Atalanta – Milan 2 a 1 Serie A trentasettesima giornata, Seedorf e il Milan deludono ancora

BalotelliTutte le speranze post-derby sono svanite quest’oggi. Se il Milan con la vittoria della stracittadina aveva sognato il concretizzarsi di una possibile rimonta in favore del quinto o sesto posto, con la sconfitta di Bergamo torna prepotentemente sulla terra. Decisiva, in vista sesto posto, sarà la sfida di oggi pomeriggio tra Torino e Parma: chi tra le due vincerà, avrà messo in cassaforte l’Europa League.

 

Dopo le continue polemiche sul futuro di Seedorf, il Milan si appresta a una delicata trasferta in quel di Bergamo per affrontare l’Atalanta di Colantuono, ampiamente salva e che non ha più nulla da chiedere a questa stagione.

 

L’olandese torna ad affidarsi al modulo usato nel derby: 4-3-1-2 con il solo Honda alle spalle di Kakà e Balotelli. Mediana con Muntari, De Jong e Montolivo. In difesa, davanti ad Amelia, De Sciglio e Constant sulla fascia, con Rami e Mexes in mezzo. Non c’è Abbiati, squalificato.

 

Di fronte Colantuono schiera i suoi con il 4-3-3: saranno Moralez e Bonaventura ad agire ai lati di Denis. Centrocampo con Baselli, Cigarini e Carmona. In difesa, davanti a Consigli, spazio per Bellini, Benaloune, Raimondi e Brivio.

 

Inizia subito forte l’Atalanta: al 2′ Maxi Moralez prova la conclusione da fuori area, ma la sfera termina sopra la traversa. Per il resto non succede molto altro nei primissimi minuti.

 

Al 19′ ci provano ancora i padroni di casa: cross di Brivio e colpo di testa di Denis: palla che finisce ampiamente a lato. Due minuti dopo ci prova ancora Denis, ma la sua conclusione non impensierisce Amelia.

 

Al 24′ ancora Atalanta avanti: Brivio crossa bene in area per Denis che, intelligentemente, fa la sponda per Baselli che tira di prima intenzione. Amelia blocca.

 

Il Milan si fa vedere solamente al 28′: punizione di Balotelli per De Jong che prova a superare Consigli in rovesciata. Palla che termina sul fondo.

 

Al 33′ ancora Atalanta in avanti: Cigarini mette in mezzo per Moralez che, tutto solo, sfiora il palo. Al 41′ l’occasione più pericolosa di tutto il primo tempo: bella punizione calciata da Balotelli e traversa centrata.

 

Nel finale altra chance per il Milan, sempre sugli sviluppi di una punizione calciata da Balotelli; questa volta è Honda a sfiorare la rete con un bel colpo di testa che sfiora il palo alla destra di Consigli.

 

Non c’è recupero. Al 45′ Rizzoli fischia la fine del primo tempo e manda tutti negli spogliatoi. Termina così una prima frazione avara di occasioni da rete dove, comunque, è stata l’Atalanta a giocare meglio. Rossoneri vivi solamente nel finale con la traversa su punizione di Balotelli.

 

La ripresa inizia con un cambio: dentro El Shaarawi al posto di Honda. Al 49′ grande occasione peri rossoneri: Kakà, su assist di De Sciglio, colpisce da buona posizione, ma manda sopra la traversa.

 

Al 51′ arriva il vantaggio del Milan: Muntari crossa rasoterra in mezzo all’area, ma Bellini anticipando Balotelli insacca nella propria porta. Autogol dell’Atalanta e vantaggio per i rossoneri.

 

El Shaarawi sembra essere molto pimpante: grande ripartenza del faraone al 61′ e assist per Balotelli che, dalla sinistra, si accentra e va al tiro. Palla ribattuta da Raimondi.

 

Al 65′ ingenuità di Constant che, nella propria area di rigore, commette fallo su Moralez. Della battuta si incarica Denis: Amelia spiazzato. 1 a 1 a Bergamo.

 

Ora Colantuono ci crede: al 69′ dentro De Luca per Bonaventura. Poco dopo battibecco tra Raimondi e Mexes: Rizzoli estrae il giallo per tutti e due, ma il francese applaude ironicamente il pubblico che, pochi istanti prima, aveva lanciato una banana verso Constant.

 

Tra il 74′ e il 76′ doppio cambio: entrano Migliaccio e Taarabt al posto, rispettivamente, di Baselli e Muntari. Pochi minuti dopo dentro anche Pazzini per Kakà: Seedorf ordina il 4-2-4 con Balotelli e il Pazzo davanti.

 

Al 79′ bella sponda di De Luca per Moralez che prova a piazzare la palla dal limite dell’area; palla che non termina molto lontana dall’incrocio dei pali alla sinistra di Amelia.

 

All’84’ giallo per Migliaccio che atterra Taarabt al limite dell’area; punizione molto interessante per i rossoneri. Della battuta si incarica Balotelli: sfera che viene deviata dalla barriera.

 

SuperMario ci prova due minuti dopo, ma la palla termina sopra la traversa. All’86’ terzo cambio anche per Colantuono: dentro Brienza al posto di Maxi Moralez.

 

Al 91′ giocata stupenda di Balotelli che, dal limite dell’area, esplode un destro che fulmina Consigli e che si infrange sul palo. Che occasione per SuperMario.

 

Balotelli che ci prova anche al 94′: grande conclusione, ma tiro che viene alzato sopra la traversa. Sul contropiede dell’Atalanta, rimonta immensa di El Shaarawi che si fa tutto il campo per andare a chiudere nella propria area di rigore De Luca.

 

Atalanta che chiude in avanti e che al 96′ riesce anche a segnare il 2 a 1 con un tiro splendido di Brienza dal limite dell’area.

 

Dopo sei minuti di recupero termina la trasferta di Bergamo. All’Atleti Azzurri termina 2 a 1: rossoneri che, a meno di un pareggio tra Torino e Parma, escono definitivamente dalla corsa al sesto posto.

 

Tutta colpa di una partita giocata su ritmi troppo lenti, con poca fantasia a centrocampo e sulla trequarti per innescare Balotelli e con un Kakà decisamente fuori forma, forse anche psicologica visto la mancata convocazione per il Mondiale brasiliano. L’unico che si salva, quest’oggi, è Balotelli.

 

La classifica non è certamente esaltante: Diavolo che rimane a 54 punti, a -6 dall’Inter e a -1 dal Torino; mentre il Parma è a 54 e deve ancora giocare, proprio contro i Granata.

 

Rossoneri che chiuderanno il loro deludente campionato domenica 18 maggio, quando alle 20.45 affronteranno a San Siro il Sassuolo.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Ritiro Zanetti Inter – Lazio 10 maggio 2014, l’ultimo San Siro del capitano neroazzurro

Milan – Inter 1 a 0 Serie A trentaseiesima giornata, la rincorsa all’Europa League clamorosamente si riapre

Anteprima derby Milan – Inter 4 maggio 2014, cosa succederà a San Siro?

Esonero Seedorf dal Milan, arrivata la conferma di Galliani

Confronto Inter Mazzarri 2014 e Inter Stramaccioni 2013, per ora i due tecnici hanno totalizzato gli stessi punti

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here