Shaqiri all’Inter, ma potrebbe partire Osvaldo. 4 di turni squalifica a Juan Jesus

CalciomercatoL’Inter sembra proprio fare sul serio. Dopo Podolski, nella giornata di ieri i neroazzurri hanno chiuso anche per Xherdan Shaqiri, fantasista svizzero in uscita dal Bayern Monaco. Battuta la concorrenza di Juventus e, soprattutto Liverpool. Mancini ha quel giocatore di talento che aveva chiesto. Decisivo l’intervento di Thohir che ha avallato la trattativa aumentando il budget a disposizione degli uomini di mercato interisti. A questa nota lieta fanno compagnia altre notizie negative come i 4 turni di squalifica a Juan Jesus e la possibile partenza di Osvaldo.

 

SHAQIRI-INTER: A BREVE L’UFFICIALITA’ – Sarà prestito semestrale gratuito con un riscatto obbligato fissato a 15 milioni di euro, a cui si aggiungeranno bonus per 2 milioni di euro al raggiungimento del terzo posto e dopo 15 presenze del giocatore svizzero.

– La trattativa Shaqiri-Inter la possiamo considerare chiusa. Il club di Thohir, che già da diversi giorni aveva trovato l’accordo con il giocatore sulla base di un quadriennale a 2,75 milioni di euro netti all’anno, nel pomeriggio di ieri ha raggiunto l’intesa anche con il club bavarese che si era mostrato disposto a un prestito gratuito se accompagnato da un obbligo di riscatto.

– E così è stato. L’intervento di Thohir che ha avallato l’operazione ha reso possibile la sua conclusione proprio quando le due dirigenze erano separate da 2-3 milioni di euro. Non sono bastate le offerte fatte pervenire da Liverpool ed Everton che hanno messo sul piatto 20 milioni di euro: Shaqiri ha voluto l’Inter.

– Sono le 14.56 di Giovedì 8 Gennaio quando il profilo Twitter ufficiale dell’Inter annuncia: “Accordo totale tra #Inter e @FCBayern per l’arrivo di @XS_11official in neroazzurro. Mancano solo le firme”. Un comunicato accompagnato, pochi minuti dopo, da quello del club bavarese che conferma il trasferimento.

 

XHERDAN: CONOSCIAMOLO MEGLIO… – Una trattativa partita in sordina le prime ore del nuovo anno, quando sul giocatore svizzero sembrava esserci solamente la Juventus e poco prima che si fiondasse il Liverpool, pronto a mettere sul piatto bavarese fino a 20 milioni di euro. Ma chi è realmente Shaqiri?

– Nato a Gjilan, una cittadina del Kosovo, Xherdan ha da subito trovato fortuna nel calcio tedesco. Prima con le giovanili dell’Sv August, poi con il Basilea dove ha disputato ottime stagioni tra il 2007 e il 2012. Classe ’91, Xherdan si è subito messo in evidenza per la sua velocità, il suo dribbling e il suo grande tiro.

– Doti che lo rendono molto duttile nel reparto offensivo e che gli consentono di spaziare dal trequartista puro all’attaccante esterno, fino all’essere una seconda punta di movimento. Insomma: il profilo ideale per l’Inter di Mancini che varia dal 4-3-1-2 al 4-3-3.

– Torniamo alla sua carriera: nel 2009 fa l’esordio nella prima squadra del Basilea e da subito conquista la maglia da titolare: appena maggiorenne, alla sua prima stagione tra i grandi, mette a segno 7 reti in 47 partite. Le annate successive sono un crescendo di soddisfazioni, tanto che con il club svizzero totalizza 130 presenze in tre anni, siglando 23 reti e vincendo tre Campionati svizzeri e 2 Coppe svizzere.

– Il 9 febbraio del 2012 arriva la svolta della sua carriera: il Bayern Monaco bussa alla porta del Basilea e lo trascina in baviera per 12 milioni di euro. L’inizio è molto positivo e, complice l’assenza di Ribery, si mette da subito in mostra, ma poi la concorrenza dello stesso francese, di Robben, di Muller e di Kroos lo relegano in panchina.

– Nonostante il folto reparto offensivo, Shaqiri nei due anni passati alla corte di Monaco ha totalizzato 82 presenze e 17 reti, contribuendo a vincere 2 Bundesliga, 2 Coppe di Germania, una Supercoppa, una Champions League, una Supercoppa Europea e una Coppa del Mondo per club.

 

LA GRANA OSVALDO – Dopo Podolski, ad Appiano Gentile arriva un altro giocatore di talento che porta l’esperienza e la duttilità necessaria all’Inter di Mancini per crescere.

– Esperienza e duttilità di cui rischia invece di privarsi con il caso Osvaldo. La sfuriata contro Icardi durante il big match di domenica sera contro la Juventus non è piaciuta alla dirigenza neroazzurra che ha deciso dapprima di multare il giocatore e poi di sospenderlo a tempo indeterminato.

– Filtrano voci di una possibile cessione già a gennaio visto che l’italo-argentino ha avuto un’accesa discussione anche con Mancini. Al momento, quindi, Osvaldo è da considerarsi fuori rosa per motivi disciplinari e non è dato sapere quando il provvedimento sarà dichiarato terminato.

 

CONTRO IL GENOA SENZA DIFESA – Non solo Osvaldo. Al fianco della nota lieta rappresentata dall’acquisto di Shaqiri, la preoccupazione di Mancini è tutta rivolta alla sfida di domenica a pranzo contro il Genoa.

– Il club di Gasperini è reduce dalla grande rimonta di domenica contro l’Atalanta e si presenterà a San Siro desideroso di far bene per alimentare, giornata dopo giornata, il sogno Europa.

– Di fronte troverà un’Inter decimata dalle assenze, soprattutto in difesa dove alla già nota assenza di Nagatomo, impegnato in Coppa d’Asia, si sono aggiunte anche quelle di Ranocchia, Kovacic e Juan Jesus per squalifica. Preoccupa soprattutto quella del brasiliano, a cui il giudice sportivo ha comminato 4 turni di stop in seguito alla gomitata a Chiellini durante il match contro la Juventus.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Juventus Inter 1 a 1 Serie A diciassettesima giornata, c’è solo Icardi

Milan – Sassuolo 1 a 2 Serie A, inizia con una sconfitta il 2015 rossonero

Podolski all’Inter, carriera e curiosità sul nuovo attaccante neroazzurro

Cerci perso dall’Inter, i neroazzurri puntano su Diarra e Podolski. News e trattative

Cerci al Milan e Torres all’Atletico Madrid, primo colpo del calciomercato 2015 per i Rossoneri

Sorteggi Europa League Sedicesimi di finale Inter – Celtic e Champions League Ottavi di finale

 Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here