Monza Rally Show 2014, interviste e foto dei partecipanti

lo presti - mustiChe l’interesse per i veicoli storici, non solo in Italia, sia in costante aumento non è una novità. Non per nulla dal 28 al 30 novembre, presso l’autodromo di Monza, si è svolto il Monza Rally Show, una serie di prove speciali in pista che, praticamente a pari merito, mettono alla corda sia le vetture da competizione di oggi, che quelle del passato. E la presenza alla guida dell’ACI Milano – proprietaria dell’autodromo – di Ivan Capelli, ex pilota di F1 della Ferrari, per il futuro può farci immaginare un’intensificazione di manifestazioni presso una delle piste più famose del mondo.

 

Abbiamo intervistato due partecipanti del settore veicoli storici; entrambi svolgono attività professionali importanti ma, spinti dalla passione, hanno partecipato a questa manifestazione passando ben tre giorni sotto la pioggia a correre, provare, sistemare le auto. Proprio come fossero piloti professionisti.

 

lo presti - musti 2Beniamino Lo Presti, noto commercialista milanese, 50 anni, in coppia con il noto rallysta Filippo Musti, padre di Matteo, campione italiano Rally 2013, partecipa alle prove con una Porsche Carrera RS: “Le storiche hanno un fascino che nessuna supercar moderna può trasmettere, sono autentiche iniezioni di adrenalina perché per guidarle, specie velocemente, occorre una notevole perizia e serve conoscerle a fondo. Un veicolo come questo, nato più di trent’anni fa, va dominato, altrimenti ci pensa lui a comandare. Nulla di elettronico come controlli di stabilità o addirittura governo delle sospensioni, la guida è solo del pilota e della propria sensibilità. Uscire dalla quotidianità del lavoro e trovarsi in un mondo di veri sportivi e appassionati ti libera da ogni pensiero. Ma affiorano pure dei ricordi:  quando da ragazzo, al passaggio di una di queste auto, non potevo fare a meno di girare la testa!

 

la russa - colpaniGeronimo La Russa, avvocato 34enne, in coppia con il pilota Mattia Colpani, anche loro in Porsche 911 Carrera: “Fin da bambino sono stato affascinato delle auto; quando ero ancora ragazzino, un amico di mio padre mi iniziò a questo mondo portandomi a vedere un GP di F1 proprio qui a Monza. Oppure portandomi in giro sulla sua vettura sportiva. Molti credono che l’automobilismo sportivo non sia altro che un’espressione di potere economico o di machismo, ma sono in errore. Un’auto d’epoca può anche costare molto poco, ma pretende di essere guidata con amore e con una conoscenza tecnica che l’automobilista di oggi non ha più. Non si tratta tanto di tornare al passato (quando nascevano queste vetture io ero nella culla), ma si tratta di capire che, senza tante sofisticherie, una vettura di allora può tranquillamente permettersi il lusso di stare davanti ai supermoderni e supertecnologici “mostri” dei nostri tempi. E poi, saper guidare una vettura “vera” insegna molto anche in termini di sicurezza di guida”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

Maurizio Gussoni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here