Sampdoria – Milan 2 a 2 Serie A undicesima giornata, Inzaghi ancora senza vittoria

Filippo InzaghiRispetto la deludente sfida casalinga contro il Palermo, il 2 a 2 portato a casa questa sera è sicuramente un passo in avanti; ma il Milan di Inzaghi non convince ancora. Mancano la cattiveria agonistica e la capacità di creare gioco a metà campo. Ora due settimane di pausa per preparare al meglio il derby del 23 novembre; un derby fondamentale per la classifica visto che il Diavolo rischia di essere risucchiato da Inter, Udinese e Fiorentina.

 

Difesa in emergenza per Inzaghi che complice le assenze di Abate, Alex e Zapata rivoluziona il reparto. Davanti a Diego Lopez dentro Bonera e De Sciglio sulle fasce con il redivivo Mexes al fianco di Rami. Centrocampo con Essien, De Jong e la conferma Bonaventura; in avanti non c’è spazio per Torres: dentro Honda, Menez ed El Shaarawi.

 

Di fronte una Sampdoria che punta tutto sulle verticalizzazioni e i calci piazzati. Davanti troviamo Okaka, Gabbiadini ed Eder. Mediana con Soriano, Duncan e il talentuoso Obiang. In difesa, davanti a Romero, spazio per De Silvestri, Gastaldello, Silvestre e l’ex Mesbah.

 

Inizia su ritmi piuttosto lenti il match; entrambe le squadre si sfidano in mezzo al campo senza creare particolari occasioni da rete. Al 6′ ci prova Menez con una delle sue accelerazioni, ma il cross non viene raccolto da nessuno.

 

Al 10′ il Diavolo riesce a passare in vantaggio grazie a un bel gol di El Shaarawi che, dalla sinistra, si accentra e va al tiro a giro con il destro. Palla che si spegne in rete e gol ritrovato che mancava dal 23 febbraio del 2013. Vantaggio rossonero a Genova.

 

La Sampdoria sembra accusare il colpo e fatica a reagire, mentre i rossoneri si chiudono nella propria metà campo non approfittando del momento di difficoltà dei doriani.

 

Gli uomini di Mihajlovic si fanno pericolosi al 21′ con Eder che lascia partire un bel diagonale di destro da ottima posizione. Diego Lopez si tuffa e manda in corner, ma che rischio per il Milan.

 

Al 25′ ci prova anche Gabbiadini: l’italiano supera Diego Lopez, uscito a vuoto, ma è troppo defilato per cercare la rete. Pochi secondi dopo è il turno di Bonaventura: destro dal limite con Romero che si distende e blocca la sfera. Poi giallo per Bonera che ferma con ostruzione Gabbiadini.

 

Al 28′ ancora l’ex Atalanta pericoloso: calcio di punizione con Diego Lopez che si salva in due tempi. Al 32′ torna a farsi vedere il Milan: accelerazione sull’out sinistro di Honda e palla in mezzo per Menez che conclude bene, ma finisce per centrare il corpo di De Silvestri.

 

Al 36′ secondo ammonito del match: Orsato estrae il giallo per Mexes che rovina su Eder. La Samp però aumenta il proprio forcing e riesce a trovare il pareggio proprio in extremis: al 45′ il Milan perde palla nell’area doriana e prende un contropiede che viene finalizzato da una spaccata di Okaka che si spegne in rete su cross di Gabbiadini.

 

Non c’è più tempo. Orsato manda tutti negli spogliatoi sull’1 a 1. Quello del Milan è stato un buon inizio, ma i rossoneri si sono spenti quasi subito prestando il fianco alla foga agonistica della Sampdoria che, spinta dal proprio pubblico, è riuscita a trovare il pareggio con Okaka.

 

Va così in archivio una prima frazione che ha visto la possibile rinascita di El Shaarawi che ha trovato la rete dopo quasi due anni di astinenza in campionato; positiva anche la prova di Bonaventura. Male, ancora una volta, Menez.

 

Non ci sono cambi ad inizio ripresa. La Sampdoria riprende dove aveva finito, con tanta grinta e il pallino del gioco in mano e al 51′ va in vantaggio grazie a Eder che ribatte in rete un colpo di testa di Obiang finito sul palo. 2 a 1 per i blucerchiati.

 

Brutto Milan in questo inizio di ripresa. Al 56′ ammonito Duncan; poco dopo Inzaghi effettua il primo cambio: fuori un inesistente Honda e dentro Torres. Al 59′ Sampdoria vicina al tris, ma è Diego Lopez a respingere con i pugni.

 

Al 64′ incredibile errore di Mesbah che tutto solo nella sua area va in scivolata in modo scomposto e finisce per deviare la palla con il braccio. Orsato fischia il rigore; dal dischetto si presenta Menez: palla da una parte e portiere dall’altra. 2 a 2.

 

Al 66′ cambio anche per i padroni di casa: dentro Rizzo per Duncan. Al 68′ ci prova Gabbiadini su punizione, ma Diego Lopez si fa trovare pronto e ribatte.

 

Al 70′ secondo episodio dubbio nell’area doriana: De Silvestri trattiene vistosamente Torres in area, ma Orsato lascia proseguire. C’era il rigore, oltre che espulsione per chiara occasione da rete.

 

Al 75′ giallo per De Sciglio che atterra Eder fermando la sua ripartenza. Al 78′ Torres recupera bene palla e serve Menez che, entrato in area, si va a chiudere nella retroguardia avversaria anzichè servire El Shaarawi.

 

All’81’ ammoniti sia De Jong che Obiang. Pochi secondi dopo grande destro da fuori area di Bonaventura; palla che lambisce il palo alla destra di Romero.

 

All’84’ secondo giallo per Bonera che commette fallo di ostruzione su Okaka; espulso il difensore rossonero. Inzaghi è costretto a togliere Menez; dentro Poli.

 

Negli ultimi minuti c’è tempo per un bel destro secco di Soriano che viene respinto bene da Diego Lopez. Buona la prova del portiere spagnolo.

 

Dopo tre minuti di recupero, Orsato fischia la fine del match. Il Milan porta a casa un punticino dalla trasferta di Genova. I miglioramenti rispetto al passo falso contro il Palermo ci sono, ma è ancora troppo poco. A questa squadra manca la cattiveria agonistica, proprio ciò che ci si aspettava da Inzaghi.

 

Milan che sale così a 17 punti, mentre la Sampdoria si porta a quota 20 e in attesa delle gare di domani si porta al terzo posto solitario.

 

Il campionato va in archivio per due settimane complici gli impegni per le Nazionali. Ora Inzaghi avrà a disposizione due settimane di tempo per migliorare ulteriormente la squadra e preparare nel migliore dei modi il derby in programma domenica 23 novembre alle ore 20.45.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Saint Etienne – Inter 1 a 1 Europa League girone F, neroazzurri a due facce

Milan – San Lorenzo 2 a 0 Trofeo Berlusconi, poche emozioni ma arriva la vittoria

Anteprima Trofeo Berlusconi Milan – San Lorenzo 5 novembre 2014 San Siro, analisi e info

Parma – Inter 2 a 0 Serie A decima giornata, una prestazione imbarazzante

Analisi Serie A settima giornata Verona Milan e Inter Napoli, infortunati, probabili formazioni e arbitri

Matteo Torti

Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here