Cerci al Milan e Torres all’Atletico Madrid, primo colpo del calciomercato 2015 per i Rossoneri

CalciomercatoNegli ultimi giorni di questo 2014 il calciomercato rossonero è letteralmente esploso. Mancano ancora un po’ di ore alla riapertura ufficiale delle trattative, ma la dirigenza rossonera si è mossa con congruo anticipo per regalare a mister Inzaghi quell’attaccante esterno che possa sostituire Honda, impegnato in Coppa d’Asia, e che possa far fare un salto deciso alla squadra nella seconda parte del campionato.

 

LE SCELTE DI INZAGHI – I 4 punti conquistati contro Napoli e Roma hanno riportato l’entusiasmo in casa Milan. Inzaghi, dopo settimane di alti e bassi, sembra aver trovato finalmente la quadra del gioco.

– La vittoria contro il Napoli e il buon pareggio contro la Roma sono figli di alcune decisioni strategiche definitive: il 4-3-3 come modulo, la scelta di Menez come prima punta con il conseguente dirottamento in panchina/tribuna per Torres e l’esclusione di un avulso El Shaarawi in favore del dinamismo e della grinta di Bonaventura.

– Il Milan di Filippo Inzaghi è questo. E una volta che rientreranno anche Abate, Alex e De Sciglio in difesa e Montolivo troverà quel ritmo partita che sta già dimostrando di avere minuto dopo minuto, la corsa al terzo posto non è certamente un’utopia.

– Un obiettivo che, però, necessita di essere galvanizzato con qualche colpo invernale. Sì, perchè Honda partirà per la Coppa d’Asia e rimarrà lontano da Milanello quasi 40 giorni. E poi perché l’acquisto principe dell’estate, Fernando Torres, ha deluso tutti.

 

GALLIANI ANTICIPA TUTTI: E’ BLITZ PER CERCI – 1500 km più a Ovest di Milano c’è un altro giocatore acquistato la scorsa estate che non ha certo confermato le attese. Si tratta di Alessio Cerci, l’ala che mister Simeone ha voluto nel suo Atletico Madrid e che ha pagato ben 18 milioni di euro dal Torino.

– Se il 2014 rossonero di Fernando Torres è stato deludente, solamente una rete in 10 presenze per lui, altrettanto si può dire per il 2014 madridista di Cerci, fatto di 9 apparizioni condite da un’unica rete, peraltro in Champions League. Se a questo si aggiunge il fascino che Fernando Torres riveste ancora nei confronti dei suoi vecchi tifosi, il gioco è fatto.

– Galliani, abile tessitore di operazioni di mercato che ai più sembrano impossibili, ha incastrato i pezzi di questo puzzle con un blitz alcuni giorni prima delle festività natalizie. Perchè non ideare uno scambio di prestiti tra Milan e Atletico Madrid con Torres in direzione Calderon e Cerci a San Siro?

 

DETTO FATTO… – Appena la notizia è rimbalzata sugli organi di stampa, probabilmente l’accordo tra le due società era già stato trovato. Il ritorno di Torres a Madrid è stato benedetto dal secondo di Simeone, Burgos: “Un suo ritorno? Sarebbe meraviglioso”.

– Qui, all’Atletico Madrid, Torres ha vissuto gli anni migliori della sua carriera. Con l’Atletico Madrid è esploso non ancora diciassettenne, diventando il più giovane capitano della storia del club e lasciando, dopo sette anni di permanenza, un bottino da fare invidia a molti: 91 reti in 244 presenze.

 

I DETTAGLI DELL’OPERAZIONE – I dettagli del trasferimento sono stati definiti già da diversi giorni. Milan e Atletico Madrid hanno studiato una formula nuova che prevede un prestito secco di 18 mesi con entrambi i club che proseguiranno a pagare gli stipendi dei rispettivi giocatori.

– I rossoneri, quindi, continueranno a versare i 4 milioni di euro netti allo spagnolo, mentre la squadra di Simeone garantirà i 2,5 milioni all’ex Toro.

– Gli accordi prevedono che il prestito si possa esaurire nell’estate 2015 nel caso in cui l’Atletico dovesse ricevere ed accettare un’offerta di trasferimento definitivo per Cerci. In caso contrario, il prestito sarà automaticamente mantenuto valido anche per la stagione 2015/16.

 

QUANDO SI CHIUDE? – “Non ho rifiutato nessuno e non ho firmato con nessuno. Sono un giocatore dell’Atletico Madrid e sto valutando, insieme alla Società, la soluzione migliore per entrambi…credo sia giusto e normale così”. Sono queste le uniche dichiarazioni di Cerci, pubblicate nel primo pomeriggio di ieri sul suo profilo Twitter.

– Dichiarazioni che smentiscono definitivamente le voci circolate poche ore prima e che prevedevano una trattativa quasi definitivamente saltata a causa della volontà del giocatore di approdare all’Inter piuttosto che al Milan. L’esterno, si sa, era ricercato anche dai neroazzurri e Mancini avrebbe fatto carte false pur di trovarselo ad Appiano, ma Galliani ha bruciato sul tempo la concorrenza e ha sfruttato l’arma in più, lo scambio con Torres, esplicito desiderio e richiesta di Simeone che avrà così il vice-Mandzukic.

– La trattativa è praticamente conclusa. Dopo le due società, anche i giocatori hanno accettato il trasferimento e a breve dovrebbe arrivare l’ufficialità. Inzaghi contava di averlo già a Dubai, ma è più probabile che Cerci possa approdare a Milanello nelle prime ore del 2015.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

 

Leggi anche:

Sorteggi Europa League Sedicesimi di finale Inter – Celtic e Champions League Ottavi di finale

Crisi Inter e Milan, analisi e confronto rispetto al 2013, la Champions è lontana

Nations League, dal 2018 un torneo di 10 mesi per 52 nazionali, lanciato dalla Uefa

Rivoluzione FIGC in Serie A, rose di 25 giocatori e maggiori investimenti sui vivai nazionali

 

 Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here