Milan – Sassuolo 2 a 1 Tim Cup Ottavi di finale, prima vittoria dell’anno per Inzaghi

BandiereNon senza rischi e fatica, ma alla fine il Milan ce l’ha fatta. La prima vittoria di questo 2015 è realtà ed arriva in Coppa Italia, contro le riserve del Sassuolo, che comunque hanno messo ripetutamente in difficoltà i rossoneri, specialmente nella parte centrale della ripresa. Positive le prove di Cerci e Pazzini che hanno sicuramente guadagnato punti nelle gerarchie offensive; punti persi, ancora una volta, da El Shaarawi, buono solamente a tratti. La vittoria è arrivata, per la svolta forse è troppo presto. Nel frattempo domenica arriva a San Siro l’Atalanta.

 

E’ la riedizione della gara della Befana, terminata 2 a 1 a San Siro per il Sassuolo. C’è voglia di riscatto in casa Milan e c’è voglia di far bene visto il deludente inizio di questo 2015. Le parole della vigilia indicano la missione: “La Coppa Italia è la nostra Champions”.

 

Mini turnover per Super Pippo che affida la porta ad Abbiati; davanti a lui spazio ad Abate e De Sciglio sulle fasce con Zapata e Alex in mezzo. Centrocampo con De Jong, Poli e Bonaventura. Davanti spazio all’esordio del 1’ per Cerci al fianco di Pazzini ed El Shaarawi.

 

Classico 4-3-3 per Di Francesco che cerca il secondo sgambetto al Milan in pochi giorni: davanti troviamo Sansone al fianco di Floccari e Pavoletti. Centrocampo con Missiroli, Biondini e Chibsah. In difesa spazio a Longhi, Cannavaro, Antei e Vrsaljko. Tra i pali Pomini.

 

Inizia su ritmi davvero lenti il match. Le due squadre preferiscono giocare in mezzo al campo e faticano e creare occasioni pericolose.

 

Al 6’ bella intuizione di Cerci che, di prima, trova in mezzo Poli. Il centrocampista italiano va alla conclusione da pochi metri, ma spara altissimo. Tommasi aveva comunque già fermato tutto per fuorigioco.

 

Al 12’ errore di Alex che fatica in disimpegno e finisce per farsi rubare palla da Pavoletti; Zapata, poco distante, recupera il pallone ed evita un insidioso contropiede. Al 15’ ci prova El Shaarawi con un’azione personale: l’italo-egiziano entra in area dalla sinistra e cerca la conclusione di destro, ma Cannavaro respinge bene con il corpo.

 

Al 19’ difesa rossonera sorpresa dalla velocità del Sassuolo: palla recuperata da Biondini e percussione di Sansone che viene anticipato da Abate che, nell’occasione, rischia anche l’autogol.

 

Al 24’ prima vera palla-gol del match: lancio lungo di Abate per Cerci che lascia rimbalzare il pallone prima di concludere di destro. Pomini si tuffa e respinge di piede. Al 27’ corridoio centrale di El Shaarawi per Pazzini che cerca qualcuno a rimorchio, ma sbaglia completamente l’assist.

 

Al 29’ arriva la reazione del Sassuolo: cross di Biondini e girata di Pavoletti; palla che termina di poco a lato. Non è una bella partita sin qui: squadre, entrambe, troppo compassate e prive di quel guizzo necessario per creare scompiglio nella retroguardia avversaria.

 

Al 36’ bella combinazione di Bonaventura per Pazzini che, di sinistra, gira verso la porta di Pomini. Sfera a lato. Un minuto dopo ci prova El Shaarawi: bella percussione del Faraone e conclusione che lambisce la traversa.

 

Al 38’ il Milan sblocca il risultato: traversone insidioso di Cerci e bella girata di Pazzini che anticipa il difensore e deposita alle spalle di Pomini. 1 a 0 per il Milan e San Siro che può esultare.

 

Al 40’ problemi alla caviglia per De Sciglio: il terzino rossonero è costretto ad uscire dal campo per qualche minuto, ma poi ritorna al suo posto sulla fascia sinistra.

 

Ora il Milan preme: al 42’ è lo stesso De Sciglio a servire in mezzo all’area Cerci che con il mancino colpisce il palo. Bella occasione dei rossoneri, decisamente più pimpanti in questi ultimi minuti.

