Milan – Livorno 3 a 0 Serie A trentaquattresima giornata, Balotelli, Taarabt e Pazzini superano il Livorno

BandiereLa corsa all’Europa League può continuare. Il 3 a 0 sul Livorno porta ulteriore fiducia nel mondo rossonero: il secondo nuovo Milan di Seedorf potrà anche piacere meno sul fronte del gioco, ma è sicuramente più efficace sotto il profilo dei punti conquistati. Il tris firmato da Balotelli, Taarabt e Pazzini regala al Milan la quinta vittoria consecutiva: Fiorentina, Genoa, Chievo, Catania e oggi Livorno. Due punti guadagnati su Lazio e Torino e tre punti guadagnati sul Parma.

 

Seedorf decide di lasciare in panchina Poli, uno dei migliori nella sfida contro il Catania, lanciando Robinho al fianco di Kakà e Taarabt alle spalle di Balotelli. Mediana con De Jong e Montolivo. In difesa, davanti ad Abbiati, torna Abate sulla destra e con Rami, Mexes e Constant.

 

Di fronte Di Carlo propone il 3-5-2 con Emeghara e Paulinho davanti; panchina, quindi, per Belfodil. Dietro di loro centrocampo folto con l’ex rossonero Mesbah, i neroazzurri Benassi e Duncan oltre a Greco e Piccini. In difesa, davanti a Bardi, spazio per Rinaudo, Valentini e Castellini.

 

Le due squadre iniziano su ritmi lenti; la partita sembra bloccata in questo avvio. Per assistere ad una giocata interessante bisogna attendere il 9’ quando Robinho serve bene in profondità Kakà, ma il brasiliano non trova il corridoio per andare alla conclusione.

 

Passa un minuto e ci prova Taarabt: conclusione dal limite dell’area che termina sopra la traversa. Bardi, però, dava l’impressione di esserci.

 

Al 12’ grande schema rossonera su punizione, ma Rami di testa colpisce la traversa. I rossoneri sembrano essersi svegliati e stanno premendo per raggiungere il vantaggio.

 

Al 19’ episodio dubbio nell’area rossonera: Greco, già in caduta, viene fermato da De Jong in scivolata. Il Livorno protesta, ma Irrati lascia proseguire.

 

Sul capovolgimento di fronte Taarabt cerca l’imbucata per Robinho, ma l’assist per il brasiliano è troppo lungo. Pochi secondi dopo primo giallo del match: ammonito Duncan.

 

Al 23’ ammonito anche De Jong che, diffidato, salterà la trasferta di venerdì prossimo contro la Roma. Al 26’ grande assist di Kakà per Constant che, però, si fa murare dall’uscita di Bardi.

 

Ora il Milan ci crede: al 27’ Balotelli va al tiro dal limite dell’area, ma la sua conclusione viene deviata in corner da Rinaudo. Ancora rossoneri pericolosi al 29’ con Kakà che di piattone destro cerca l’angolino lontano, ma la sfera termina di poco a lato.

 

Al 31’ giallo per Rinaudo che salta in modo scomposto su Balotelli. Pochi secondi dopo altra bella giocata di Taarabt per Robinho che, di destro, si fa recuperare e sbaglia una bella occasione da rete.

 

Sugli sviluppi del corner ripartenza del Livorno con Mesbah che viene steso al limite dell’area da Abate; giallo per il terzino rossonero che ha rischiato di procurare un rigore. Della battuta si incarica Paulinho: palla in curva.

 

Al 42’ il Milan riesce ad andare in vantaggio: bel cross dalla sinistra di Constant e colpo di testa di Balotelli che si insacca all’incrocio dei pali. Quattordicesimo gol in campionato per l’attaccante rossonero. 1 a 0 a San Siro.

 

Il primo tempo termina senza recupero. Al 45’ Irrati manda tutti negli spogliatoi sull’1 a 0 per il Milan. Decide questa prima frazione di gioco la rete di Balotelli a due minuti dalla fine. Milan positivo solo a tratti.

 

La ripresa inizia con gli stessi uomini in campo. Dopo venticinque secondi ci prova Montolivo, ma Bardi non si lascia sorprendere e respinge con i pugni.

 

Al 47’ fallo di Mesbah su Balotelli: ci stava il giallo per l’ex rossonero, ma Irrati sorvola. Al 50’ esplode San Siro sul raddoppio di Taarabt: il rossonero salta due uomini, triangola con Balotelli e supera Bardi con un preciso destro.

 

Al 56’ primo cambio per Di Carlo: dentro Siligardi ed esce Mesbah; Livorno che prova il 3-4-3. Subito dopo Taarabt slalomeggia a centrocampo tra le maglie dei difensori del Livorno.

 

Al 59’ prima conclusione a rete della ripresa per il Livorno: ci prova Piccini, ma la sua conclusione termina sterile tra le braccia di Abbiati.

 

Al 63’ bella giocata di Robinho che nell’area piccola del Livorno si ferma e serve a rimorchio Kakà, ma Valentini riesce ad opporsi e manda in corner. Due minuti dopo ancora percussione di Robinho, ma Bardi esce bene ed evita il 3 a 0 di Balotelli.

 

Al 66’ primo cambio per Seedorf: esce De Jong, uno dei migliori di questa stagione rossonera, ed entra Muntari. Al 72’ ammonito Rami che entra in gamba tesa su Paulinho. Subito dopo secondo cambio per Seedorf: dentro Pazzini per Kakà.

 

All’81’ grande occasione per il neo-entrato Pazzini che, sul filo del fuorigioco, cerca di superare Bardi con un pallonetto, ma manda alto. Seedorf richiama Robinho ed inserisce Saponara.

 

Poco male visto che due minuti dopo Pazzini sigla il 3 a 0: Balotelli a centrocampo supera due avversari e serve la punta italiana che entra in area e supera Bardi con il mancino.

 

Nel finale non succede più nulla. Dopo due minuti di recupero Irrati fischia la fine del match. Termina 3 a 0 a San Siro grazie alle reti di Balotelli, Taarabt e Pazzini.

 

Ora i rossoneri salgono al sesto posto a pari merito con il Parma a 51 punti. L’Inter sale a 56, mentre Lazio e Torino pareggiando si fermano a 49.

 

Dopo la gara casalinga contro il Livorno, rossoneri che sono attesi da un turno non certamente agevole. Venerdì prossimo, il 25 aprile alle 20.45, il Diavolo sarà chiamato all’Olimpico per affrontare la Roma.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Serie A anteprima 34esima giornata e corsa all’Europa League tra Inter, Parma, Torino, Milan e Lazio

Icardi e il suo futuro all’Inter, l’Atletico Madrid prova a prenderlo

Confronto Inter Mazzarri 2014 e Inter Stramaccioni 2013, per ora i due tecnici hanno totalizzato gli stessi punti

Milan fuori da tutti gli obiettivi, l’analisi di queste ultime dieci partite. Seedorf è da esonero?

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here