Milan – Inter 1 a 0 Serie A trentaseiesima giornata, la rincorsa all’Europa League clamorosamente si riapre

BandiereIl gol di De Jong fa crollare ogni certezza. Una rete che rende più che mai instabili le certezze neroazzurre di una stagione intera: ora l’Europa League non è più sicura. La sconfitta nel derby di questa sera riavvicina nuovamente il Milan, ora a -3 dai cugini neroazzurri, e accorcia la classifica con Parma e Torino che ne approfittano; e domani ci sarà Lazio – Verona. Brutta la partita dei neroazzurri, mai pericolosi nell’arco dei 90 minuti; non particolarmente brillanti i rossoneri che, comunque, hanno tenuto in mano il pallino del gioco e hanno concretizzato con De Jong a metà secondo tempo.

 

Il momento tanto atteso è arrivato. Il derby di Milano, sotto la direzione di Bergonzi, sta per avere inizio. E’ dal 2 aprile del 2011, 3 a 0 con doppietta di Pato, che il Milan non vince il derby: più di mille giorni di astinenza a cui i rossoneri vorrebbero porre fine già questa sera.

 

Seedorf continua sulla sua strada e decide di rinunciare nuovamente a Pazzini; davanti il solo Balotelli, con Taarabt, Kakà e Poli alle sue spalle. Mediana con De Jong e Montolivo. In difesa ritorna De Sciglio a destra, con Bonera dirottato in panchina, mentre nel mezzo Rami e Mexes con Constant a sinistra.

 

L’Inter ritrova Samuel e Rolando, entrambi fuori per squalifica nelle ultime partite. Con loro dentro anche Ranocchia, davanti ad Handanovic. A centrocampo ci sono Jonathan e Nagatomo sulle fasce, con Kovacic, Cambiasso ed Hernanes in mezzo. Davanti spazio al tandem formato da Icardi e Palacio.

 

Dopo sessanta secondi che rischio per Rolando che perde palla al limite del cerchio di centrocampo favorendo Balotelli che, però, si era aiutato trattenendo il difensore. Bergonzi ferma il contropiede rossonero: era fallo.

 

Ritmo molto alto in questo inizio di match; entrambe le squadre cercano di giocare palla, ma sono molti gli errori in fase di disimpegno. Rossoneri molto aggressivi nella metà campo interista.

 

Al 6’ tiro immediato di Balotelli dai venticinque metri, ma Handanovic si allunga e manda in corner. Il gioco, però, era fermo. All’11’ conclusione di Taarabt, ma il tiro del fantasista rossonero termina ampiamente a lato.

 

Al 15’ ostruzione di Ranocchia su Balotelli: Bergonzi fischia il fallo, ma non ammonisce il difensore. Il giallo poteva starci.

 

Passano cinquanta secondi e Mexes rifila un calcione sulla coscia di Icardi: Bergonzi ammonisce il francese, ma qui era da rosso. Graziato il difensore rossonero.

 

Al 18’ la prima grande azione del match: Nagatomo supera in velocità De Sciglio e mette in mezzo per Palacio, ma Abbiati riesce a intervenire e smorza il pericolo.

 

Al 24’ grandissima idea di Taarabt che trova un perfetto corridoio per De Sciglio che, dal vertice dell’area piccola, sbaglia tutto: occasione sprecata per il terzino rossonero, che non ha certo avuto il giusto approccio alla partita.

 

Continua sulla stessa tendenza il derby: molta foga e tanta aggressività, ma una quantità infinita di errori. Al 27’ ci prova anche Balotelli, ma il suo tiro termina lento lento a bordo campo.

 

Decisamente più insidiosa la conclusione di Kakà pochi secondi dopo: il brasiliano, però, non riesce a sorprendere Handanovic.

