Cesena – Milan 1 a 1 Serie A quinta giornata, il problema è sempre la difesa

Milan_Calcio_LogoLa realtà è molto diversa. Le emozionanti vittorie contro Lazio e Parma sembrano, oggi, un lontano ricordo. Il Milan di Inzaghi non è molto distante da quella squadra che Allegri e Seedorf avevano schierato nella scorsa stagione. Difesa imbarazzante e attacco che vive più di folate che di gioco collettivo. Contro Empoli e Cesena ci si era prefissi 6 punti; ne sono arrivati solamente 2. Anche l’effetto “Berlusconi in ritiro” sembra svanito.

 

La sconfitta contro la Juventus e il deludente pareggio contro l’Empoli hanno fatto male all’entusiasmo delle prime due giornate. Il Milan di Filippo Inzaghi ha bisogno di tornare alla vittoria e la sfida, seppur in trasferta, contro il Cesena è l’ideale per portare a Milanello tre punti.

 

Il tecnico rossonero, su consiglio di Berlusconi e Galliani, cambia modulo e passa a un 4-2-3-1 che diventa un 4-4-1-1 in fase difensiva. Torres unica punta, con Menez, Honda e Bonaventura alle sue spalle. Mediana con Poli e De Jong. In difesa, davanti ad Abbiati, torna Rami al fianco di Zapata con Abate e De Sciglio sulle fasce.

 

Di fronte Bisoli punta sul 3-4-1-2 con Brienza ad inventare alle spalle di Marilungo e Succi. Centrocampo con Zè Eduardo, Cascione, Coppola e Renzetti. In difesa, davanti al bianconero Leali, spazio per Capelli, Lucchini e Volta.

 

Sembra aver iniziato con il piglio giusto il Milan. Al 5′ punizione dalla destra di Honda e colpo di testa di Zapata che cerca Torres in mezzo. La difesa bianconera libera in corner. Pochi secondi dopo è Bonaventura, dalla sinistra, a cercare Torres; lo spagnolo gira di testa, ma Leali blocca a terra.

 

All’8′ inutile intervento di Coppola che, in ritardo, non si ferma e finisce per crollare su Abate. Guida ferma il gioco, ma decide di non ammonire il centrocampista del Cesena.

 

Al 10′ doccia gelata per il Milan e i suoi tifosi: a Marilungo viene concesso troppo spazio al limite dell’area e va al tiro; Abbiati respinge troppo corto e Succi ribadisce in rete. Cesena in vantaggio 1 a 0, ma difesa rossonera imbarazzante.

 

I rossoneri sembrano accusare il colpo: al 12′ contatto in area tra Rami e Succi. Il francese va al spalla contro spalla con l’italiano che finisce giù. Guida lascia proseguire e la decisione sembra corretta.

 

Al 17′ prima grande occasione per il Diavolo: calcio di punizione insidioso di Honda che Leali vede solo all’ultimo momento e che, in extremis, riesce a mandare sopra la traversa.

 

Un minuto dopo arriva il pareggio: corner di Honda e colpo di testa di Rami che, tutto solo, riesce a superare Leali. 1 a 1 al Manuzzi e match di nuovo in parità. Al 21′ primo giallo del match: Guida ammonisce Cascione per un intervento in ritardo su Menez.

 

Dopo il pareggio, i ritmi sono calati. Al 29′ il Milan ci prova con Abate, ma il suo cross viene intercettato da Zè Eduardo. Pochi secondi dopo ci prova Bonaventura dal vertice destro dell’area piccola, ma l’ex Atalanta non inquadra la porta.

 

Al 43′ altra ammonizione: questa volta il giallo arriva a Bonaventura che entra a gamba tesa su Renzetti. L’ultima occasione del primo tempo è per il Cesena. Padroni di casa pericolosi con un bel sinistro di Brienza che sfiora il palo alla sinistra di Abbiati.

 

Finisce qui una prima frazione di gioco non particolarmente brillante. Il pareggio sembra il risultato più giusto, ma il Milan è apparso ancora in notevole difficoltà nel reparto difensivo. Da rivedere la rete di Succi, l’attaccante del Cesena sembrava in fuorigioco.

 

La ripresa inizia subito con un cambio per Bisoli: dentro De Feudis per Zè Eduardo; tra le fila rossonere si scalda El Shaarawi. Il Milan si porta subito nella metà campo avversaria e reclama un rigore su Bonaventura, ma Guida lascia correre.

 

Al 50′ è però il Cesena a sfiorare il nuovo vantaggio: grande conclusione mancina di Coppola che lambisce il palo alla sinistra di Abbiati. Che rischio per il Milan. Al 52′ prima percussione di De Sciglio: l’esterno si accentra e va al tiro, ma Leali si distende e mette in corner.

 

Al 57′ ammonito Renzetti che, in ritardo, scalcia Rami. Ora la partita si fa più dura: al 59′ il Cesena protesta per un mancato giallo a De Jong per un intervento su Coppola.

 

Al 61′ secondo cambio per Bisoli: esce Succi, autore dell’unico gol del temporaneo vantaggio, ed entra Defrel. Pochi secondi dopo bella combinazione del Milan con Torres, Bonaventura e Honda, ma la retroguardia del Cesena libera.

 

Al 65′ ci prova De Feudis: sinistro insidioso che rimbalza davanti ad Abbiati, ma termina a lato. Due minuti dopo Guida non vede un fallo su Menez al limite dell’area. Poco dopo giallo per De Jong.

 

Al 71′ primo cambio per mister Inzaghi: ritorna Essien, richiamato in panchina Poli. Bisoli risponde con Perico per Capelli. Dentro anche Pazzini per Torres, poco nel vivo del gioco quest’oggi.

 

Al 73′ altra clamorosa disattenzione della difesa rossonera: il Cesena ne approfitta con Defrel che viene messo giù da Zapata. Guida legge l’azione come occasione da rete e lo espelle. Milan in dieci in questo finale. Inzaghi corre ai ripari: fuori Honda e dentro Alex.

 

Dopo diversi minuti privi di occasioni da rete, il Milan si rivede all’81’ con Pazzini, ma il suo colpo di testa si spegne sopra la traversa.

 

All’86’ gol annullato al Cesena: corner di Brienza e colpo di testa di Luchini, ma Cascione commette fallo su De Sciglio. Guida ferma tutto. Il tabellino rimane sull’1 a 1.

 

Nei tre minuti di recupero non accade più nulla. Al Manuzzi termina 1 a 1. Deludente prova dei rossoneri che non riescono a riscattare la sconfitta contro la Juventus e il pareggio contro l’Empoli. Imbarazza la difesa, delude l’attacco. Ed El Shaarawi rimane in panchina.

 

In classifica il Milan sale a 8 punti e ritrova l’Inter, un punto sopra del Napoli. Juventus e Roma, con 5 vittorie su altrettanti match, sono ormai lontanissime.

 

Per la sosta per le Nazionali bisogna attendere ancora una settimana. Il Milan chiude questo primo filotto di match Sabato 4 Ottobre a San Siro contro il Chievo. Fischio d’inizio per le 20.45.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inter – Atalanta 2 a 0 Serie A quarta giornata, perla di Osvaldo a San Siro

Empoli – Milan 2 a 2 Serie A quarta giornata, quante emozioni al Castellani!

Finale Champions League 2016 San Siro Milano e Euro 2020 a Roma, tutti i dettagli

Chiusura calciomercato Milan e Inter 2014, arrivano Van Ginkel e Bonaventura, sfuma Biabiany e parte Cristante Sintesi

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here