per rivedere la coppia Zapata-Mexes con De Sciglio a destra ed Emanuelson a sinistra? Centrocampo con Muntari e Montolivo, entrambi squalificati in Champions. Davanti, alle spalle di Pazzini, agiranno Birsa, Honda e Robinho.

 

Di fronte Guidolin deve rinunciare allo squalificato Danilo ed all’infortunato Lazzari. Davanti il solo Di Natale, con Muriel in panchina. Centrocampo folto con Fernandes, Allan, Pinzi, Pereyra e Widmer. In difesa, davanti al giovanissimo Scuffet, spazio per Bubnjic, Heurtaux, Domizzi e Gabriel Silva.

 

Dopo tre minuti prima palla-gol della partita. L’Udinese recupera palla a metà campo con Pereyra e va al tiro dall’area di rigore; Abbiati si supera e evita il vantaggio ai friulani. Al 5’ risponde il Milan: bel cross di De Sciglio e colpo di testa di Pazzini che non inquadra la porta difesa da Scuffet.

 

Al 10’ primo giallo del match: Russo sventola l’ammonizione a Muntari. Pochi secondi dopo ammonito anche Fernandes per un fallo su Emanuelson.

 

Al 13’ bella occasione per il Diavolo: Robinho pesca De Sciglio sulla destra; l’esterno va al cross di prima intenzione, ma Scuffet si oppone bene al colpo di testa di Pazzini. Al 17’ ammonito De Sciglio; era diffidato, salterà la sfida interna contro il Parma.

 

Entrambe le squadre sembrano preferite il pareggio. Sono poche le occasioni da rete in questo frangente della sfida. Al 30’ ci prova Birsa con il sinistro, ma la sua conclusione viene deviata in angolo.

 

Al 31’ calcio d’angolo interessante di Honda: la palla scivola a Pazzini, ma finisce su Zapata che tutto solo da un metro manda sopra la traversa. Al 32’ replica di quanto successo venti minuti fa: cross di De Sciglio e colpo di testa di Pazzini. Anche in questo caso Scuffet si supera.

 

Al 39’ Allan pesca Di Natale; il campano va alla conclusione, ma Mexes devia in angolo. E’ l’ultima occasione da rete di un primo tempo discreto. Milan che ha provato a rendersi pericoloso sull’asse De Sciglio-Pazzini, ma ha trovato in entrambi i casi pronto il giovane Scuffet. Per vincere ci vorrà più concretezza offensiva.

 

La ripresa inizia con gli stessi uomini. Al 48’ Emanuelson dalla sinistra pesca bene in mezzo Robinho, ma il colpo di testa del brasiliano è troppo centrale e Scuffet respinge bene. Al 50’ ammonito Mexes per aver atterrato Widmer.

 

Al 57’ primo cambio per Seedorf: dentro Essien al posto di uno spento Birsa. Al 59’ ci prova Montolivo per Pazzini, ma Domizzi sventa ogni problema.

 

Al 60’ brutta incertezza difensiva di Mexes che da dentro la sua area di rigore regala pallone ai friulani: Di Natale triangolo con Widmer e va al tiro; palla che si spegne a lato. Che occasione per l’Udinese e che errore per il difensore francese.

 

Al 62’ Di Natale ancora protagonista con una bella conclusione dal limite dell’area piccola; Abbiati blocca, ma era tutto fermo per offside dell’attaccante friulano. Seedorf ne approfitta per inserire Balotelli per Robinho, troppo fermo e mai pericoloso.

 

Al 67’ arriva il vantaggio dei padroni di casa: grande azione in velocità per gli uomini di Guidolin che si concretizza con Di Natale che insacca facilmente dopo il bello scambio tra Pereyra e Bruno Fernandes.

 

Al 69’ Balotelli cerca la reazione con una bella azione personale; salta due uomini e va al tiro dai ventidue metri. Palla ampiamente sopra la traversa. Pochi secondi dopo dentro anche Taarabt per Muntari.

 

Al 76’ cambia anche Guidolin; dentro il contropiedista Muriel per Di Natale. Poco dopo miracolo di Scuffet che si oppone bene in tuffo su un buon colpo di testa di Essien. All’82’ ci prova ancora Balotelli, ma il suo cross per Pazzini viene anticipato dall’estremo difensore.

 

All’88’ cambio per Guidolin: dentro Basta per Pereyra; poco prima era entrato anche Badu per Pinzi.

 

Nei tre minuti di recupero non succede più nulla. Al Friuli di Udine è Guidolin ad imporsi 1 a 0 su Seedorf. Milan che esce dal campo sconfitto sul fronte del tabellino finale, ma anche del gioco e della condizione fisica. Una prestazione da definire, con buon raziocinio, imbarazzante.

 

Una sconfitta che mantiene il Milan a quota 35 punti, mentre l’Udinese si risolleva e sale a 31. L’Europa League sembra allontanarsi irrimediabilmente e domani il Genoa potrebbe superare i rossoneri e Sampdoria ed Atalanta potrebbero ulteriormente avvicinarsi.

 

Come dicevamo ad inizio articolo, martedì sera alle 20.45 il Milan scenderà nuovamente in campo per la delicatissima trasferta di Champions League in terra spagnola contro l’Atletico Madrid valevole per il ritorno degli Ottavi di finale.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Vidic all’Inter, Thohir sistema la difesa con l’ex capitano del Manchester United

Amichevole Spagna – Italia 1 a 0, decide Pedro nel secondo tempo

Gironi qualificazioni Europei 2016 Francia, Italia inserita H con Croazia, Norvegia, Bulgaria, Azerbaigian e Malta

Milan e Inter si separano, San Siro va ai neroazzurri, i rossoneri puntano al nuovo stadio all’Expo

Branca e Fassone lasciano l’Inter, mentre i tifosi attendono Hernanes. ll Milan punta Agazzi e lascia El Shaarawi in lista B per la Champions

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here