M’Vila all’Inter, mentre il Milan cerca di vendere Balotelli, ma a che squadra? Ipotesi

Yann M'VilaDopo settimane di attesa, finalmente il mercato dell’Inter è decollato. Dopo gli acquisti di Vidic e Dodò e il prolungamento di Mazzarri, è arrivata anche la firma di M’Vila. Ora si attende l’acquisto in attacco, con Pato che spinge per tornare in Italia. Dall’altra parte del Naviglio, in casa Milan, tolti gli arrivi di Alex e Menez, non dobbiamo aspettarci a breve grandi novità. Il mercato rossonero sembra essere indissolubilmente legato alla cessione di Balotelli, che ne ha combinata un’altra delle sue.

 

INTER: ARRIVA ANCHE M’VILA – Come cambiano velocemente i giudizi. Fino a una settimana fa il mercato neroazzurro sembrava spento e sottotono, in queste ore sembra essere la società di Serie A più in fermento. Dopo l’ufficialità di Vidic e Dodò, ecco arrivare anche quella di Yann M’Vila.

– Il 24enne francese, di origine congolese, arriva dal Rubin Kazan. La notizia viene resa ufficiale nel pomeriggio di venerdì 11 luglio, da un suo amico direttamente su Twitter: “Mio fratello Yann M’Vila punta a Euro 2016 con l’Inter. Ha firmato ed è ufficialmente nerazzurro”.

– Certo, bisogna attendere il comunicato ufficiale dei due club interessati, ma Mazzarri ha già a disposizione il suo nuovo centrocampista. Yann M’Vila è già diretto a Pinzolo, dove a breve conoscerà i suoi nuovi compagni di squadra. La formula è sempre quella del prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni di euro.

 

MEDEL E PEREYRA I PROSSIMI COLPI – Non finisce qui. La rivoluzione sulla mediana dovrebbe proseguire con altri due innesti. Si tratta di Gary Medel e Roberto Pereyra. Entrambi centrocampisti, entrambi necessari per sostituire i buchi lasciati dalle partenze dei senatori, Cambiasso e Zanetti su tutti.

– Gary Medel ha conquistato la fiducia di Ausilio durante i Mondiali brasiliani; un centrocampista centrale, classe ’87, in forza al Cardiff. Un mediano, un mastino, tutta corsa, grinta e aggressività. Manca solo l’accordo con il club della Premier: il Cardiff chiede 10 milioni di euro, i neroazzurri sarebbero disposti ad arrivare fino a 7,5. Con il giocatore c’è già l’accordo per un quinquennale da 1,8 milioni di euro netti all’anno.

– Trattativa sicuramente più complessa quella per Roberto Pereyra, sul quale c’è da battere la concorrenza della Juventus che, però, ad oggi sembra più attenta alla situazione Iturbe. L’Udinese, da sempre una delle più care botteghe di A, valuta il 23enne 15 milioni di euro. Inserendo qualche giovane la trattativa potrebbe anche arrivare alla conclusione, ma ad oggi non sembra così immediata questa risoluzione.

 

MILAN: TUTTO PASSA DA BALOTELLI – “E’ un patrimonio del nostro calcio, io devo valorizzarlo”. Sono queste le prime dichiarazioni ufficiali di Filippo Inzaghi su Mario Balotelli. Certo, belle dichiarazioni, ma sicuramente di rito. E’ evidente che tutti, in via Aldo Rossi, sono ormai convinti che vendere Super Mario sarebbe un affare.

– E la convinzione non può che essere aumentata dopo la recente balotellata: foto con un fucile postata su un noto social network e frase al vetriolo: “Un bacio a chi mi ama”. Non importa a chi fosse indirizzata questa frase, la situazione non è certo piaciuta al club rossonero che con Galliani si è affrettato a dire: “Non commento le foto dei giocatori. Volevo chiudere i social, ma l’avvocato Cantamessa mi ha diffidato dal farlo: ridurrei la libertà”.

– Cosa dire quindi? Semplice: la cessione di Mario Balotelli, pochi giorni fa commentata anche dal presidente Berlusconi dispiaciuto per l’uscita anticipata dell’Italia visto la trattativa in fase avanzata con un club inglese per vendere SuperMario, rappresenta il primo passo per poter fare mercato a Milanello.

 

BALOTELLI, MA CHI LO COMPRA? – La domanda viene spontanea. Chi potrebbe decidere di comprare Mario Balotelli? Silvio Berlusconi pochi giorni fa ha parlato di un club inglese. Escludendo i due Manchester e il Chelsea, in molti hanno pensato all’Arsenal.

– Il club di Wenger, però, ha da poco ufficializzato Alexis Sanchez per 40 milioni di euro; difficile che voglia acquistare anche Balotelli. Più probabile il Liverpool che deve rimpiazzare la partenza verso Barcellona di Luis Suarez. Un avvicendamento tra teste calde che, nel caso dei Reds, potrebbe portare a un miglioramento.

– Poi c’è il Tottenham. Con la possibile idea di scambio con Lamela, naufragata dall’inizio visto il deludente campionato disputato dall’ex Roma e visto che i rossoneri le loro stelle, da sempre, le vendono, non le scambiano.

 

QUINDI? – E quindi? C’è il Liverpool, o al massimo si può sperare nel Monaco. Qualcuno sostiene ancora che possa andare al Galatasaray, ma questa idea sembra stridere con le dichiarazioni di Prandelli che identifica Mario come un “non campione”.

– Una cosa è sicura: Iturbe, Cerci o chi per loro difficilmente potranno approdare a Milanello senza prima la cessione di Balotelli.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Prandelli contro l’Italia: Balotelli non è un campione, delusione da Giuseppe Rossi

Pato tra poco all’Inter, che intanto punta su Astori e Dodò. Dettagli

Mazzarri rinnova con l’Inter fino al 2016, ma il calciomercato sembra tutto fermo

Kakà lascia il Milan, andrà al San Paolo, poi in Usa all’Orlando. Riparte il calciomercato del Diavolo

Dimissioni Abete e Prandelli, rivoluzione Italia dopo l’eliminazione dai Mondiali 2014

Matteo Torti

1 COMMENTO

  1. Balotelli é gia finito come giocatore, farà ancora un trasferimento di una qualche importanza e poi finirà a fare il fenomeno da baraccone in Cina o Giappone.
    Chi ha scritto l’articolo forse non sa quale impressione abbia lasciato in Inghilterra Mario Balotelli: una “sola” calcisticamente (i numeri parlano chiaro, segna poco e gioca a sprazzi alternando mezza partita da fenomeno a due o tre partite da brocco fino alla prossima espulsione/squalifica praticamente matematica) ed un odioso sbruffone per quanto riguarda il resto. All’inizio l’avevano preso in simpatia ma dopo un annetto era unanimamente considerato un ragazzino viziato con seri problemi comportamentali. É stato picchiato 2 volte dai compagni e si é azzuffato pure con l’allenatore (Mancini). Quando é andato via dal Man City nessuno lo ha rimpianto e la stampa Inglese in generale lo ha bollato come un bluff. Dubito che ci sia la fila per comorarlo da quelle parti :-)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here