Inter – Bologna 2 a 2 Serie A trentaduesima giornata, Icardi non basta

InterL’Inter non sa più vincere. Dopo le due vittorie contro Torino e Verona, la squadra di Mazzarri è tornata quella del finale del 2013 e dell’inizio del 2014. Solamente 3 i punti conquistati nelle ultime 4 sfide di campionato: alla sconfitta contro l’Atalanta sono seguiti i pareggi con Udinese, Livorno e Bologna. Tante le recriminazioni per i neroazzurri che nella partita odierna sono stati capaci di farsi rimontare in due occasioni, sbagliando poi il rigore decisivo con Milito. Preoccupa soprattutto la difesa, davvero impresentabile contro la squadra di Ballardini.

 

Dopo la deludente trasferta di lunedì scorso contro il Livorno, Mazzarri decide di riproporre davanti Icardi al fianco di Palacio. Centrocampo dove vediamo la presenza dal 1′ di Alvarez al posto di Guarin con Cambiasso, Hernanes, Nagatomo e D’Ambrosio a completare il reparto. In difesa, davanti ad Handanovic, torna Juan Jesus al fianco di Rolando e Ranocchia, preferito a Samuel.

 

Di fronte Ballardini punta sul 3-5-1-1 con il solo Kone alle spalle di Cristaldo. Mediana con Garics, Pazienza, Khrin, Cech e Christodoulopoulos. In difesa, davanti a Curci, spazio per Antonsson, Natali e Mantovani.

 

Inizia subito bene l’Inter visto che al 6′ passa in vantaggio con Icardi. Nagatomo, dalla sinistra, si inventa un bel cross per l’ex Sampdoria che spiazza Curci rimasto immobile a guardare la palla spegnersi nella propria porta. 1 a 0 per l’Inter dopo pochissimi minuti.

 

Al 10′ Cambiasso tenta il raddoppio, ma la sua conclusione viene murata erroneamente da Icardi. Pochi secondi dopo colpo di testa di Ranocchia sugli sviluppi di un corner: palla che esce non di molto.

 

Al 16′ si fa vedere il Bologna con Christodoulopoulos, ma Handanovic respinge non senza difficoltà la sfera che gli rimbalza proprio davanti. Al 22′ i rossoblu tentano nuovamente una sortita nell’area interista: Natali cerca il tap-in, ma il portiere sloveno manda in corner.

 

Al 27′ Mazzarri è costretto a ricorrere al primo cambio. Dopo uno scontro con Christodoulopoulos, Juan Jesus è costretto a chiedere il cambio. Al posto del brasiliano entra Samuel. Al 28′ Inter che sfiora il 2 a 0 con Palacio: l’argentino si accentra e cerca la conclusione di destro. Sfera che lambisce il palo.

 

Al 35′ la partita torna in equilibrio: Garics supera molto bene Nagatomo, Handanovic compie il miracolo su Christodoulopoulos, ma non può far nulla sulla ribattuta corta di Garics. 1 a 1 a San Siro.

 

Al 39′ primo giallo del match: Mazzoleni sventola l’ammonizione per Mantovani che trattiene Icardi al limite dell’area. Al 42′ occasionissima per gli ospiti con Khrin che sbaglia a crossare quando in mezzo c’era Christodoulopoulos tutto solo davanti ad Handanovic.

 

Dopo un minuto di recupero termina il primo tempo. 1 a 1 al 45′ con una partita sostanzialmente equilibrata; l’Inter ha iniziato bene, ma poi si è spenta ed ha finito per farsi raggiungere dal gol di Garics. Da sottolineare che i rossoblu non segnavano su azione da oltre 800 minuti.

 

La ripresa si apre senza cambi, ma con il Bologna subito pericoloso. Punizione insidiosa di Khrin bloccata bene da Handanovic. Al 52′ cerca di rimediare l’Inter con D’Ambrosio che dalla destra mette in mezzo un bel cross sul quale non arrivano né Palacio né Icardi.

 

Al 53′ secondo cambio per Mazzarri: entra Kovacic ed esce D’Ambrosio. Ballardini risponde inserendo Morleo per Cech. Al 61′ è ancora Garics a creare scompiglio nella retroguardia interista: la sua conclusione si spegne sul fondo, ma l’ex Napoli mostra ancora le importanti lacune della retroguardia neroazzurra.

 

Al 63′ arriva il 2 a 1 per l’Inter: Kovacic serve Hernanes che regala a sua volta un bell’assist per Icardi il quale beffa Curci con un bel tiro a giro. Capolavoro di Maurito. 2 a 1 a San Siro.

 

Nemmeno il tempo di esultare che il Bologna trova il pareggio: è il 73′ quando Rolando e Cambiasso pasticciano al limite dell’area e favoriscono Kone che da due passi supera Handanovic. Imbarazzo di Mazzarri; difesa inguardabile.

 

Al 79′ terzo ed ultimo cambio per il tecnico toscano: dentro Milito per Cambiasso. Poco dopo giallo per Ranocchia. Mancano dieci minuti in cui cercare l’assalto finale.

 

All’83’ avviene ciò che i tifosi interisti si aspettavano da molte giornate: Palacio viene vistosamente trattenuto in area e Mazzoleni fischia il rigore ammonendo Kone, autore del fallo. Dal dischetto si presenta Milito, ma Curci respinge.

 

L’Inter accusa il colpo del penalty sbagliato e nei minuti successivi sbaglia cross a ripetizione, con Alvarez su tutti. L’argentino viene più volte sommerso di fischi dal pubblico di San Siro.

 

Prima del fischio finale c’è ancora il tempo per un tremolio per i tifosi interisti: Acquafresca, al 93′, si divora il 2 a 3 a pochi passi da Handanovic. Autentico doppio miracolo per l’estremo difensore interista.

 

Finisce così. 2 a 2 a San Siro e, come successo nella scorsa giornata contro il Livorno, sono molti i malumori ed i rimpianti per il risultato maturato. Ora anche l’Europa League non sembra essere più sicura.

 

I neroazzurri salgono a quota 50 punti e si portano, almeno momentaneamente, a due lunghezze di distanza dalla Fiorentina di Montella. Dietro però, ci sono il Parma a 47, l’Atalanta a 46, la Lazio a 45 ed il Milan a 42 che devono ancora giocare e che potrebbero guadagnare punti pesanti per riaprire il discorso Europa League.

 

Ora Mazzarri è atteso a due importanti e delicate trasferte. Domenica 13 aprile alle 15.00 contro la Sampdoria e sabato 19, sempre alle 15.00, contro il Parma.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Livorno – Inter 2 a 2 Serie A trentunesima giornata, inevitabili le critiche per Mazzarri

Anteprima Fiorentina – Milan e Inter – Udinese, infortuni, statistiche e probabili formazioni

Milan fuori da tutti gli obiettivi, l’analisi di queste ultime dieci partite. Seedorf è da esonero?

Stage per convocazioni Italia Mondiali 2014 Brasile, tutti i nomi di Prandelli

Vidic all’Inter, Thohir sistema la difesa con l’ex capitano del Manchester United

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here