Milan – Napoli 2 a 0 Serie A quindicesima giornata, i rossoneri ritrovano le ambizioni da Champions

BandiereSilvio Berlusconi, durante l’ormai consueta visita del venerdì, si era dimostrato sicuro: questo Milan è da Champions. E la squadra non ha tradito le attese del presidente rossonero: grinta, cattiveria agonistica e dinamismo sono state le chiavi che hanno consentito al Diavolo di battere il Napoli a San Siro. Dopo quella contro la Lazio in apertura di campionato, quella contro gli uomini di Benitez è il primo big match vinto dagli uomini di Inzaghi che salgono a 24 punti e si rilanciano in ottica terzo posto, che ora dista solamente 2 punti.

 

Per la sfida contro il Napoli, Inzaghi rivoluziona centrocampo e attacco. In mezzo al campo si rivede Poli al fianco di De Jong e Montolivo. In avanti viene lasciato in panchina El Shaarawi, per dare spazio a Honda e Bonaventura ai lati di Menez. Difesa che vede ancora la presenza di Bonera e Armero sulle fasce con Rami e Mexes in mezzo. Tra i pali Diego Lopez.

 

Di fronte Benitez si affida al suo consueto 4-2-3-1 con Callejon, De Guzman e Mertens alle spalle di Higuain. Solo panchina per Inler e Hamsik visto che a centrocampo troviamo Jorginho e David Lopez. Difesa con Mesto e Ghoulam sugli out e Albiol e Koulibaly in mezzo. Tra i pali Rafael.

 

Passano poco più di 5′ e il Milan, alla prima chance della partita, passa in vantaggio: Bonaventura regala un bel filtrante per Menez che brucia sullo scatto Koulibaly e incrocia con il mancino. Palla in rete: ottavo gol per lui.

 

E’ un Milan frizzante in questo avvio: al 9′ bel colpo di tacco di Poli per Menez che si trova in fuorigioco. Damato, però aveva già fischiato fallo a favore dei rossoneri per un fallo commesso da Koulibaly sul centrocampista ex Sampdoria. Della battuta se ne incarica Montolivo: palla in mezzo, ma è tutto fermo per offside.

 

Il Napoli fatica a reagire, mentre i rossoneri cercano di controllare il gioco senza affondare nuovamente il colpo. Al 19′ primo cartellino del match: Damato sventola il giallo per Montolivo che atterra Mesto sulla fascia.

 

Sugli sviluppi della punizione Higuain scarica in rete, ma Damato aveva già fermato tutto per l’irruente intervento di Koulibaly su Diego Lopez.

 

Al 21′ grande azione di De Guzman che vede in mezzo David Lopez che va subito alla conclusione. L’estremo difensore rossonero ribatte e si trova subito costretto a compiere un altro grande intervento su Callejon.

 

Ora gli ospiti si fanno insistenti: al 24′ contropiede del Napoli e conclusione di Callejon. Diego Lopez si fa trovare pronto e blocca a terra. I rossoneri tornano a farsi vede al 25′ con Bonaventura: stop di petto e conclusione, troppo strozzata, di destro.

 

Al 33′ occasione d’oro per Poli: l’ex Samp entra in area, salta netto Albiol e conclude di sinistro sfiorando il raddoppio. Al 38′ ennesima conclusione di Callejon: l’ex Real Madrid tira troppo centrale, Diego Lopez è pronto e blocca.

 

Al 41′ brivido per i tifosi rossoneri che assistono a un quasi autogol di Mexes su cross di Higuain. Al 44′ ammonito anche Bonera che atterra Mertens dopo che il belga l’aveva bruciato sullo scatto. Pochi istanti dopo punito con l’ammonizione anche Ghoulam.

 

Non c’è spazio per il recupero. Finisce così un primo tempo ricco di occasioni da rete e di capovolgimenti di fronte. Milan molto cinico a passare in vantaggio alla prima e unica palla-gol; Napoli molto più insistente e aggressivo, anche se poco preciso sotto porta.

 

La ripresa si apre senza cambi e con dei ritmi da subito alti. Al 52′ arriva il raddoppio dei rossoneri: 2 a 0 firmato da Bonaventura che colpisce indisturbato di testa su cross di Armero. Terzo gol stagionale per lui.

 

Al 56′ ancora Milan pericoloso: lancio in profondità per Montolivo, ma il capitano viene anticipato da Rafael in uscita. Ora si aprono ancora più spazi per i rossoneri. Un minuto dopo ammonito anche Albiol per un intervento in ritardo su Bonaventura.

 

Al 60′ altra chance per il Milan: contropiede di Honda sulla destra e cross in mezzo per Montolivo che, di prima intenzione, non trova la porta. Benitez corre ai ripari: dentro Hamsik al posto di un fischiatissimo Jorginho. Arretrato in mediana De Guzman con lo slovacco che si posiziona dietro ad Higuain.

 

Al 62′ grande giocata di Menez che si porta via due uomini e conclude sopra la traversa, ma c’è la deviazione di Koulibaly. Il francese si mangia le mani per non aver trovato la terza rete che avrebbe chiuso definitivamente la gara.

 

Al 63′ ottimo intervento in ripiegamento di Poli che si prende il giallo, ma ferma una pericolosissima azione di Higuain. Al 65′ primo cambio per Inzaghi: Rami è esausto, entra Zapata.

 

Al 71′ anche Benitez inserisce il suo Zapata; esce Mertens, poco attivo questa sera. Il colombiano si mette subito in mostra con un bel cross che costringe Armero alla deviazione in corner. Al 75′ è ancora l’ex Udinese ad allontanare la sfera sulla percussione di Higuain.

 

Al 76′ secondo cambio anche per Inzaghi: dentro Muntari per un ottimo Poli. Anche Benitez chiama una sostituzione: dentro Gargano per De Guzman. All’80’ deviazione improvvisa di Zapata su tiro di Albiol, ma la sfera termina di poco a lato.

 

All’85’ terzo ed ultimo cambio anche per Inzaghi: standing ovation per Montolivo e dentro Essien. Un minuto dopo grande risposta di Diego Lopez che dice no alla girata di Higuain.

 

Dopo quattro minuti di recupero Damato fischia la fine del match. A San Siro finisce 2 a 0 per il Diavolo che si mostra finalmente cinico e finalmente unito. Una prova da grande squadra quella offerta questa sera contro il Napoli.

 

Anche grazie alla sconfitta del Genoa e al pareggio della Sampdoria, il Milan compie un bel balzo in classifica portandosi a quota 24 punti, a solo due punti dal terzo posto che ora vede in coabitazione Lazio, Genoa e Sampdoria.

 

Milan che supera l’ostacolo Napoli e si lancia verso l’ultima sfida di questo 2014 in programma sabato prossimo, il 20 dicembre, contro al Roma all’Olimpico. Fischio d’inizio per le 20.45.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Crisi Inter e Milan, analisi e confronto rispetto al 2013, la Champions è lontana

Inter – Udinese 1 a 2 Serie A quattordicesima giornata, altra delusione per Mancini

Genoa – Milan 1 a 0 Serie A quattordicesima giornata, Antonelli batte i rossoneri

Nations League, dal 2018 un torneo di 10 mesi per 52 nazionali, lanciato dalla Uefa

Rivoluzione FIGC in Serie A, rose di 25 giocatori e maggiori investimenti sui vivai nazionali

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here