Milan – Palermo 0 a 2 Serie A decima giornata, disastro rossonero a San Siro

Filippo InzaghiAl Palermo è bastato un tempo per annichilire i rossoneri. I rosanero sono riusciti a concretizzare tutto ciò che il Cagliari mercoledì aveva solamente provare a fare. Grande aggressione, velocità, contropiede e ripartenze: il Milan di Inzaghi è crollato su sé stesso. Difesa inguardabile, con Zapata a primeggiare in negativo, e attacco privo di idee. E poi il caso Saponara: Inzaghi, a che serve schierare dal 1′ un calciatore che non gioca da mesi, per di più in un ruolo che non è il suo?

 

Nueve o falso nueve? Inzaghi decide di risolvere il problema schierandoli entrambi. Torres e Menez dal 1′ minuto al fianco di Honda, con El Shaarawi silurato speciale della sfida casalinga contro il Palermo. Centrocampo con il ritorno di Saponara al fianco di De Jong e Poli. In difesa, davanti al rientrante Diego Lopez, spazio per Abate, Alex, Rami e De Sciglio.

 

Di fronte Iachini con il tandem Dybala-Vazquez davanti. Centrocampo folto con Morganella, Bolzoni, Maresca, Barreto e Lazaar. In difesa, davanti a Sorrentino, spazio per Munoz, Gonzalez e Andelkovic.

 

Passano appena cento secondi e il Palermo va a un passo dal vantaggio: Abate si perde Vazquez che, entrato in area, calcia bene con il mancino. Diego Lopez si fa trovare pronto e respinge con il piattone.

 

Al 3′ prima tegola per Inzaghi: Alex è costretto ad uscire per un problema ai flessori della coscia; al suo posto entra Zapata. Che avvio ricco di emozioni.

 

Il Milan si fa vedere solamente al 13‘: guizzo di Menez e palla per Poli che all’altezza del dischetto del rigore cerca lo “scavino” per superare Sorrentino. Palla di poco a lato. Bella chance per i rossoneri.

 

Al 15′ seconda accelerazione di Menez e primo giallo della partita: Gervasoni estrae il cartellino per Gonzalez. Sugli sviluppi della punizione girata di testa per Torres e sfera che lambisce il palo alla sinistra di Sorrentino.

 

Poco dopo ammonito anche De Jong che commette fallo su Barreto a centrocampo. Al 18′ giallo anche per Morganella. Al 22′ si torna a parlare di calcio giocato: tiro da fermo per Menez e palla che si spegne sulla parte esterna della rete.

 

Immediata la risposta del Palermo con il giovane Lazaar che dalla corsia mancina esplode all’improvviso un tiro. Diego Lopez si rifugia in angolo. Sugli sviluppi del corner vantaggio del Palermo: cross di Dybala e colpo di testa di Bolzoni. Sfera che si insacca. 0 a 1 per i rosanero. Le immagini, però, mostrano che si tratta di autorete di Zapata.

 

Al 25′ miracolo di Diego Lopez che non si lascia sorprendere sulla percussione centrale di Dybala. L’ex Real Madrid evita il secondo gol dei rosanero. Difesa rossonera completamente ferma.

 

Poco male per gli uomini di Iachini visto che il raddoppio è rimandato solo di 30 secondi: Dybala supera agilmente Zapata e insacca con il mancino. Rossoneri gelati: San Siro sotto shock. Milan crollato proprio nel suo momento migliore.

 

Al 38′ Palermo a un passo dal 3 a 0: Diego Lopez si supera alzando sopra la traversa un grande tiro di Barreto dai ventidue metri. Sugli sviluppi del corner colpo di testa di Munoz che esce di poco.

 

Al 43′ protestano i rossoneri per un retropassaggio di Morganella raccolto con le mani da Sorrentino. Gervasoni, a ragione, lascia correre. Al 45′ ammonito anche Andelkovic per fallo su Torres: punizione di Honda dal limite dell’area e palla che si infrange sulla barriera.

 

Termina qui una prima frazione di gioco in cui il Milan è stato a dir poco imbarazzante. Ciò che il Cagliari non era riuscito a fare mercoledì sera, è stato messo in pratica dal Palermo. Rosanero autori di otto nitidissime palle-gol e che senza dei prodigiosi interventi di Diego Lopez sarebbe in vantaggio di, almeno, 4-5 gol. Dopo le due reti il Milan scompare definitivamente.

 

La ripresa inizia con una sorpresa: Inzaghi decide di togliere Poli e inserisce El Shaarawi schierando, contemporaneamente, tutte le punte. Ora c’è il solo De Jong a correre e difendere.

 

Al 50′ El Shaarawi si lascia cadere nell’area rosanero e si prende l’ammonizione per simulazione. Decisione corretta, anche l’italo-egiziano non protesta.

 

In questo inizio di secondo tempo il Milan è tutto nella metà campo avversaria; al 53′ ci prova El Shaarawi a giro di destro: palla che termina a lato con Sorrentino che la controlla.

 

Anche con cinque punte in campo il Milan non sembra riuscire a creare occasioni da rete. Al 67′ terzo e ultimo cambio per Inzaghi: dentro Pazzini al posto di Honda. Iachini risponde con Ngoyi per Maresca.

 

Al 68′ torna a farsi pericoloso il Milan: colpo di testa di El Shaarawi prontamente respinto da Sorrentino. Poco dopo ci prova Torres, ma la sua girata di testa termina a lato. Nei minuti successivi non succede più nulla.

 

All’85’ entra Belotti per il gioiellino Vazquez. Due minuti dopo ammonito Rami.

 

Dopo tre minuti di recupero finisce un match che rischia di ridimensionare completamente le certezze e il futuro del Milan di Inzaghi. 14 gol presi in 10 partite sono troppi, anche per chi sperava di far della fase offensiva il punto cardine del proprio gioco.

 

Ora la classifica piange: rossoneri fermi a quota 16 e Napoli che in ottica terzo posto si avvantaggia. Le uniche note liete sono i punti invariati da Inter e Fiorentina, rispettivamente a 15 e 13, entrambi sconfitti nella decima giornata.

 

Sarà una settimana indubbiamente concitata e ricca di polemiche per il Milan che mercoledì affronterà il San Lorenzo nel tradizione Trofeo Berlusconi e che sabato, fischio d’inizio alle 20.45, sarà in trasferta a Genova per sfidare la Sampdoria di Mihajlovic che oggi si è imposta per 3 a 0 sulla Fiorentina.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Parma – Inter 2 a 0 Serie A decima giornata, una prestazione imbarazzante

Cagliari – Milan 1 a 1 Serie A nona giornata, un pareggio che vale come una vittoria

Inter – Saint Etienne 0 a 0 Europa League girone E, brutto pareggio a San Siro

Analisi Serie A settima giornata Verona Milan e Inter Napoli, infortunati, probabili formazioni e arbitri

 

Matteo Torti

foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here