Verona – Inter 0 a 2 Serie A ventottesima giornata, Jonathan e Palacio e i neroazzurri superano la Fiorentina

Walter MazzarriMazzarri può ritenersi soddisfatto. La sua Inter, dopo un inizio di 2014 non particolarmente brillante, ha iniziato a carburare. I progressi più eloquenti sono stati fatti in difesa, dove l’innesto di Rolando sembra aver dato la quadra giusta all’intero reparto; anche il centrocampo sta trovando i tempi necessari e Palacio in attacco ha trovato un’ottima spalla, Icardi. L’Inter è quarta, ora tocca alla Fiorentina rispondere, ma il duello si preannuncia molto interessante da qui alla fine del campionato.

 

Scavalcare la Fiorentina e metterle pressione. E’ questo l’obiettivo di Walter Mazzarri per la trasferta di Verona. La sua Inter, dopo aver sistemato la fase difensiva, vuole vincere e per farlo si affida nuovamente alla coppia Icardi-Palacio.

 

Dietro di loro dentro Jonathan e D’Ambrosio sulle fasce con Cambiasso, Hernanes e Guarin in mezzo. In difesa, davanti ad Handanovic, dentro Campagnaro, Rolando e Ranocchia che ha vinto il ballottaggio su Samuel.

 

Di fronte un Verona che non vince dallo scorso 23 febbraio e che in queste 10 partite del 2014 ha ottenuto solamente 11 punti. L’ex neroazzurro Mandorlini si schiera con il consueto 4-3-3. Saranno Iturbe e Marquinho ad agire ai lati di Toni. Centrocampo con Donati in cabina di regia, affiancato da Romulo e Sala. In difesa, davanti a Rafael, spazio per Albertazzi, Moras, Maietta e Cacciatore.

 

Parte molto bene l’Inter; al 5′ ci prova Icardi di testa su cross di Guarin. Ottima conclusione dell’italo-argentino che si spegne sulla traversa. Due minuti dopo l’ex Sampdoria ci prova ancora: questa volta fa da assist man per Palacio che manda a lato.

 

La supremazia di questo inizio viene legittimata al 14′ quando Jonathan, sulla destra, fa una bella giocata e serve in mezzo Palacio che non può sbagliare. Dopo meno di un quarto d’ora, i neroazzurri sono già in vantaggio sul campo del Bentegodi.

 

Gli uomini di Mandorlini sembrano accusare il colpo, mentre l’Inter con il vantaggio in tasca punta a controllare la partita. Per vedere una reazione dei padroni di casa bisogna attendere il 25′: Marquinho si crea un bello spazio e prova il tiro di destro. Pallone a lato.

 

Al 28′ grandi proteste del Verona per un contatto nell’area neroazzurra tra Ranocchia e Toni. L’attaccante forse esagera con la caduta, ma il fallo del difensore neroazzurro sembra esserci. Nell’occasione giallo per proteste a Donati.

 

Al 33′ torna in avanti l’Inter: buono scambio tra Jonathan e Guarin con il colombiano che cerca il siluro dalla distanza. Rafael respinge con i pugni. Guarin protagonista anche al 42′: ripartenza neroazzurra e tiro del centrocampista ex Porto. Questa volta la sfera termina a lato.

 

Non c’è recupero. Al 45′ Banti manda le squadre negli spogliatoi. Si chiude sul vantaggio neroazzurro firmato da Palacio questo primo tempo. Il Verona recrimina per il rigore non concesso per fallo di Ranocchia su Toni, ma l’Inter ha avuto la capacità di finalizzare al meglio le occasioni avute. Da sottolineare le prove di Jonathan e Icardi, molto vivi e briosi quest’oggi.

 

La ripresa inizia senza cambi. Al 48′ ci prova Hernanes su punizione, ma sulla sfera non arriva Palacio. Al 51′ ammonito Cambiasso che stende Marquinho in ripartenza.

 

Al 52′ bella chance per il Verona: Ranocchia va a vuoto e consente a Toni di presentarsi in area di rigore, dove però trova Rolando a smorzare ogni velleità di gol. Al 54′ giallo per Albertazzi che commette fallo su un incontenibile Jonathan.

 

Al 55′ Hernanes va al tiro, ma centra la traversa. Che sfortuna per il brasiliano. Inter molto viva in questo inizio di ripresa: al 60′ assist di Guarin per Icardi che prova la girata, ma manda a lato.

 

La superiorità dell’Inter è evidente ed al 63′ arriva anche il raddoppio. Assist di Hernanes per Jonathan che prima si fa ribattere da Rafael e poi ribadisce in rete. Partita in cassaforte per Mazzarri.

 

Al 70′ primo cambio per l’Inter: entra Zanetti per D’Ambrosio. Dopo due minuti occasionissima per il Verona: cross di Iturbe e conclusione di Moras. Handanovic manda sopra la traversa. Al 74′ secondo cambio per l’Inter: dentro Kovacic per Guarin, mentre Mandorlini ci prova con Martinho per Cacciatore.

 

All’84’ bella giocata di Kovacic che serve molto bene Hernanes, ma il brasiliano manca l’appuntamento con il gol. Pochi secondi dopo dribbling del giovane centrocampista neroazzurro e tiro: sinistro centrale.

 

All’86’ doppio cambio per Mandorlini: entrano Cirigliano e Cacia al posto di Donati e Marquinho. Al 91′ arriva l’ultima occasione da rete di questa ripresa. E’ per il Verona, ma Handanovic si supera prima su Iturbe e poi su Martinho.

 

Dopo tre minuti di recupero termina il match del Bentegodi. Finisce 0 a 2 per l’Inter a Verona. Mazzarri può ritenersi soddisfatto: ha sistemato la difesa, ha trovato i tempi a centrocampo e finalmente Icardi sta trovando quella continuità che tanto ci si aspettava da lui.

 

Sono tre punti importantissimi per l’Inter che sale a quota 47 e scavalca, almeno momentaneamente, la Fiorentina ferma a 45 mettendole pressione. Il terzo posto dista 8 punti, ma il Napoli ha una partita in meno. Molto dipenderà dal risultato della sfida di domani sera contro il Torino all’Olimpico.

 

Dopo la trasferta di Verona, l’Inter è attesa da un doppio turno in casa. Domenica 23 marzo, ore 15.00, contro l’Atalanta e giovedì 27 per l’infrasettimanale contro l’Udinese con fischio di inizio in programma alle 20.45.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Atletico Madrid – Milan 4 a 1 Champions League, disfatta del Diavolo. Seedorf da esonero?

Anteprima Atletico Madrid – Milan 11 marzo 2014, analisi, probabili formazioni, numeri e curiosità

Stage per convocazioni Italia Mondiali 2014 Brasile, tutti i nomi di Prandelli

Vidic all’Inter, Thohir sistema la difesa con l’ex capitano del Manchester United

Amichevole Spagna – Italia 1 a 0, decide Pedro nel secondo tempo

 

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here