 

Al 36’ magia di Kakà che dal limite dell’area cerca la palombella su Handanovic: sfera che si spegne sulla traversa. Occasionissima Milan, la più nitida della partita fino a questo momento. Al 38’ secondo ammonito del match: giallo per Cambiasso che, diffidato, salterà Inter – Lazio.

 

Al 44’ ultima occasione del primo tempo per Kakà: sinistro di contro balzo del brasiliano che non riesce a tenere la palla bassa dal limite dell’area piccola.

 

Non c’è recupero: al 45’ Bergonzi manda tutti negli spogliatoi. Il primo tempo finisce inchiodato sullo 0 a 0, con pochissime occasioni da rete nonostante l’aggressività messa in campo da entrambe le squadre. Milan più ficcante, soprattutto con la traversa di Kakà. Moltissimi, però, gli sbagli. Inter che può recriminare per la mancata espulsione di Mexes al 16’.

 

La ripresa inizia con gli stessi effettivi, non ci sono sostituzioni al ritorno in campo. Al 46’ impacciato Rolando che favorisce Balotelli; ma la conclusione di SuperMario viene smorzata proprio dal difensore interista.

 

Schema dell’Inter su calcio d’angolo al 49’: Hernanes trova al limite dell’area Icardi che, però, sbaglia e calcia sopra la traversa. Al 58’ ci prova Mexes su calcio d’angolo: il colpo di testa del francese termina a lato.

 

Sono decisamente calati i ritmi e la pressione in questo inizio di secondo tempo. Al 65’ il Milan riesce ad andare in vantaggio: punizione tagliata di Balotelli e grande colpo di testa di De Jong che, da pochi metri, ha incocciato la palla insaccando. Non c’è scampo per Handanovic: 1 a 0 per il Milan e vantaggio assolutamente meritato.

 

Al 67’ bello scambio tra Palacio e Cambiasso con il primo che sbaglia tutto da dentro l’area di rigore. La prima mossa di Mazzarri si chiama Guarin: il colombiano, al 70’, prende il posto di Cambiasso.

 

Seedorf risponde al 72’ con Muntari per Poli. Al 74’ ammonito Samuel, poi secondo cambio per i rossoneri: dentro Pazzini per Kakà.

 

Subito protagonista il Pazzo: al 76’ Balotelli esplode un bel destro che viene deviato, da posizione di fuorigioco, da Pazzini. Rete annullata. Al 78’ seconda sostituzione anche per Mazzarri: dentro Alvarez per Jonathan.

 

Al 78’ Bergonzi grazia Samuel che commette fallo su Balotelli. Fallo, ma niente secondo giallo per il difensore neroazzurro. Subito dopo ammonito Ranocchia. All’81’ terzo ed ultimo cambio: dentro Milito al posto di Icardi.

 

All’83’ ci prova Alvarez, ma il suo mancino termina a lato anche in seguito a una deviazione fortuita di Milito.

 

All’85’ dentro Abate per Constant. Nei minuti finali non succede più nulla; dopo quattro minuti di recupero, Bergonzi fischia la fine del match. A San Siro il Milan si impone 1 a 0 grazie alla rete di De Jong a metà secondo tempo.

 

Vittoria importante per Seedorf & Co.: i rossoneri salgono a quota 54 e insidiano il quinto posto dell’Inter, più in su di tre lunghezze. Nel mezzo, però, ci sono anche il Parma a 54 e il Torino a 55.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Anteprima derby Milan – Inter 4 maggio 2014, cosa succederà a San Siro?

Esonero Seedorf dal Milan, arrivata la conferma di Galliani

Anteprima Roma – Milan e Inter – Napoli Serie A 35esima giornata, calendario, probabili formazioni e statistiche

Serie A anteprima 34esima giornata e corsa all’Europa League tra Inter, Parma, Torino, Milan e Lazio

Confronto Inter Mazzarri 2014 e Inter Stramaccioni 2013, per ora i due tecnici hanno totalizzato gli stessi punti

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here