Empoli – Inter 0 a 0 Serie A diciannovesima giornata, deludente prestazione neroazzurra

interLa delusione dopo l’entusiasmo. Mancini non è riuscito nell’intento di dar continuità alla vittoria di domenica scorsa contro il Genoa. Una continuità che manca sia dal punto di vista del risultato, uno scialbo 0 a 0 quest’oggi, sia sul fronte del gioco, con un’Inter mai realmente pericolosa o vogliosa di impensierire l’Empoli, che peraltro si è da subito accontentato di un prezioso punticino in vista del raggiungimento della famigerata quota 40. Mercoledì l’occasione per tornare sui livelli di domenica scorsa: a San Siro mercoledì arriverà la Sampdoria per gli Ottavi di finale di Coppa Italia.

 

Dare continuità alla bella vittoria di domenica scorsa contro il Genoa per far svoltare finalmente la stagione. Ecco la missione di Roberto Mancini che questa sera è di scena al Carlo Castellani di Empoli.

 

Torna di moda il 4-2-3-1 con Hernanes, Palacio e Podolski alle spalle di Icardi. Centrocampo con Medel e Guarin, mentre in difesa confermata la presenza di Vidic e Ranocchia al centro con Campagnaro e D’Ambrosio sulle fasce. Tra i pali Handanovic.

 

Di fronte Sarri schiera i suoi con i 4-3-1-2 con l’ex rossonero Verdi alle spalle di Pucciarelli e Mchedlidze. Mediana con Vecino, Valdifiori e Croce. In difesa, davanti a Sepe, spazio per Barba, Tonelli, Rugani e Hysaj.

 

Buon avvio dell’Empoli che al 5′ impensierisce Handanovic grazie a un bel destro dalla distanza di Hysaj. Lo sloveno, in tuffo, riesce a respingere. E’ un fuoco di paglia: dopo questa chance per i padroni di casa il match si spegne e le due squadre giocano prevalentemente a metà campo.

 

Al 17′ toscani ancora in avanti: Handanovic è costretto a uscire dalla propria area per sventare una possibile minaccia. L’Inter si affaccia nella metà campo avversaria solamente al 24′:  sinistro secco di Hernanes che viene bloccato a terra da Sepe.

 

E’ un’Inter molto diversa rispetto a quella che si è messa in mostra domenica scorsa contro il Genoa: molto meno pressing, meno grinta e meno costruzione del gioco. Al  37′ ci prova Guarin con un bel destro, ma la sfera termina a lato.

 

Al 39′ molto nervosismo per Palacio che va al faccia a faccia con Doveri per un fallo fischiato non gradito. Al 42′ l’Empoli sfiora la rete con Mchedlidze che da fondo campo anticipa Handanovic, ma centra solamente l’esterno della rete.

 

L’ultima azione del primo tempo è per i padroni di casa: colpo di testa di Rugani sugli sviluppi del corner e palla che termina a lato. Pochi istanti dopo Doveri manda tutti negli spogliatoi: finisce sullo 0 a 0 una sfida fin qui davvero avara di occasioni da rete. Inter con un atteggiamento troppo rinunciatario.

 

La ripresa inizia con un cambio: dentro Andreolli per Ranocchia che sembra aver accusato una distorsione al ginocchio. Al 52′ prima vera occasione del match per l’Inter: corner di Podolski, molto in ombra fin qui, e colpo di testa di Vidic che sfiora il palo.

 

Al 57′ brutta entrata di Mchelidze su Icardi: ammonito. Passano pochi secondi e i neroazzurri, in crescendo, sfiorano la rete: assist di Hernanes per Palacio che in tuffo manda a lato. Pronta e immediata la risposta dell’Empoli: diagonale di Pucciarelli su cui Handanovic si oppone.

 

Al 59′ secondo cambio per Mancini: dentro Kovacic per Icardi. Ora l’Inter cerca di spingere di più spostando in avanti Palacio. Al 64′ rischia il pasticcio Handanovic: lo sloveno rinvia malamente, ma poi è bravo a opporsi chiudendo lo spazio a Pucciarelli.

 

Al 71′ primo cambio anche per i padroni di casa: dentro Maccarone per Mchelidze. Un minuto dopo la squadra di Sarri va vicino al gol: Zelinski si gira e tira in porta. Handanovic blocca la sfera.

 

Momento positivo per l’Empoli: al 73′ ci prova Valdifiori che prima ruba palla a Hernanes e poi va alla conclusione. Tiro a lato. Al 74′ arriva l’esordio per Shaqiri: il grande colpo neroazzurro entra al posto di Podolski.

 

Al 76′ ci prova anche Guarin, ma il suo sinistro termina a lato. Dopo qualche minuto di pausa per un infortunio a Cariolato, assistente di linea di Doveri, il match riprende. Passano due minuti e Vidic prende il cartellino giallo per fallo su Maccarone. All’89’si mette in mostra Shaqiri che serve Hernanes: conclusione troppo debole.

 

Dopo tre minuti di recupero Doveri fischia la fine del match. Termina 0 a 0 la sfida tra Empoli e Inter, una partita avara di occasioni da rete e giocata in modo troppo difensivo da entrambe le squadre. L’Inter fa un passo indietro rispetto sei giorni fa. Deludente la prova di Podolski.

 

Sarà una settimana molto delicata per i neroazzurri che mercoledì sera, in quel di San Siro, saranno impegnati negli Ottavi di finale della Tim Cup contro la Sampdoria dell’ex Mihajlovic. Pochi giorni dopo, alle 18.00 di sabato 24 gennaio, Inter nuovamente in campo a Milano per sfidare il Torino di Ventura.

 

SCRIVETECI – Se desiderate venga approfondito un particolare argomento di Milan o Inter, o volete dettagli sul calciomercato, scriveteci a  redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà lieto di valutare ogni richiesta e approfondire le vostre tematiche preferite, i dubbi “storici”, le proiezioni, le analogie o qualsiasi vostra curiosità.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

 

Leggi anche:

Milan – Sassuolo 2 a 1 Tim Cup Ottavi di finale, prima vittoria dell’anno per Inzaghi

Crisi Milan gennaio 2015, colpa di società, allenatore o giocatori? Il confronto con il 2014 e Allegri

Inter – Genoa 3 a 1 Serie A diciottesima giornata, anno nuovo Inter nuova?

Shaqiri all’Inter, ma potrebbe partire Osvaldo. 4 di turni squalifica a Juan Jesu

Cerci al Milan e Torres all’Atletico Madrid, primo colpo del calciomercato 2015 per i Rossoneri

Matteo Torti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here