Anteprima Trofeo Berlusconi Milan – San Lorenzo 5 novembre 2014 San Siro, analisi e info

Palla_al_centroSarà il San Lorenzo, la squadra argentina di cui Papa Francesco è grande tifoso, la sfidante del Milan nella 23esima edizione del Trofeo Luigi Berlusconi. Il consueto trofeo in famiglia andrà in scena Mercoledì 5 Novembre a San Siro, con fischio d’inizio per le 20.45. Arbitrerà Irrati. Una sfida che, in un momento così delicato per i colori rossoneri, nasconde diverse insidie, ma rappresenta senza dubbio la chance di mettersi in mostra per diversi giocatori delusi, poco impiegati in questo inizio di stagione.

 

L’ANNUNCIO DI SETTEMBRE – “Confirmado. Como preparación para el Mundial de Clubes, #SanLorenzo enfrentará al Milan en Italia. Será el miércoles 5/11”. E’ questo il comunicato ufficiale rilasciato su Twitter dal San Lorenzo il 25 settembre del 2014.

– E’ proprio la vincitrice dell’ultima Copa Libertadores che a breve disputerà il Mondiale per Club contro il Real Madrid di Carlo Ancelotti, l’avversaria dei rossoneri al Trofeo Luigi Berlusconi. Il Milan se la vedrà dunque contro la squadra del cuore di Papa Francesco.

 

TUTTI I NUMERI DEL BERLUSCONI – 22 edizioni fin qui disputate, con 12 vittorie rossonere e 10 vittorie della Juventus. Si, perchè se inizialmente la formula del Trofeo Luigi Berlusconi prevedeva che i rossoneri avrebbero sfidato una formazione vincitrice della Coppa dei Campioni o della Coppa Libertadores, di fatto la sfidante numero uno è stata la Juventus.

– Ad eccezione di tre circostanze in cui ai bianconeri si sono sostituiti l’Inter, il Real Madrid e il Bayern Monaco. Formazioni, tutte e tre, che hanno perso contro i rossoneri: 1 a 0 l’Inter nel 1992, 3 a 2 il Real Madrid nel 1993 e 1 a 0 il Bayern Monaco nel 1994.

– Nel 2013 il Trofeo Luigi Berlusconi non è stato disputato, mentre l’anno precedente è stato vinto dalla Juventus per 2 a 3 grazie alle reti di Marchisio, Vidal e Matri. Milan che non vince, quindi, dal 21 agosto del 2011 quando Boateng e Seedorf resero vana la rete di Vucinic.

– Filippo Inzaghi è l’autentico protagonista del Trofeo Luigi Berlusconi visto che comanda la classifica dei marcatori con ben 7 reti, di cui 4 con la maglia rossonera e 3 con quella bianconera. Dietro di lui 4 gol per Del Piero e 2 per Casiraghi, Papin, Serginho, Ambrosini, Seedorf e Robinho.

 

MILAN: UN MOMENTO NO – 16 punti conquistati in 10 partite, 4 in più della scorsa stagione quando il buon Massimiliano Allegri veniva, di fatto, esonerato dopo ogni giornata di campionato. 18 gol fatti, ma ben 14 subiti. Numeri che lasciano ben poco spazio alla felicità.

– Il buon avvio fatto di punti, 6 in due partite, gol, ben 9 fatti contro Lazio e Parma, grinta e velocità è velocemente scemato lasciando spazio a una squadra compassata, quasi mai aggressiva, labile nella fase difensiva e priva di idee in quella offensiva.

– Basta infatti togliere ai 18 gol segnati i 9 siglati nelle prime due giornate e si vede che i rossoneri, per assurdo, faticano pure ad andare in rete: sono solamente 9 le reti messe a segno nelle successive 8 sfide. Un bottino troppo magro per chi fa della fase offensiva un punto cardine.

– E bisogna anche ammettere che la tanto osannata serie positiva di 6 giornate è, di fatto, un “falso”: va bene non perdere, ma se si portano a casa solamente 2 vittorie e ben 4 pareggi, è evidente che tanto lontano non sia possibile andare. Soprattutto se i segni X arrivano dopo sfide contro Empoli, Cesena, Fiorentina e Cagliari.

– Veniamo all’ultima settimana. Il Cagliari, soprattutto nel primo tempo, aveva lanciato l’allarme; il Palermo ha semplicemente replicato quanto fatto dagli uomini di Zeman con maggiore concretezza e cinismo. Dybala e Vazquez hanno letteralmente sotterrato i rossoneri, usciti drasticamente ridimensionati da San Siro.

 

L’OCCASIONE PER I DELUSI – In una stagione che si appresta ad essere vissuta sull’altalena, per il Milan anche il Trofeo Luigi Berlusconi rappresenta una partita da non sottovalutare, un’insidia che per qualcuno potrebbe anche rappresentare la chance perfetta per svoltare la propria stagione con la casacca rossonera.

– Se Diego Lopez è tornato tra i pali, risultando peraltro decisivo, nella sfida di domenica sera contro il Palermo, ci sono altri giocatori in cerca di un riscatto. Come Armero e Bonera in difesa; l’ex Udinese non è mai stato utilizzato, mentre il centrale italiano è stato accantonato dopo qualche errore di troppo nelle prime partite.

– A centrocampo la sfida contro il San Lorenzo potrebbe essere un buon banco di prova per van Ginkel e Saponara, mentre in attacco il Trofeo Luigi Berlusconi potrebbe portare alla ribalta Niang e Pazzini, utilizzati pochissimo sin qui.

 

ARBITRA IRRATI – A dirigere la ventitreesima edizione del Trofeo Luigi Berlusconi sarà Massimiliano Irrati, coadiuvato da Vivenzi e Crispo. Quarto uomo sarà Daniele Minelli.

– Il fischio d’inizio è previsto per le 20.45.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Milan – Palermo 0 a 2 Serie A decima giornata, disastro rossonero a San Siro

Parma – Inter 2 a 0 Serie A decima giornata, una prestazione imbarazzante

Inter – Saint Etienne 0 a 0 Europa League girone E, brutto pareggio a San Siro

Analisi Serie A settima giornata Verona Milan e Inter Napoli, infortunati, probabili formazioni e arbitri

 

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here