Milan – Lazio 3 a 1 Serie A prima giornata, è il trionfo di SuperPippo

Filippo InzaghiCercato, pensato, voluto, acclamato e, al termine della sfida contro la Lazio, già osannato. Il debutto di Inzaghi è quanto di meglio si possa volere. Dinamismo, aggressività, organizzazione, identità e briosità: il suo Milan è questo. Il 3 a 1 alla Lazio non se lo aspettava nessuno, ma è arrivato. E con questo risultato sono arrivati anche i cori per SuperPippo da parte di tutto lo stadio. E’ presto, ma sognare è lecito.

 

In attesa di poter schierare Fernando Torres, Filippo Inzaghi debutta in Serie A sotto gli occhi di Silvio Berlusconi, presente a San Siro quest’oggi. Di fronte la Lazio di Pioli che si affida al 4-3-3 con Candreva e Keita ai lati di Klose. Mediana con Parolo, Biglia e Lulic. In difesa, davanti a Berisha, spazio per Basta, Cana, De Vrij e Radu.

 

Modulo speculare per mister Inzaghi che gioca senza una vera prima punta e si affida a El Shaarawi, Honda e Menez davanti. Centrocampo con Poli e Muntari ai lati di De Jong mentre in difesa, davanti a Diego Lopez, spazio per Abate e Bonera sulle fasce con Zapata e Alex in mezzo.

 

Dopo quaranta secondi prima percussione della Lazio: Lulic serve in profondità Candreva che supera facilmente Bonera, ma sbaglia il cross e non riesce a servire Klose in mezzo all’area.

 

Al 5’ si fa vedere anche il Milan: El Shaarawi incrocia e si trova tutto solo davanti a Berisha, ma Tagliavento ferma tutto per fuorigioco. Il replay non chiarisce i dubbi: l’italo-egiziano non sembrava al di là della retroguardia avversaria.

 

Poco male visto che i rossoneri passano al 7’: contropiede micidiale dei rossoneri con El Shaarawi che punta e salta De Vrij e serve Honda in mezzo che, di destro, insacca sotto le gambe di Berisha. 1 a 0 del Diavolo su una bellissima ripartenza.

 

La rete fa male alla Lazio. Al 19’ bella azione di Menez che, sulla destra, cerca in mezzo El Shaarawi, ma il cross è troppo potente e il Faraone non ci arriva. Bel Milan in questo inizio: aggressivo e determinato. Pochi secondi dopo prima ammonizione del match: giallo per De Jong.

 

Al 23’ci provano gli ospiti: contropiede di Lulic e palla per Klose che incespica e non riesce a battere a rete da ottima posizione. Un minuto dopo giallo anche per Radu che atterra Honda sulla linea di metà campo.

 

Al 27’ arriva la risposta dei rossoneri: Menez, in grande spolvero, serve sulla sinistra Muntari che non ci pensa due volte e va al tiro dai ventidue metri. Sfera che termina alla sinistra di Berisha.

 

Al 35’ manca un giallo a Cana che atterra El Shaarawi rifilandogli una ginocchiata sul costato. Al 36’ ammonito Lulic che ferma la ripartenza di De Jong.

 

Nei minuti finali non accade più nulla di rilievo. Il primo tempo va in archivio sull’1 a 0 per il Milan. Grande prima frazione per i rossoneri che hanno mostrato un’ottima condizione fisica e una dinamicità notevole grazie a Menez ed El Shaarawi. Di fronte una Lazio poco organizzata che vive solo sulle fiammate di Candreva.

 

La ripresa inizia con gli stessi effettivi. La prima chance capita a Poli che dai venticinque metri prova la conclusione: palla debole che termina sopra la traversa. Al 53’ si fa vedere la Lazio: cross di Candreva per Lulic, ma è Alex ad allontanare di testa.

 

Quella della Lazio è solo una timida azione; al 55’ sono ancora i rossoneri ad andare in rete. Abate, dalla destra, crossa in mezzo per Muntari che si inserisce alla perfezione e insacca alle spalle di Berisha. Difesa della Lazio ingenua e rossoneri che mostrano ancora una volta quanto il loro gioco passi dagli esterni.

 

Al 59’ doppio cambio di Pioli: fuori Keita e Klose, entrambi molto spenti, e dentro Felipe Anderson e Djordjevic. Cambiano gli attori, ma la Lazio mantiene il suo 4-3-3. L’ex Nantes si fa subito vedere con un tiro dai ventidue metri, ma Diego Lopez non si fa sorprendere.

 

Al 61’ si scatena ancora Menez e provoca un’ammonizione per Dr Vrij. Passano pochi secondi e il francese salta nuovamente De Vrij che lo atterra: Tagliavento non ha dubbi. E’ rigore. Dal dischetto si presenta sempre lui: 3 a 0 e match in archivio. Berisha non può nulla, Menez lo spiazza.

 

La Lazio si fionda nella metà campo avversaria e al 66’ riapre il match: cross di Candreva per Djordjevic che anticipa Zapata ed Alex e deposita in rete. Inzaghi corre ai ripari: dentro Essien per Muntari.

 

Rossoneri che rischiano anche al 70’: Diego Lopez non si intende con Abate, ma Lulic manda a lato. Che chance per i biancocelesti sull’uscita fuori tempo dell’estremo difensore rossonero.

 

Al 73’ terzo ed ultimo cambio per Pioli: dentro Mauri per Lulic. Il Milan risponde con Armero per Honda. All’80’ grande chance per la Lazio con Mauri che di sinistro non inquadra la porta. Anche Inzaghi esaurisce i cambi: dentro Niang per Menez.

 

Il neo-entrato del Milan si presenta davanti a Berisha all’82’, ma di sinistro non riesce ad angolare e calcia centrale; Berisha blocca agevolmente. Poco dopo altra ripartenza del Diavolo con Armero ed El Shaarawi, ma il laterale colombiano non riesce ad impensierire Berisha.

 

Al 85’ grande parata di Diego Lopez che manda in angolo una bella conclusione ravvicinata di Candreva. Decisivo l’intervento dell’ex Real Madrid che evita un gol e tanta pressione negli ultimi cinque minuti.

 

La lavagnetta luminosa indica 5’ di recupero. Al 93’ Abate stende ingenuamente Candreva in area: ci prova lo stesso esterno, ma Diego Lopez si supera e respinge la sfera. Il triplice fischio di Tagliavento decreta la fine del match: 3 a 1 a San Siro.

 

E’ un ottimo inizio per il Milan di Inzaghi che supera la delicata sfida contro la Lazio e raggiunge la Juventus e la Roma in testa alla classifica. Soddisfatti i tifosi che non si attendevano un Milan così brioso e dinamico, un Milan che mostra già una propria identità.

 

Dopo questo inizio, subito pausa per lasciare spazio alle partite della Nazionale. La Serie A torna il weekend del 13-14 settembre quando i rossoneri troveranno, in trasferta, il Parma di Donadoni e Cassano.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Sorteggi gironi Europa League Inter, Fiorentina, Napoli e Torino; turno facile per i neroazzurri

Fernando Torres è ufficialmente al Milan, ora si lavora per Van Ginkel, Taarabt e Biabiany

Calciomercato Inter e Milan, gli ultimi giorni tra Fernando Torres e Lorenzo Insigne

Balotelli lascia il Milan per il Liverpool, a 20 milioni di euro. Rabiot, Cerci, Martinez e Destro i nomi caldi del calciomercato

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here