Stage per convocazioni Italia Mondiali 2014 Brasile, tutti i nomi di Prandelli

Cesare Prandelli18 azzurri sicuri del posto e 5 posti ancora vacanti sull’aereo che porterà la Nazionale a Rio de Janeiro. Dopo il match perso contro la Spagna ed a tre mesi esatti dall’inizio del Mondiale brasiliano, per Prandelli è tempo di stage. Da oggi, lunedì 10 e fino a mercoledì 12 marzo 2014, il ct italiano ha organizzato al centro sportivo dell’Acqua Acetosa di Roma un summit con 31 giocatori, di cui 9 provenienti dalla Serie B. Il motivo? Definire quei 5 posti che sembrano ancora privi di un nome.

 

NAZIONALE: LE CERTEZZE ED I DUBBI DI PRANDELLI – Sono 18 gli Azzurri che, a meno di clamorosi infortuni in questo finale di stagione, hanno già ottenuto la carta di imbarco per Rio. Soprattutto in porta ed in difesa le idee del ct italiano sembrano molto chiare.

– In porta, ad esempio, al fianco del titolarissimo e capitano Buffon ci saranno Sirigu e Perin; chiamando già il portiere de Psg, sembra difficile che Prandelli decida di convocare anche Marchetti. Più facile che venga chiamato il n° 1 genoano; per lui sarebbe un’esperienza importante in vista dei prossimi anni, dove sarà destinato a diventare almeno il secondo portiere.

– Anche in difesa la lista è praticamente fatta. Tre juventini, Barzagli, Bonucci e Chiellini, due rossoneri, Abate e De Sciglio, il napoletano Maggio e poi Paletta che, in volata, sembra stia guadagnando posizioni su Astori. Difficile che vengano presi nuovamente in considerazione Ogbonna e Ranocchia: le troppe panchine stagionali li hanno portati a perdere il treno Mondiali.

– Maggiore incertezza c’è invece dalla cintola in sù. Qui bisognerà valutare il proseguimento di alcuni recuperi da infortuni, vedi Giuseppe Rossi, e le prestazioni messe in campo nella lontana Cina, vedi Diamanti.

– A centrocampo i sicuri sono Pirlo, De Rossi, Marchisio, Montolivo e Candreva. Nella mente del ct sembra essere diventato Thiago Motta il vice-Pirlo, con Verratti ad un passo dall’esclusione. Si giocano due biglietti Giaccherini, Diamanti, Parolo e Poli.

– Anche davanti non manca l’incertezza. Sfumate le chance per Totti, Cassano e Di Natale, i sicuri sono tre: Balotelli, Cerci e Osvaldo. Poi c’è la questione Giuseppe Rossi, se recupera ci sarà. Altrimenti il favorito resta Insigne che ha scalzato El Shaarawi. Poi serve un’altra prima punta: qui la corsa è tra l’usato sicuro Gilardino, il cinismo di Destro o il nuovo che avanza Immobile. L’outsider potrebbe essere Pazzini, ma Prandelli non l’ha mai tenuto in considerazione.

 

VENIAMO ALLO STAGE – Ma torniamo allo stage che si svolgerà tra lunedì 10 e mercoledì 12 marzo al centro sportivo dell’Acqua Acetosa di Roma. Prandelli ha chiamato 31 tra i giovani più interessanti dei nostri campionati per vederli all’opera e, eventualmente, inserirne qualcuno nelle liste di riserva in vista dei prossimi Mondiali. Di seguito l’elenco dei convocati:

– Portieri: Bardi (Livorno), Leali (Spezia), Mirante (Parma), Perin (Genoa), Scuffet (Udinese);

– Difensori: Biraghi (Catania), Brivio (Atalanta), Camporese (Cesena), Ceccherini (Livorno), Darmian (Torino), De Silvestri (Sampdoria), Murru (Cagliari), Romagnoli (Roma), Rugani (Empoli);

– Centrocampisti: Baselli (Atalanta), Bellomo (Spezia), Benassi (Livorno), Bernardeschi (Crotone), Bertolacci (Genoa), Bonaventura (Atalanta), Dezi (Crotone), Gagliardini (Cesena), Marrone (Sassuolo), Soriano (Sampdoria), Viviani (Latina);

– Attaccanti: Cerri (Parma), Comi (Virtus Lanciano), Gabbiadini (Sampdoria), Paloschi (Chievo Verona), Sau (Cagliari), Zaza (Sassuolo).

 

CHI REALMENTE POTREBBE ESSERCI A RIO? – Un obiettivo nobilissimo, un’efficacia veramente ridotta. Dei 31 convocati allo stage, l’unico sicuro di essere sull’aereo per Rio sembra essere Perin del Genoa.

– Qualche chance, in caso di infortuni di altri, potrebbero poi averla De Silvestri e Murru in difesa, Bertolacci e Bonaventura a centrocampo e Gabbiadini e Sau davanti.

– Qualcuno di questi nomi potrebbe finire nella lista dei 30 pre-convocati che Prandelli dovrà diramare e consegnare alla FIFA entro il 13 maggio, prima della scrematura ulteriore che verrà realizzata a pochi giorni dall’inizio della manifestazione mondiale.

 

LA CHIUSURA SUL FUTURO – Anche nel post-partita di Spagna-Italia si è tornati a parlare del futuro di Cesare Prandelli e della panchina della Nazionale Italiana. Dopo che lo scorso autunno in molti davano per finita, dopo il Mondiale, l’esperienza prandelliana da ct, ora i rapporti con la Federcalcio sembrano meno tesi.

– Tutti gli indizi portano ad un rinnovo di Prandelli. Il tecnico, dal canto suo, ha le idee molto chiare: “Ci vedremo con la Federcalcio e decideremo. Dico una cosa subito: se trovo l’accordo per un rinnovo bene, altrimenti sto fermo. Così tolgo tutti dall’imbarazzo: il Mondiale è troppo importante”.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inter – Torino 1 a 0 Serie A ventisettesima giornata, decide Palacio alla mezz’ora del primo tempo

Udinese – Milan 1 a 0 Serie A ventisettesima giornata, una prestazione imbarazzante

Vidic all’Inter, Thohir sistema la difesa con l’ex capitano del Manchester United

Amichevole Spagna – Italia 1 a 0, decide Pedro nel secondo tempo

Gironi qualificazioni Europei 2016 Francia, Italia inserita H con Croazia, Norvegia, Bulgaria, Azerbaigian e Malta

 

Matteo Torti

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here