Analisi Serie A settima giornata Verona Milan e Inter Napoli, infortunati, probabili formazioni e arbitri

Palla_al_centroDopo la pausa per le Nazionali torna la Serie A e tornano le grandi emozioni. La settima giornata del Campionato Italiano offre l’occasione del riscatto all’Inter, impegnata a San Siro contro il Napoli, e l’occasione di proseguire sulla strada della ristrutturazione al Milan, atteso da una trasferta delicata in quel di Verona. Felicità e soddisfazione a Milanello; voglia di riscatto ad Appiano. Analizziamo i due match delle milanesi.

 

IL PROGRAMMA DELLA SETTIMA GIORNATA – Sabato con vista scudetto. Si inizia alle 18.00 di oggi con Roma – Chievo e si prosegue alle 20.45 con la Juventus impegnata a Sassuolo, dove Max Allegri ritroverà il suo passato, quel passato che l’ha lanciato nel grande calcio. Si finisce Lunedì alle 20.45 con Genoa – Empoli.

– Nel mezzo tante sfide interessanti, come il lunch-match di Domenica 19 tra Fiorentina e Lazio o il posticipo domenicale tra Inter e Napoli.

– Anche la Domenica pomeriggio offrirà sfide delicate, come la trasferta del Milan in quel di Verona. Poi Atalanta – Parma, Cagliari – Sampdoria, Palermo – Cesena e Torino – Udinese.

 

INTER: C’E’ VOGLIA (E BISOGNO) DI RISCATTO – Probabilmente non sarà decisiva per il futuro di Walter Mazzarri, ma la sfida casalinga contro il Napoli sarà per l’Inter un fondamentale banco di prova. I neroazzurri, Europa League a parte, arrivano da due pesanti sconfitte contro Cagliari e Fiorentina e la sfida contro i partenopei, per lo più con quindici giorni di sosta, sembra essere perfetta per riprendere a correre.

– La panchina di Mazzarri, anche in caso di sconfitta, non sembra essere a rischio visto le recenti dichiarazioni di Erick Thohir, ma è evidente che se i neroazzurri dovessero mettere in campo la terza disastrosa prestazione consecutiva, anche i giudizi del patron indonesiano potrebbero presto modificarsi.

– Thohir si aspetta molto di più tanto dalla squadra quanto dal tecnico e la sfida contro il Napoli è il match ideale per puntare al riscatto. Un big match che, qualora venisse approcciato e condotto con la giusta filosofia, potrebbe rappresentare una svolta assoluta nel morale e nei risultati neroazzurri di questa stagione che, a meno di un drastico cambio di ritmo, non sembra molto diversa da quella passata.

 

PER MAZZARRI PROBLEMI INFORTUNI – Non sono stati giorni certamente tranquilli per Walter Mazzarri che, dopo aver appreso la notizia dello stiramento di Osvaldo, ha dovuto accogliere anche i ko di Kovacic e D’Ambrosio.

– Tra i due il più grave è l’italiano che ha rimediato una distorsione al ginocchio con interessamento dei legamenti e starà lontano dai campi da gioco per due mesi circa, perdendo almeno 10 partite. Un infortunio sicuramente pesante per il tecnico neroazzurro che aveva puntato forte, soprattutto in Europa League, sull’ex Torino.

– Per Kovacic, invece, si tratta solamente di un affaticamento all’adduttore della coscia sinistra. Niente di grave per la giovane stella della Croazia che sarà sicuramente convocato per la sfida contro il Napoli, anche se è ancora da decidere se sarà impiegato come titolare o se partirà dalla panchina.

 

MILAN: TORNA LA FATAL VERONA… – “Il presidente ha ricordato ai più giovani e agli stranieri la storica difficoltà di questa partita. Ha ricordato a loro che a Verona il Milan ha perso due scudetti. Chi non è giovanissimo ricorda bene sia il ’73 che il ’90”.

– Poche parole, quelle di Galliani, che testimoniano bene le difficoltà che storicamente il Milan ha incontrato in quel di Verona. Oltre ai due scudetti persi, su tutti quello della stagione 1989-90, quando i rossoneri in lotta per Serie A, Coppa Italia e Champions League, vinsero solamente la manifestazione Uefa lasciando per strada lo scudetto in volata e la coppa nazionale.

– Due le esclusioni per la trasferta di Verona. Pippo Inzaghi dovrà rinunciare a Nigel De Jong, squalificato, e probabilmente a Jeremy Menez che dovrebbe partire dalla panchina anche se ieri si è allenato con il gruppo.

 

… CON LA GRANA EL SHAARAWI – L’immediata vigilia del match ha vissuto attimi di nervosismo a causa delle dichiarazioni di El Shaarawi fatte a margine di un evento alla Mondadori di via Marghera.

– Il Faraone ha rilasciato pubblicamente tutta la sua delusione per le recenti esclusioni: “C’è un po’ di dispiacere per le ultime esclusioni, anche incazzatura. Adesso sto bene, ma stavo bene anche nelle tre partite precedenti. Le ultime tre esclusioni sono state scelte tecniche, ora voglio tornare e dimostrare chi sono”.

– Dichiarazioni che non sono certo piaciute all’ambiente Milan e che testimoniano le difficoltà che il Faraone sta avendo in questo ultimo anno e mezzo dove è stato poco impiegato a causa degli infortuni che lo hanno tartassato.

 

ARBITRI E APPUNTAMENTO – Chiudiamo ricordando l’appuntamento per le due milanesi. Entrambe scenderanno in campo Domenica 19 Ottobre; il Milan, diretto da Valeri, con fischio d’inizio alle 15.00 e l’Inter, arbitrata da Orsato, alle 20.45 contro il Napoli.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Malta – Italia 0 a 1 Qualificazione Europei Girone H, Pellè decisivo all’esordio

Italia – Azerbaigian 2 a 1 Qualificazioni Euro 2016 Francia girone H, la punta è Chiellini

Infortunio Osvaldo Inter, starà fuori un mese. Nuovi problemi per Mazzarri

Convocati Italia Conte per Amichevoli contro Azerbaigian e Malta, analisi e programma degli Azzurri

Finale Champions League 2016 San Siro Milano e Euro 2020 a Roma, tutti i dettagli

Chiusura calciomercato Milan e Inter 2014, arrivano Van Ginkel e Bonaventura, sfuma Biabiany e parte Cristante Sintesi

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here