 

Al 44’ bella apertura di El Shaarawi che serve sull’altro lato Cerci, ma l’ex Torino e Atletico Madrid viene fermato per fuorigioco. Segnalazione corretta. Durante il primo minuto di recupero Tommasi annulla il pareggio al Sassuolo: colpo di testa di Vrsaljko su calcio di punizione, ma l’ex Genoa non sembrava essere al di là della difesa rossonera.

 

Al 46’ Tommasi manda tutti negli spogliatoi sul risultato di 1 a 0 per il Milan. Non un bel primo tempo, almeno fino al vantaggio del Diavolo firmato da Pazzini. Con la rete dei rossoneri, entrambe le squadre si sono svegliate e hanno creato interessanti occasioni da rete. Nel finale di tempo gol ingiustamente annullato al Sassuolo per fuorigioco.

 

La ripresa inizia con un cambio: non ce la fa De Sciglio; dentro Bonera al suo posto. Al 50’ grande scambio tra Cerci e Abate sulla fascia destra e cross per Pazzini che stacca bene di testa e impegna Pomini. Grande chance per l’ex attaccante di Sampdoria e Inter.

 

Pronta la risposta del Sassuolo che, pochi secondi dopo, si lancia in contropiede con Sansone: conclusione dal limite dell’area che Abbiati blocca senza troppi patemi d’animo. Al 52’ ci prova ancora il Milan: discesa di El Shaarawi e palla in mezzo per Bonaventura, il cui tiro viene respinto da Antei.

 

Al 56’ torna in avanti la squadra di Di Francesco: Pavoletti anticipa ancora una volta Zapata, ma la sua girata su cross termina al di sopra della traversa. Passano due minuti e Chibsah slalomeggia in area, ma non riesce ad imprimere potenza al momento di concludere a rete.

 

Al 60’ ancora Pazzini protagonista: bel passaggio filtrante di Cerci per la punta italiana che dalla destra lascia partire un bel destro che Pomini respinge con i pugni.

 

Al 65’ Tommasi concede un penalty molto dubbio al Sassuolo: Pavoletti finisce a terra dopo un contatto con Zapata, ma sembra che il primo fallo fosse del giocatore del Sassuolo. Dagli undici metri si presenta Sansone: Abbiati spiazzato. 1 a 1.

 

Rossoneri che pagano il non essere riusciti a chiudere prima il match. Al 66’ primo cartellino del match: Tommasi sventola il giallo per Missiroli. Della battuta si incarica Cerci: sinistro potente che Pomini alza in corner.

 

Al 69’ Sassuolo ancora pericoloso: Abbiati è costretto a distendersi e a mandare in corner per evitare la doppietta di Sansone. Al 75’ affanno in fase difensiva del Milan con Zapata che svirgola e finisce per rischiare un clamoroso autogol.

 

Pochi secondi dopo ripartenza dei rossoneri e ammonizione per Biondini che ferma fallosamente Cerci. Sugli sviluppi della punizione, Milan pericoloso con De Jong che non ci arriva e viene anticipato da Pavoletti.

 

All’80’ ci prova Floccari con il mancino da fuori area; Abbiati si fa trovare pronto e blocca la sfera. All’86’ arriva il nuovo vantaggio del Milan: traversa di Poli prima e ribattuta vincente di De Jong che deposita in rete una palla vagante.

 

Di Francesco cerca il tutto per tutto: fuori Chibsah e Sansone e dentro Berardi e Floro Flores. Al 92’ ammonito Antei che rifila un calcione a Pazzini.

 

Termina dopo tre minuti di recupero il match. Tommasi manda tutti negli spogliatoi e il Milan riesce ad archiviare la pratica Ottavi di finale battendo per 2 a 1 il Sassuolo. Una sfida molto equilibrata, dove la maggiore qualità dei rossoneri ha finito per prevalere sullo spirito e l’entusiasmo del Sassuolo.

 

Rossoneri che torneranno in campo domenica pomeriggio quando, con fischio d’inizio alle 15.00, affronteranno l’Atalanta a San Siro. In Coppa Italia la sfidante sarà la vincente tra Lazio e Torino.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Crisi Milan gennaio 2015, colpa di società, allenatore o giocatori? Il confronto con il 2014 e Allegri

Torino – Milan 1 a 1 Serie A diciottesima giornata, una prestazione imbarazzante

Shaqiri all’Inter, ma potrebbe partire Osvaldo. 4 di turni squalifica a Juan Jesus

Cerci al Milan e Torres all’Atletico Madrid, primo colpo del calciomercato 2015 per i Rossoneri

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here