Anteprima Milan – Juventus 20 settembre 2014 San Siro, convocati, probabili formazioni, statistiche e curiosità

Palla_al_centroTra poche ore torna la Serie A e con essa le emozioni. Emozioni di alta classifica, emozioni da big match, emozioni da San Siro tutto esaurito, emozioni da Milan – Juventus. La terza giornata ci regala una super-sfida che, finalmente dopo qualche anno, torna ad essere di alta classifica. Il fascino di ex che si incontrano, di antichi compagni di squadra che si troveranno l’uno di fronte all’altro. Tranne uno, Andrea Pirlo, che non è tra i convocati di mister Allegri.

 

IL PROGRAMMA DELLA TERZA GIORNATA – Cesena – Empoli alle 18.00 di questa sera apriranno la terza giornata di Serie A; Palermo – Inter e Torino – Verona, alle 20.45 di domenica 21 settembre, la chiuderanno.

– Nel mezzo sei sfide e un big match, Milan – Juventus. Due squadre che dal 1901 ad oggi non si sono mai incrociate in Serie A nel mese di settembre. Alle 20.45 di questa sera San Siro, per l’occasione tutto esaurito, accoglierà la sfida che in casa Milan si attende dalla vittoria contro la Lazio, una vittoria che ha dato entusiasmo e morale a tutto l’ambiente.

– Oltre alle partite già citate, il terzo turno di Serie A vedrà anche la sfida tra Chievo e Parma alle 12.30 di domenica e, alle 15.00, gli incroci tra Genoa – Lazio, Roma – Cagliari e Sassuolo – Sampdoria. Fischio d’inizio alle 18.00 di domenica, invece, per Atalanta – Fiorentina e Udinese – Napoli.

 

UNA SFIDA, 158 EMOZIONI – Una sfida, Milan – Juventus, 158 emozioni. Tante sono le volte in cui rossoneri e bianconeri si sono sfidati in Serie A. Il bilancio vede la formazione piemontese in avanti con 56 successi contro i 48 dei rossoneri e i 54 pareggi.

– Le statistiche e le curiosità sono praticamente infinite se si analizza questa sfida. Snoccioliamo alcuni dati: il Milan non vince da quasi due anni. Era il 25 novembre del 2012 quando un rigore decisivo di Robinho regalò i tre punti a Max Allegri nel campionato poi ricordato per l’episodio di Muntari.

– E il risultato più frequente? Assolutamente l’1 a 1. Uscito addirittura 6 volte negli ultimi 17 anni. L’ultimo nella stagione 2011-12 con le reti di Nocerino e Matri. Il primo della serie nella stagione 1997-98 con l’autorete di Ferrara e il gol di Inzaghi.

 

QUANTI EX… – E a proposito di Inzaghi, parlando di Milan vs. Juventus è impossibile non parlare dei numerosi ex tra le due squadre. A partire dai tecnici, con Allegri che si è accasato a Torino dopo tre anni e mezzo di permanenza sulla panchina del Diavolo.

– Ma anche lo stesso Inzaghi, da giocatore, ha vestito entrambe le maglie. Alla Juventus ha regalato tanti gol, 89 in 165 sfide, al Milan alle reti (126 in 300 sfide) ha aggiunto anche i trofei: 2 Serie A, 2 Supercoppe Italiane, 1 Coppa Italia, 2 Champions League, 2 Supercoppe Uefa e 1 Coppa del Mondo per Club.

– E poi ci sono i giocatori. Con Abbiati e Storari che hanno vestito entrambe le maglie e con Andrea Pirlo. Che dopo non aver trovato l’accordo per rinnovare con la società rossonera ha scelto di abbracciare il progetto di Conte che è riuscito a motivarlo allungandogli la carriera.

 

I CONVOCATI: OUT PIRLO E BARZAGLI, MA VIDAL CE LA FA – Almeno a guardare i convocati, i problemi maggiori sembra averli Massimiliano Allegri. Il tecnico bianconero non recupera Barzagli e Pirlo, due colonne fondamentali di questa Juventus. Vidal è stato convocato, ma potrebbe anche partire dalla panchina.

– Inzaghi, invece, ritrova El Shaarawi, probabilmente dal 1′, e Torres che partirà dalla panchina. Le emergenze del Diavolo riguardano la retroguardia con Diego Lopez e Alex infortunati e Bonera squalificato.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI – 4-3-3 da una parte, 3-5-2 dall’altra. Moduli completamente diversi per raggiungere un unico obiettivo. Vincere. Non sarà una sfida facile, ma le premesse sono per una partita ricca di emozioni e spettacolo.

– Inzaghi ritrova El Shaarawi dal 1′ e lo posiziona in attacco al fianco di Honda con Menez come falso nueve. Centrocampo titolare con Poli, De Jong e Muntari. In difesa la coppia Bonera-Alex sarà sostituita da Rami e Zapata con De Sciglio e Abate sulle fasce e Abbiati in porta.

– Di fronte i bianconeri con Tevez e Llorente come coppia d’attacco. Centrocampo dove Asamoah sarà nuovamente preferito a Evra sulla sinistra, con Marchisio, Pogba e Pereyra in mezzo. In difesa Caceres prenderà il posto di Barzagli al fianco di Bonucci e Chiellini. Tra i pali Buffon.

 

L’APPUNTAMENTO – Le 20.45 di questa sera. Manca poco, l’emozione e l’attesa crescono. San Siro abbraccerà 78.681 spettatori. Tutto esaurito. E chi non sarà a San Siro sarà davanti allo schermo. A casa o nei locali, Milan – Juventus sta per iniziare.

– Arbitrerà Rizzoli e per lui sarà la quinta direzione in Milan – Juventus in sei anni. Fiducia totale in lui. Fiducia totale nello spettacolo.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Dnipro – Inter 0 a 1 Europa League, i neroazzurri vincono di misura

Anteprima Dnipro – Inter Europa League 18 settembre 2014, analisi, probabili formazioni e programma

Parma – Milan 4 a 5 Serie A seconda giornata, girandola di gol al Tardini

Inter – Sassuolo 7 a 0 Serie A seconda giornata, i neroazzurri dilagano grazie a Icardi

Chiusura calciomercato Milan e Inter 2014, arrivano Van Ginkel e Bonaventura, sfuma Biabiany e parte Cristante Sintesi

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here