Cesena – Inter 0 a 1 Serie A ottava giornata, decide Icardi dal dischetto

Logo_InterLa maledizione degli undici metri, in casa Inter, ha finalmente fine. Il tabù viene sfatato da Mauro Icardi che al 32′ spiazza Agliardi, entrato in seguito all’espulsione di Leali, colui che ha commesso il fallo su Palacio. Neroazzurri positivi solo a tratti, con Hernanes autentico “man of the match”. Inter che sale a 12 punti e si mantiene in scia di Napoli e Lazio, entrambe vittoriose nelle gare delle 18 contro, rispettivamente, Verona e Torino. Mercoledì la sfida contro la Sampdoria.

 

Dopo la settimana che sarà ricordata per il definitivo addio della famiglia Moratti dall’Inter, i neroazzurri tornano in campo per riscattare le ultime deludenti prestazioni.

 

Mazzarri, che in Europa League ha perso anche M’Vila, si affida a Palacio e Icardi davanti. Centrocampo con Obi, Hernanes, Medel, Kovacic e Dodò. In difesa, davanti a Handanovic, spazio per Campagnaro al posto di un irrequieto Vidic, con Ranocchia e Juan Jesus a completare il reparto.

 

Di fronte Bisoli si schiera con Garritano alle spalle di Djuric e Marilungo. Mediana a tre con Cascione, De Feudis e Giorgi. In difesa, davanti a Leali, dentro Capelli, Volta, Lucchini e Renzetti.

 

E’ un inizio su ritmi sostenuti quello dell’Inter. Al 4′ ci prova Hernanes per Dodò, ma il tocco del brasiliano non è preciso.

 

Al 7′ grande chance per Dodò che, su cross di Obi, impegna Leali. Mazzoleni, però, aveva già fermato tutto per un gallo su Capelli.

 

Al 13′ primo giallo del match: il direttore di gara lo sventola a Garritano che trattiene Hernanes a metà campo.

 

Dopo un inizio interessante, il match si addormenta fino al 24′ quando è Dodò a evitare una situazione imbarazzante anticipando Cascione sul cross di Marilungo.

 

Il match si accende al 29′ quando Hernanes serve nel corridoio Palacio; l’argentino, a tu per tu con Leali, viene atterrato dal giovane portiere del Cesena. Mazzoleni non ha dubbi: rigore ed espulsione. I padroni di casa protestano, ma è evidente l’entrata a “frana” di Leali su Palacio.

 

Subito cambio per Bisoli: dentro Agliardi per Garritano. Dal dischetto si presenta Icardi: palla da una parte, portiere dall’altra. Vantaggio neroazzurro alla mezz’ora.

 

Il Cesena reagisce subito ed al 33′ sfiora il pareggio con Cascione che, da calcio di punizione, sorprende Handanovic con un piattone destro al volo. Sloveno immobile, palla che lambisce la traversa.

 

Passano sessanta secondi ed è ancora Cesena: grande intervento di Handanovic sul colpo di testa di Djuric; poi Marilungo alza sopra la traversa. Doppia chance per gli uomini di Bisoli.

 

Al 36′ seconda ammonizione: questa volta il giallo è per Giorgi che ferma la ripartenza di Obi. Al 38′ si fa vedere Icardi: conclusione da lontano, sfera che termina a lato.

 

E’ l’ultima occasione di un primo tempo che l’Inter chiude in vantaggio grazie al rigore concesso su Palacio. Prima frazione di gioco entusiasmante solo a tratti; bella prova di Hernanes, sicuramente il migliore tra i neroazzurri.

 

La ripresa si apre con gli stessi effettivi. Al 50′ prima ammonizione anche per l’Inter: giallo per Campagnaro. Al 55′ si fa vedere l’Inter: Hernanes cerca un colpo di testa, ma finisce per favorire Icardi che di contro balzo svirgola e non inquadra la porta.

 

Al 58′ Hernanes sfiora il raddoppio: bella percussione dell’ex Lazio e diagonale che lambisce il secondo palo. Al 61′ altra bella giocata di Hernanes che porta al giallo per Volta. Al 63′ è Kovacic ad andare molto vicino allo 0 a 2.

 

Al 69′ prima sostituzione per Mazzarri: dentro Mbaye per Obi. Al 71′ grande rischio per l’Inter che viene salvata da Handanovic, ottimo sul diagonale di Cascione. Al 79′ erroraccio di Palacio che si divora il raddoppio da ottima posizione servito da Kovacic.

 

All’85’ va in rete Campagnaro su punizione di Hernanes, ma Mazzoleni aveva già fermato tutto per fuorigioco del difensore argentino. All’89’ ammonito Cascione che commette fallo su Hernanes e reagisce su Dodò.

 

Al 93′ l’ultima chance della partita: Agliardi si immola su Icardi prima e Palacio poi, impedendo ai due di siglare il raddoppio.

 

Finisce qui la partita. L’Inter espunga il Manuzzi grazie alla rete di Icardi dal dischetto; dopo oltre un mese di astinenza dalle vittorie, gli uomini di Mazzarri tornano finalmente a vincere. Una gara sicuramente intensa, dove l’Inter ha sprecato troppe occasioni per raddoppiare e chiudere anzitempo la sfida.

 

Neroazzurri che salgono a 12 punti e superano il Verona, fermato in serata dal Napoli che a sua volta si porta a 14 punti. Più in alto di una lunghezza la Lazio, vittoriosa per 2 a 1 sul Torino, fermo a quota 8.

 

Neroazzurri attesi da una settimana che potrà dire molto sul prosieguo di stagione. Mercoledì, fischio d’inizio alle 20.45 a San Siro, ci sarà la sfida contro la Sampdoria dell’ex Mihajlovic. Poi sabato, inizio alle 20.45, trasferta al Tardini contro il Parma.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie. a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Inter – Saint Etienne 0 a 0 Europa League girone E, brutto pareggio a San Siro

Analisi Serie A settima giornata Verona Milan e Inter Napoli, infortunati, probabili formazioni e arbitri

Malta – Italia 0 a 1 Qualificazione Europei Girone H, Pellè decisivo all’esordio

Italia – Azerbaigian 2 a 1 Qualificazioni Euro 2016 Francia girone H, la punta è Chiellini

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here