Milan – Juventus 0 a 1 Serie A terza giornata, sfida decisa da Carlitos Tevez

Carlos TevezL’entusiasmo in casa Milan si è prontamente spento. Dopo le esaltanti vittorie contro Lazio e Parma, arriva la prima sconfitta stagionale del Diavolo. La Juventus è più forte e a San Siro lo dimostra. Allegri, se possibile, ha innalzato ulteriormente il valore di questa squadra portando la sua proverbiale calma e tranquillità. Decide nel secondo tempo Carlitos Tevez (nella foto, ndr); nel finale protesta il Milan per un intervento dubbio su Menez nell’area bianconera.

 

L’attesa è finita. San Siro è pronto ad esplodere di gioia e di tifo. Di fronte Milan e Juventus, Allegri e Inzaghi, Galliani e Marotta, Berlusconi e Agnelli. Le due grandi del calcio italiano pronte a regalarci emozioni e spettacolo.

 

Tutto confermato nelle formazioni. Inzaghi si affida a El Shaarawi, Menez e Honda davanti con Poli, De Jong e Muntari a centrocampo. In difesa dentro Abate e De Sciglio sulle fasce con Rami e Zapata al posto dell’infortunato Alex e dello squalificato Bonera. In porta Abbiati.

 

Di fronte Allegri con Tevez e Llorente in avanti e Pereyra, Pogba, Asamoah, Marchisio e Lichtsteiner. In difesa dentro Caceres, Chiellini e Bonucci. Tra i pali Buffon.

 

Dopo poco più di un minuto Juventus subito pericolosa su calcio di punizione, ma il tiro di Bonucci viene deviato dalla barriera in corner. Al 4’ risponde il Milan con uno schema su punizione: Honda per Rami che la rimette in mezzo, ma Buffon esce e blocca.

 

Dopo queste prime fiammate, le due squadre calano il ritmo e iniziano a studiarsi a centrocampo. E’ una gara molto tattica; entrambe le formazioni fanno fatica a trovare i giusti spazi per creare occasioni da rete.

 

Al 27’ si accende il match grazie a un bel traversone di Muntari che trova in mezzo all’area Honda; il giapponese, di testa, angola bene, ma Buffon è un felino nel saltare e smanacciare. Grande intervento dell’estremo difensore bianconero.

 

Pronta la risposta della Juventus con Pereyra che serve nell’area piccola Llorente; lo spagnolo viene stoppato in corner da Abbiati, pronto e reattivo ad uscire dalla propria porta.

 

L’ex Udinese Pereyra si fa trovare pronto anche al 33’: bell’inserimento e tiro centrale che Abbiati manda in corner. Allegri è costretto ad effettuare il primo cambio: Caceres ha un problema e deve uscire. Al suo posto entra Ogbonna.

 

Al 35’ ancora bianconeri pericolosi con Bonucci che, al limite del fuorigioco e tutto solo in area piccola, cerca la girata di testa, ma non inquadra la porta. Difesa rossonera immobile nell’occasione.

 

Al 37’ l’occasione più netta di questo primo tempo: il centrocampo rossonero si dimentica Marchisio che va alla conclusione dai venti metri. Sfera che si spegne sul palo. Abbiati dava l’impressione di esserci, ma che chance per la Juventus.

 

Al 40’ Menez ruba palla a Bonucci nel cerchio di centrocampo e si invola verso Buffon. Conclusione centrale, ma tra le fila rossonere il francese sembra l’unico vivo e nel gioco in questa prima frazione di gioco.

 

Al 41’ prima ammonizione del match: Rizzoli sventola il giallo a Marchisio che entra con il piede a martello su Muntari a centrocampo. Al 44’ si fa vedere per la prima volta El Shaarawi: conclusione dal limite dell’area per l’italo-egiziano. Buffon blocca.

 

Al 47’ Menez compie un intervento molto simile a quello compiuto da Marchisio pochi minuti prima, ma Rizzoli lascia proseguire e non ammonisce il francese.

 

Dopo tre minuti di recupero Rizzoli fischia la fine del primo tempo. Discreta prova del Milan che ha cercato di chiudere bene gli spazi a una Juventus che, quando accelera, dà prova di essere più forte e determinata.

 

Il secondo tempo si apre con gli stessi effettivi. Ricordiamo che Max Allegri ha dovuto sostituire alla mezz’ora Caceres con Ogbonna. Al 50’ Llorente slalomeggia tra le maglie della difesa rossonera, ma poi Abate allontana.

 

Un minuto dopo De Sciglio ferma la ripartenza di Lichtsteiner, ma Rizzoli non ravvisa gli estremi per il fallo. Il Milan si fa vedere al 55’: cross dalla sinistra di De Sciglio e tiro al volo di El Shaarawi con la sfera che termina in area.

 

Al 60’ grande occasione per la Juventus con Ogbonna che, sugli sviluppi di un corner, si inserisce perfettamente, ma non riesce a centrare la porta difesa da Abbiati. Sfera che termina a lato.

 

Al 62’ ammonito Ogbonna che scalcia Menez da dietro. Al 65’ tenta la percussione Poli, ma il suo tiro è troppo debole. Passano pochi secondi e Inzaghi opta per il primo cambio: fuori uno spento El Shaarawi e dentro Bonaventura. Meno classe, ma più sostanza per il Milan in quest’ultima mezz’ora.

 

Al 70’ la Juventus passa con Carlitos Tevez: Pogba dal limite dell’area serve un pallone d’oro per l’argentino che, tutto solo davanti ad Abbiati, è freddo a depositare in rete. Bianconeri avanti a San Siro. Dopo la grande prova contro il Malmoe, altra rete decisiva per l’Apache.

 

Al 75’ secondo cambio per Allegri: dentro Vidal per Pereyra. Inzaghi risponde con Fernando Torres al posto di Poli. Bonaventura viene dirottato a centrocampo. Passano cinque minuti ed entra Romulo per Lichtsteiner. Il Milan manda in campo Pazzini per Honda.

 

All’82’ ammonito Muntari che rifila un calcione a Vidal. All’86’ episodio dubbio in area bianconera: Menez slalomeggia, ma finisce a terra dopo un contrasto con Pereyra. Il francese viene effettivamente toccato, però si tuffa in modo un po’ plateale. Rizzoli lascia correre e le immagini sembrano dargli ragione.

 

Al 90’ ammoniti Torres ed Asamoah. Nei tre minuti di recupero non accade più nulla. Finisce 1 a 0 per la Juventus grazie alla rete di Tevez. La Juventus vola in testa alla classifica con tre vittorie su tre partite. Il Milan esce ridimensionato, la difesa preoccupa sempre di più.

 

Dopo il big match di San Siro, tutto è pronto per il primo turno infrasettimanale di questa stagione. Il Milan tornerà in campo martedì 23, quando alle 20.45 affronterà l’Empoli al Carlo Castellani. La Juventus, invece, scenderà in campo mercoledì 24 nel suo Juventus Stadium contro il Cesena.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Dnipro – Inter 0 a 1 Europa League, i neroazzurri vincono di misura

Anteprima Dnipro – Inter Europa League 18 settembre 2014, analisi, probabili formazioni e programma

Parma – Milan 4 a 5 Serie A seconda giornata, girandola di gol al Tardini

Inter – Sassuolo 7 a 0 Serie A seconda giornata, i neroazzurri dilagano grazie a Icardi

Chiusura calciomercato Milan e Inter 2014, arrivano Van Ginkel e Bonaventura, sfuma Biabiany e parte Cristante Sintesi

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here